fitness tracker
Photo by Onur Binay on Unsplash

Se siete tra quelle persone a cui interessa il benessere fisico, allora, potrebbe servirvi un fitness tracker. grazie a un dispositivo di questo tipo, infatti, è possibile monitorare una serie di parametri che permettono di capire se si sta facendo un buon lavoro durante la propria attività fisica.

Negli ultimi anni, sono usciti sul mercato una marea di fitness tracker. Ne esistono praticamente di tutte le forme e con le funzionalità più disparate. Se non sapete dove mettere le mani, sceglierne uno può essere davvero difficoltoso. In questo articolo, andiamo ad indicare i vari aspetti di cui tener conto quando si decide di acquistare un fitness tracker.

 

Fitness tracker: come sceglierlo al meglio

Come abbiamo appena accennato, i fitness tracker presenti attualmente sul mercato sono molto diversi tra loro. É importante, quindi, capire quali sono le proprie esigenze per prendere il prodotto più adatto. Qui di seguito, riportiamo le caratteristiche da guardare nel momento in cui si sceglie uno nuovo orologio fitness.

Smartwatch o smartband

Nonostante permettano entrambi di monitorare l’attività fisica, sono due categorie di prodotti molto differenti. Gli smartwatch sono dei veri e propri orologi smart. Di conseguenza, oltre alle funzioni di monitoraggio dell’attività fisica, permettono ad esempio anche di di navigare online, ascoltare musica, sfogliare contenuti multimediali, fare telefonate ecc. Gli smarband, invece, sono interamente incentrati sulle attività fitness. Sono indicati per coloro che vogliono risparmiare e a cui non interessa più di tanto l’aspetto smart.

Display

Il display può essere una caratteristica decisiva quando si deve scegliere lo smartwatch da acquistare. In questo caso, le scelte sono davvero infinite. Esistono sul mercato smartwatch con pannelli molto avanzati, tipo i display OLED always on, che permettono di godersi i contenuti multimediali ad alta risoluzione e anche fitness tracker con pannelli basic che mostrano solo le informazioni base. Come già detto, l’ago della bilancia lo sposta l’utilizzo che se ne deve fare.

Cinturino

La comodità è sicuramente un’aspetto importante. Bisogna, quindi, scegliere un fitness tracker che non sia fastidioso durante l’utilizzo. Oltre che dal tipo di cassa, ciò che maggiormente influisce nel rendere un orologio comodo è il cinturino. Esistono in commercio proposte per tutti i gusti: maglie in acciaio, band in silicone, strap in nylon, cinturini classici in pelle. Ricordiamo, inoltre, che molti smartwatch permettono, dopo l’acquisto, di sostituire i cinturini in base alle proprie esigenze.

Autonomia

L’autonomia può cambiare di molto in base ai diversi fitness tracker. In particolare, gli smartwatch, essendo più ricchi di funzioni, hanno un’autonomia massima di pochi giorni. Gli smartband, invece, essendo più minimali possono raggiungere un’autonomia di alcune settimane.

Resistenza all’acqua

Si tratta di un’aspetto fondamentale da guardare in un’orologio smart. Se avete intenzione di utilizzare il tracker in situazioni che coinvolgono l’acqua (in piscina, a mare, sotto la doccia, sotto la pioggia), è necessario che si scelga un dispositivo dotato di certificazione di resistenza ai liquidi.

Funzionalità di activity tracker

Infine, l’aspetto più importante, le funzionalità di monitoraggio dell’attività fisica. La stragrande maggioranza degli orologi smart offre tutte le funzioni di monitoraggio standard: contapassi, frequenza cardiaca, monitoraggio del sonno, ecc. Ci sono alcune funzioni, però, che risultano essere esclusive di solo alcuni modelli. Se si è interessati ad un particolare parametro, è bene controllare che lo smartwatch lo monitori.