Nel corso degli ultimi anni, il concetto di mobilità stradale urbana eco-sostenibile ha assunto via via un ruolo sempre più centrale nel processo di ricerca e sviluppo da parte di aziende alla continua scoperta di soluzioni ad hoc cui far corrispondere vantaggi bilaterali sia per l’uomo che per l’ambiente. 

In questo ambito si sono mosse società di calibro internazionale in partnership con blasonati produttori mondiali di soluzioni energetiche intelligenti che se da un lato hanno semplicemente introdotto un risparmio netto sui costi di gestione del processo di mobilità stradale, dall’altro hanno portato in secondo piano il ruolo dell’industria petrolifera contribuendo a rendere più marginale lo sfruttamento delle risorse minerarie del pianeta a vantaggio di un ambiente più salubre e vivibile per tutta la popolazione mondiale.

La nuova era della mobilità su strada conta anche sulla presenza di veicoli a due ruote divenuti ormai un must have a livello nazionale ed internazionale, ovvero sia le biciclette a pedalata assistita di sempre più frequente utilizzo nel contesto degli spostamenti rapidi cittadini. Allo stato attuale, le soluzioni proposte dal mercato tengono conto di sistemi realizzati secondo uno schema di alimentazione classico con supporto alle fonti energetiche a batteria in tecnologia Li-ion. 

Ad ogni modo, vi sono realtà che operano negli stessi ambiti ma con prospettive differenti per le quali si conta sull’adozione di sistemi ancor più eco-friendy, che incrementano ulteriormente le garanzie economiche a breve e lungo termine a vantaggio del consumatore finale. La nuova e-bike Alpha realizzata per conto di Pragma Industries, di fatto, corrisponde ad un sistema innovativo tutt’altro che consueto, ed in grado di regalare un’esperienza di utilizzo ed una convenienza senza precedenti.

Si tratta di una proposta a due ruote in grado di offrire una grande autonomia con la promessa di tempi di ricarica davvero immediati. Appena due minuti per portare a termine una singola ricarica completa. Tutto merito delle nuove celle energetiche ad idrogeno che alimentano il sistema attraverso una cella a combustibile con potenza di uscita da 150W in tecnologia brevettata PEM (Proton Exchange Membrane), in grado di garantire l’alimentazione di un potente motore elettrico Bose da 36V che si spinge fino ai 25Km/h di picco massimo.mobilità sostenibile bici idrogeno ricarica rapida

La società francese fautrice del progetto è già pronta a lanciare il suo prodotto nel mercato di distribuzione internazionale che, in tal senso, potrà veramente conoscere una rivoluzione in piena regola nel contesto dell’ eco – mobilità. Oltre al fattore legato alla gestione pura e semplice della potenza si considera, come visto, una tempistica di ricarica davvero irrisoria che tiene conto dell’utilizzo di un’apposita postazione Spring che, mediante un processo di elettrolisi idrogeno – acqua, genera una compressione in grado di trasferire nell’immediato 2 litri di idrogeno nel serbatoio, opportunamente occultato alla vista dell’utilizzatore in quanto deposto in posizione strategia all’interno del telaio della bicicletta.mobilità sostenibile bici idrogeno display

Ulteriori aspetti essenziali e senz’altro interessanti si hanno anche in relazione all’impatto ambientale di questo nuovo prodotto, dal quale risulta un danno nullo all’ecosistema e quindi nessuna emissione di biossido di carbonio nell’atmosfera, sia nella fase di utilizzo in esterna sia nel processo di ricarica ad idrogeno.

Valori aggiuntivi garantiti in fase di utilizzo sono corrisposti alla possibilità di poter contare su un sistema di visualizzazione integrato che opera in real-time attraverso una valvola di precisione che garantisce la consultazione dei dati sull’autonomia residua prendendo in esame la pressione del combustibile in cella.

L’azienda garantisce un’autonomia totale di 100Km in soli 2 minuti di ricarica continui. Che cosa cambia, oltre la convenienza di un sistema ultra-rapido di ricarica avente autonomia ottimale e impatto zero sull’ambiente, rispetto ad un tradizionale sistema alimentato con celle agli ioni di litio? Cambia in questo caso la capacità di assicurare un utilizzo normalizzato e le massime performance in qualsiasi condizione climatica, cosa che non accade invece per i sistemi alimentati a batteria che risentono come noto di eventuali gap termici improvvisi.mobilità eco sostenibile bici idrogeno

Si tratta di una bicicletta eco-sostenibile decisamente all’avanguardia, la quale merita sicuramente una particolare menzione nel contesto delle nuove frontiere della mobilità urbana . Allo stato attuale, nonostante il progetto sia stato ormai finalizzato e pronto per essere lanciato sul mercato, non si hanno informazioni precise circa la sua disponibilità effettiva ed il prezzo di lancio che, a fronte di simile layer tecnologico, non sarà di certo alla portata di tutti.

In linea con l’esperienza pluriennale nel settore vendite dei sistemi a pedalata assistita ci si attende quanto meno un listino prezzi prossimo ai €2.000, fattore che avvicinerà soltanto pochi eletti a questi senz’altro straordinari prodotti. 

E voi siete disposti a spendere una cifra simile per garantirvi un prodotto pratico, versatile, all’avanguardia e rispettoso dell’ambiente? Diteci pure la vostra intervenendo con un commento su questa nuova proposta.

FONTE