Fastweb Italia aveva già annunciato in via preliminare l’intenzione di acquisire il ramo dell’azienda Tiscali Business per l’utilizzo delle frequenze a 3.5GHz nelle principali città italiane. Grazie a questo accordo, Tiscali avrebbe potuto accedere alla fibra Fastweb per il collegamento del proprio network Wireless LTE e residenziale in Fibra Ottica.

I termini dell’accorso discussi già due mesi fa hanno ottenuto ora il via libera attraverso due nuove disposizioni.

La prima di queste disposizioni riguarda la cessione a Fastweb del ramo d’azienda Tiscali Business, che comprende i clienti del segmento Top client di Tiscali e il contratto-quadro per i servizi di connettività (SPC) alla pubblica amministrazione. La cessione ha consentito il perfezionamento dei termini stabiliti in precedenza a fronte della stipula di nuovi accordi per la pubblica amministrazione locale e centrale ai sensi del contratto-quadro SPC attualmente in vigore oltre che per l’erogazione di servizi specifici alle PA già affiliate.

Il nuovo ramo aziendale conta sull’azione di 45 dipendenti per un volume di affari di circa €10 milioni di euro l’anno. Il valore complessivo dell’accordo è di circa €45 milioni di euro di cui €25 milioni di euro come fondo e ulteriori €20 milioni per i servizi. Un piano di investimento che consentirà a Tiscali di accedere ai servizi in Fibra Ottica Fastweb per la rete Fixed Wireless Ultra Broadband LTE e il collegamento dei clienti Consumer, Soho e SME di Tiscali su rete di accesso Fastweb.Fastweb Mobile

Sono stati versa 12.5 milioni di euro 7.5 dei quali in servizi e 5 milioni per cash. Il versamento del rimanente corrispettivo è subordinato all’esito del giudizio amministrativo attualmente all’attenzione del Consiglio di Stato.

La seconda disposizione verte invece sullo sviluppo di una rete convergente Fastweb – Tiscali per l’utilizzo delle frequenze 3.5GHz nelle principali città italiane con un canone annuo stabilito in 2.5 milioni di euro per i primi 5 anni che risulta già da ora pienamente esecutivo.

Un’operazione che per Tiscali corrisponde ad un ulteriore rafforzamento della struttura finanziaria e patrimoniale che si affianca alla realizzazione del piano di sviluppo industriale previsto per la propria rete LTE Ultra broad-band di ultima generazione e la migrazione degli attuali clienti ADSL verso la tecnologia in Fibra con focus particolareggiato sui consumer, Soho e SME e alle aree di digital divide esteso.

Lato Fastweb, il nuovo accordo consente di assumere una posizione centrale di fornitore di servizi per le Grandi Imprese del settore Enterprise e per la Pubblica amministrazione nonché il fatto di rendersi protagonista nello sviluppo di soluzioni e servizi innovativi per il segmento fisso e mobile, grazie all’utilizzo dei 3.5GHz.

Tiscali si impegnerà nel fornire agli utenti il documento informativo ai sensi dell’art. 71 del Regolamento Emittenti Consob n. 11971/1999.

LEGGI ANCHE: Fastweb Mobile 4G LTE: tutti i dettagli