Sul Samsung Galaxy Note 7 è stato detto di tutto, occupando per mesi le prime pagine di tutti i siti che si occupano di tecnologia purtroppo non per le sue doti, ma per i problemi relativi alle batterie esplosive. La multinazionale coreana aveva anche immesso una seconda generazione di dispositivi, affidandosi a una compagnia cinese per le batterie. Ma anche ciò si è rivelato inutile e così il Galaxy Note 7 è stato ritirato del tutto dal mercato, con la restituzione del 98% dei prodotti in circolazione. La perdita in fatturato è stata stimata in 3-5 milioni di dollari. Per non parlare del danno al marchio Samsung. Comunque, la multinazionale coreana non vuole demordere e ha deciso di rilanciare a sorpresa il Galaxy Note 7.

Samsung rilancia il Galaxy Note 7 con modifiche a batterie e design

Come riporta il sito PcMagazine, la multinazionale coreana ha infatti deciso di dare una nuova vita a 2 milioni e mezzo di unità ritirati dal mercato. Intanto, ne ha testati 200mila, sostituendo la batteria da 3500 mAh con una di minore portata da 3.000 mAh o 3200 mAh. Più o meno quelle che vedremo sui due Galaxy S8. Inoltre, visto che dai test è risultato che oltre alla batteria, a causare le esplosioni sia stato il design interno dello smartphone e alcuni materiali in esso usati, ci saranno modifiche anche verso tali direzioni.

Peraltro, Samsung rischia anche pesanti sanzioni da parte del Ministero dell’ambiente sudcoreano, se i 3 milioni di dispositivi immessi sul mercato e poi prontamente ritirati, non saranno smaltiti a dovere. Il ri-condizionamento, osservando naturalmente tutti gli standard della sicurezza, sarebbe un’ottima soluzione.

samsung galaxy note 7

Nuova vita in Corea del sud, Vietnam e India

La nuova vita dello sfortunato dispositivo asiatico si dovrebbe concretizzare a partire dal prossimo mese di maggio. Sbocciando un po’ come fanno le rose. I Paesi in cui questa risurrezione avverrà saranno inizialmente tre: la madrepatria Corea del sud, il Vietnam e l’India. Paese quest’ultimo spesso utilizzato per testare smartphone che in occidente non arrivano.

Leggi anche: Galaxy S8: e se fosse una profonda delusione?

Se la cosa dovesse avere successo, non escludiamo che il Galaxy Note 7 possa arrivare anche in Europa. Magari con un anno di ritardo. Ma come si sol dire: meglio tardi…