Molti di voi sicuramente avranno avuto la possibilità di avere fra le mani un Game Boy. Si tratta della console portatile di Nintendo realizzata dal team Nintendo Research & Development 1 guidato da Gunpei Yokoi e Satoru Okada. Il dispositivo nasce come successore del Game & Watch e fu commercializzata in Giappone il 21 aprile 1989.

Il Game Boy arrivò in Europa soltanto a settembre del 1990 assieme a 4 giochi, fra cui Super Mario Land. Con questa piccola introduzione vi riportiamo ad oggi e alle ultime notizie trapelate sul web circa una possibile versione 2018 della console portatile. In particolare, il 15 settembre, Nintendo ha depositato in Giappone il marchio Game Boy col fine di utilizzarlo per console, videogiochi, portachiavi e abbigliamento.

Game Boy Mini Nintendo

Game Boy: versione mini in arrivo sul mercato?

Si tratta di un’ampia gamma di prodotti che potrebbero debuttare ufficialmente nella madrepatria in seguito al successo dello SNES Classic Mini. In particolare, l’azienda giapponese sarebbe pianificando il lancio sul mercato di una rivisitazione della propria console portatile. Indiscrezioni simili sono trapelate nei mesi scorsi anche per un possibile Nintendo 64 Mini, dunque la registrazione del marchio Game Boy potrebbe essere una mossa per permettere alla società di mantenerne il controllo.

Anche se il NES e lo SNES Mini condividono lo stesso hardware (ma quest’ultimo arriva in una scocca più compatta), l’operazione “nostalgia” attuata da Nintendo sta riscontrando un grande successo. Per il presunto Game Boy Mini potrebbe accadere la stessa cosa con l’arrivo sul mercato di un dispositivo dotato soltanto di una nuova scocca e di un nuovo emulatore.

La mania di lanciare sul mercato delle vecchie console in versione compatta sta spopolando parecchio negli ultimi mesi poiché le aziende puntano a guadagnare sui dispositivi che in passato hanno riscontrato un grande successo e con l’obiettivo di puntare sulla nostalgia dei giocatori. Il prossimo anno tornerà anche il Commodore 64 e molto probabilmente anche l’Amiga. Non ci stupiremmo, quindi, se Nintendo decidesse di lanciare sul mercato il Game Boy.

Game Boy Mini Nintendo

Fonte