Continua l’attenzione mediatica intorno all’attesissimo prossimo Top di gamma di casa Samsung: Galaxy S8. Ogni giorno, da diversi mesi, piovono rumor molto interessanti su questo dispositivo. E, man mano ci si avvicina alla data di presentazione, diventano ovviamente sempre più certi e dettagliati. Come noto, sarà presentato ufficialmente il 29 marzo, in vendita a metà aprile e brevemente presentato il 26 febbraio al MWC di Samsung in un video di un minuto.

Dopo il flop del Galaxy Note 7, Samsung sta prestando molta attenzione al comparto batteria. Infatti, bocciata quella “fatta in casa” e della cinese ATL, ha deciso di rivolgersi a un altro paese asiatico: il Giappone. Vediamo dunque chi fornirà la batteria al Galaxy S8.

Galaxy S8: a fornire batteria sarà

Come riporta Sammobile, dalla Corea del Sud i rumor affermano che Samsung ha deciso di rifornirsi per la batteria del Galaxy S8 presso la società giapponese Murata Manufacturing Works. Tuttavia, non si tratta di una totale bocciatura del comparto interno Samsung SDI, dato che si specifica che quest’ultimo continuerà a fornire le batterie per l’S8.

Galaxy S8

Pertanto, ci saranno due tipi di batterie, ma bisogna capire con quale percentuale sarà proposta l’una e l’altra; se e in quali continenti diversi; nonché se ci sarà una differenziazione tra i modelli. Si era anche parlato di un rifornimento presso il comparto di LG: LG Chem. Ma rapporti recenti lo escludono.

Leggi anche: Galaxy S8 presentato all’MWC il 26 febbraio in un video di un minuto

Dunque, Samsung punta al Sol Levante per la batteria del suo Galaxy S8. Del resto, la figuraccia incassata col Note 7 è stata troppo clamorosa e di certo non può concedersi un bis. Inoltre, vi abbiamo già riferito come la multinazionale coreana abbia ideato un’apposita task force per monitorare le batterie. Testandole in situazioni di stress. Ciò spiega anche il succitato rinvio della presentazione del dispositivo.