in ,

Figuraccia Samsung per il Black Friday: vuole vendere Galaxy Note 3 usato

Il Black Friday si avvicina e tutti i più grandi produttori si stanno preparando: lo sta facendo anche Samsung, che recentemente però ha fatto una figuraccia non da poco. Ci sono offerte “cattive”, ma ci sono anche offerte che non mostrano rispetto per i consumatori. Questo è il caso, come riporta AndroidCentral: Samsung da oggi vuole vendere un Galaxy Note 3 usato a 250 dollari. Avete letto bene: un Galaxy Note 3 nel 2016.

Ok, Galaxy Note 3 era un phablet fi tutto rispetto nel 2013, prima che i telefoni “grossi” diventassero praticamente la norma, e aveva ottime caratteristiche: Snapdragon 800, 3GB di RAM, schermo a 1080p Full HD e ovviamente S Pen. Ma, diamine, era l’ottobre del 2013 il periodo in cui fu rilasciato. 3 anni nel mercato degli smartphone significano praticamente un era geologica, un periodo in cui sono usciti centinaia e centinaia di altri smartphone, oltre che altri Note, di cui uno purtroppo esploso.

Galaxy Note 3

Il problema non sono le caratteristiche un pochino datate ma il supporto che la casa madre ha terminato per Galaxy Note 3: arriva con Android 5.0 Lollipop e non è stato aggiornato dal novembre del 2015 e soprattutto non riceverà futuri aggiornamenti sia per quanto riguarda il sistema operativo e non siamo per nulla sicuri riguardo quelli riguardanti la sicurezza, importantissima per questi dispositivi. Si tratta di un telefono vecchio e nessuno ve lo raccomanderà per 250 dollari.

Per ora pare che questa “offerta” sia rivolta solo agli USA e non sia coinvolta l’Italia (ma vi aggiorneremo se accadrà) ma è chiaro come sia comunque una figura non da poco. A quel prezzo un utente può acquistare un Galaxy A3 o un Huawei P9 Lite, smartphone ancora supportati a livello software. Non sappiamo quanti Galaxy Note 3 saranno venduti da Samsung durante il Black Friday americano, ma pensiamo davvero pochi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…