Google Allo rappresenta un’opportunità importante per Big G, nonostante i numeri all’esordio non sia stati clamorosi l’azienda intende continuare a sostenere la propria creatura, strategica per essere presenti su un settore vitale quale quello della messaggistica istantanea. Molti hanno storto il naso circa privacy e feature non all’altezza della concorrenza, Google però intende proseguire sulla sua strada fornendo alla piattaforma nuove soluzioni.

Uno degli scenari auspicati era un client desktop che consentisse di portare le funzionalità di Google Allo sul proprio PC. Inutile spiegare i vantaggi di questa feature, già adottata da molti rivali, basti pensare a Telegram, ma anche allo stesso WhatsApp, che comunque però richiede uno stretto legame tra PC e smartphone. Allo è pronto ad approdare su computer, ora abbiamo le prove. Scopriamo insieme di cosa si tratta.

Google Allo arriva su PC

Google Allo Messenger sarà presto ancora più semplice da utilizzare a casa o sul luogo di lavoro, grazie alla nuova versione desktop che farà da complemento alla app per dispositivi mobile che già conosciamo.

Google Allo
Lo screenshot che mostra la versione desktop di Google Allo.

Nick Fox, vice presidente prodotti di comunicazione, tramite un tweet ha svelato le grandi novità che riguardano il servizio di messaggistica. Poche parole, a corredo di uno screenshot che lascia pochi dubbi circa lo stato avanzato del progetto.

LEGGI ANCHE Google Allo: Snowden sconsiglia l’app per allarme privacy: come usarla in sicurezza

La versione desktop dovrebbe essere un’applicazione web per Google Chrome, questa mossa significherebbe l’assenza di un’applicazione da scaricare a parte su Mac o Windows, ma un’estensione in grado di lavorare su qualsiasi ambiente operativo, compreso quello dei Chromebooks.

LEGGI ANCHE Google Perspective combatte gli insulti Online con l’Intelligenza Artificiale

E’ una battaglia senza esclusione di colpi, quella che vede l’app di Google contrapposta a rivali agguerriti quali WhatsApp, telegram, Line, Viber, WeChat e altri ancora, l’arma nella manica di Big è rappresentata da Google Assistant, integrato in Allo per offrire aiuto all’utente per quanto riguarda ricerche, traduzioni e molto altro.