Con i continui aggiornamenti software e l’uso stressante da parte degli utenti di iPhone di vecchie generazioni, le batterie di questi dispositivi sono destinate a deteriorarsi con il tempo, arrivando a non garantire vita sufficiente per concludere un’intera giornata. Tra le tante batterie esterne in commercio, abbiamo avuto modo di testare la Power Bank da 20.000 mAh con sistema di ricarica Qualcomm Quick Charge 3.0 di EasyAcc, noto marchio di accessori per smartphone, tablet e PC.

EasyAcc Power Bank 20.000 mAh, la recensione completa

Confezione

La confezione è una semplice scatola di cartone caratterizzata da logo del brand sulla parte frontale. Sul retro della scatola troviamo alcuni riferimenti a funzioni del prodotto e compatibilità della Power Bank che presenta supporto per tecnologia Qualcomm Quick Charge 2.0 e 3.0. All’interno abbiamo incelofanata la Power Bank di EasyAcc e sollevando qualche scompartimento sempre di cartone troviamo il libretto di istruzioni e ben due cavi USB con uscita microUSB.

Design

Il design del Power Bank di EasyAcc è molto minimale, ma allo stesso tempo curato in ogni dettaglio. Sulla parte frontale troviamo su angoli opposti, il logo del brand ottenuto tramite incisione e l’indicatore LED del livello di carica del Power Bank. Sulla parte posteriore troviamo ulteriori indicazioni riguardo la capacità della batteria esterna, luogo di fabbricazione e il logo di Qualcomm Quick Charge 3.0. Su uno dei due lati lunghi troviamo due porte microUSB adibite alla ricarica del dispositivo, mentre sull’altro abbiamo l’unico tasto fisico del Power Bank. Su uno dei due lati corti abbiamo 3 porte USB con supporto Quick Charge 2.0, una porta USB con Quick Charge 3.0 e una torcia che può essere attivata tramite una duplice pressione del tasto fisico.

la power bank easyacc nella sua confezione

Utilizzo

Abbiamo avuto modo di testare la Power Bank di EasyAcc per alcune settimane in quanto volevamo essere certi di sfruttare tutto il suo potenziale. Per collegare un dispositivo è sufficiente utilizzare un cavo USB compatibile con il proprio smartphone o tablet e connetterlo alla Power Bank. Per controllare la carica residua si preme sul tasto fisico e sfruttando l’indicatore a LED è possibile sempre avere informazioni sull’energia residua.

Come ogni altra Power Bank di ultima generazione, anche questa dispone dell’ultimissima tecnologia di ricarica veloce Qualcomm e questo consente di caricare ogni dispositivo supporti questa tecnologia in circa 30-35 minuti che corrisponde circa a 4 volte più veloce delle concorrenti. Per gli altri dispositivi che non supportano il Quick Charge, la Power Bank offre comunque un valido dispositivo di ricarica e abbiamo avuto modo di ricaricare il nuovo iPhone 7 Plus in circa 50-60 minuti partendo dal 5% di batteria residua.

La Power Bank EasyAcc con iPhone 7 Plus

Con i suoi 20000 mAh vi sembrerà di avere sempre energia a disposizione per caricare fino a 4 dispositivi collegati contemporaneamente. Logicamente maggiore è il numero di dispositivi connessi, minore sarà l’uscita di energia disponibile per un totale di 4.8 A. La vera problematica di questa Power Bank è il periodo di ricarica una volta esaurita l’energia a disposizione. Infatti, i due cavi USB contenuti nella confezione sono necessari per ricarica del Power Bank in circa 6 ore, tuttavia, se non avete a disposizione un caricatore da parete Dual USB questo vi costringerà ad utilizzare un solo cavo portando il tempo di ricarica a circa 15 ore complessive. Ma non ci si poteva aspettare di meno da una Power Bank di questa portata energetica.

Conclusioni

I 20000 mAh consentono di caricare più volte i dispositivi con batterie più piccole, ma anche tablet o smartphone più performanti. Secondo le indicazioni della casa madre è possibile ricarica un iPhone 7 fino a 6 volte, un Samsung Galaxy S7 fino a 4 volte e un iPad Mini 3 fino a 2 volte. Di questi dati possiamo confermare quelli relativi ai prodotti Apple. Infatti, abbiamo potuto caricare un iPad Mini 4 circa 2 volte e mezzo, considerando che la batteria del tablet di Apple di quarta generazione è stata ridotta da due celle da 6471 mAh a due celle da 5124 mAh e ricaricare iPhone 7 per circa 5 volte. Utilizzandola con iPhone 7 Plus invece la batteria risente dei 2900 mAh del nuovo Top di gamma di Apple, riducendo le volte di ricarica a 3/4.

Potete acquistare la EasyAcc Power Bank da 20000 mAh direttamente da Amazon al costo di 39 euro, ma utilizzando il codice QC200004 potrete usufruire del 15% di sconto aggiuntivo per un prezzo finale di 33,15 euro.