Al Mobile World Congress 2017 di Barcellona Ericsson ha avuto modo di dimostrare come il 5G renda possibile la guida remota di un veicolo proprio come se ci si trovasse immersi all’interno di un videogioco.

Il nuovo esperimento ha dato modo di sperimentare le potenzialità dei network di quinta generazione ed ha certamente avuto un notevole impatto tra il pubblico presente in sala. Attraverso un semplice voltante ed un sedile è stato possibile comandare da remoto un veicolo posto a chilometri di distanza direttamente dallo stand Ericsson al MWC 2017.

La visione del percorso è stata derivata su tre display, mentre i sensori correlati al veicolo hanno offerto i dati reali sul circuito, trasmesso in diretta tramite l’utilizzo della comunicazione 5G. L’esperimento è stato condotto in Telefonica (che ha curato l’aspetto connettività su frequenza 15GHz) e KTH/Indiada che hanno sviluppato il prototipo del veicolo.

Di fatto il 5G ha reso possibile un’interazione real-time a distanza che ha lasciato stupefatti i partecipanti alla manifestazione. Le sensazioni offerte dal sistema virtuale non si discostano affatto dalla situazione reale. Le ruote reagiscono istantaneamente alla rotazione del volante e la direzione cambia rapidamente insieme alla sensazione restituita al conducente dalle asperità dell’asfalto (nell’occasione un dosso). Ericsson 5G MWC 2017

Ericsson identifica questo nuovo approccio come “haptic communication“, o “Internet tattile”, ed è l’insieme di sensazioni che l’utilizzo del 5G si rende in grado di trasmettere in relazione alle caratteristiche proprie del segnale che, come già visto, offrono velocità, capacità di banda e bassi valori di latenza.

Fondamentalmente l’esperimento ha dato modo di valutare le reali potenzialità del 5G. Ma, ad ogni modo, questo è solo uno dei tanti contesti di utilizzo in cui la nuova tecnologia potrebbe trovare reale applicazione. Sviluppatori ed aziende sono pronti a scommettere su questa nuova frontiera tecnologica che concorrerà ad una totale rivalutazione dell’innovazione così come oggi viene concepita. Che cosa ne pensi di questo esperimento? A te la parola.

LEGGI ANCHE: Ericsson e Comau: nuova partnership per il 5G