Google Pixel 2 StandardGoogle Pixel 2 XL sono giunti nel corso della manifestazione espositiva ufficiale che lo scorso 4 Ottobre 2017 li ha introdotti agli occhi di un pubblico entusiasta di quelle che sono state le innovazioni e le peculiarità tecniche messe in gioco da una società nel cui interesse rientra un obiettivo massivamente incentrato sullo sviluppo e l’ottimizzazione delle tecnologie digitali ad apprendimento automatico basate su motori ad Intelligenza Artificiale sviluppati direttamente in-house.

Una prova di questi affinamenti tecnici lato hardware e lato software ci sono stati già forniti dalla presenza di un nuovo supporto Google Assistant e dalla presenza di un misterioso componente hardware a microprocessore del tipo Pixel Visual Core che, attraverso l’utilizzo di un layer interattivo IA, consentirà presto di effettuare un post-processing avanzato delle immagini scattate tramite quelli che si sono classificati in assoluto come migliori soluzioni camera phone del 2017 con uno score Dx0Mark di ben 98 punti.

Ad ogni modo, l’utenza non vede di buon occhi i terminali troppo delicati ed attenti a senso unico a quelle che sono le innovazioni del comparto software e, proprio a ragione di ciò, c’è chi come il famigerato JerryRigEveryThing si prodiga nella realizzazione di video-test volti a conclamare l’efficacia costruttiva di resistenza dei nuovi prodotti in uscita sul mercato.

Google Pixel Phone 2

Quest’oggi tocca alla versione Standard Google Pixel 2 che affronta il test di piegatura e graffio dal quale si  evidenzia una scarsa predisposizione alla resistenza e quindi al manifestarsi di problematiche piuttosto rilevanti sul fronte della tenuta del rivestimento. La scocca in metallo, che fa da contorno allo chassis, si rovina con estrema facilità. 

La stessa Google, di fatto, fa presente che il telefono potrebbe addirittura assorbire la colorazione degli indumenti in pelle, degli jeans o di altri tessuti. Pessimo l’impatto sul sensore di impronte digitali che, dopo qualche graffio superficiale, smette letteralmente di funzionare. Il bend test, invece? Decisamente male. Pixel Phone 2 si piega facilmente e va in contro a rottura. 

Non si tratta di un risultato negativo al punto da essere equiparato ad iPhone 6 o agli stessi Nexus 6P Google, ma di certo il costruttore poteva prevedere un layer di rivestimento più resistente. Jerry pone particolare enfasi sull’inclusione di una zona plastica in prossimità delle antenne che contribuisce a generare una perdita di tenuta significativa. Sarebbe proprio questa la causa di uno score che non supera i 6 punti su 10. Appena sufficiente, quindi.

Lasciamo a voi l’onere di giudicare in merito alla questione resistenza Google Pixel 2 lasciandovi con il videoclip ufficiale e con quella che, invece, è una scheda tecnica davvero straordinaria.

 

Scheda Tecnica Completa Google Pixel 2 standard

Google Pixel 2
 

Display: Pannello Capacitivo Multi-Touch Optic AMOLED Full HD Standard a 538ppi 16:9 Resolution borderless con diagonale da 5 pollici @1920 x 1080p con sistema Ambient Display Active e rivestimento protettivo made in Cornig per il Gorilla Glass Generazione 5

Processore: Octa-Core System Qualcomm Snapdragon 835 10 nanometri 64-bit (4 × 2.35 GHz Kryo & 4 × 1,9 GHz Kryo)

GPU: Adreno 540

Memoria RAM: 4GB LPDDR4X SD-RAM System

Memoria ROM: 64/128 GB con tecnologia UFS 2.1

Fotocamera Principale Posteriore: 12.2 Megapixel Single-Lens Technology con tecnologia di stabilizzazione ottica di immagine (OIS,) HDR e sistema di messa a fuoco automatica rapida laser @f/1.8

Fotocamera Secondaria Anteriore: 8 Megapixel a fuoco fisso e con apertura focale @f/2.4

SIM-Card: Formato Nano-SIM Single-Card

Connessioni: 4G LTE (supporto e-SIM), WiFi ac doppia banda 2.4GHz/5GHz, NFC, Bluetooth 5.0 LE ed USB 3.1 Type-C Gen.1 reversibile, GPS con GLONASS Geo-System e BeiDou System

Sensori: Luminosità ambientale, Proximity sensor, scanner biometrico per le impronte digitali posteriore, accelerometro, giroscopio, bussola, barometro, Active Edge System

Dimensioni: 145,3 x 69,3 x 7,8-8,2 mm

Peso: 143 grammi

Batteria: 2.700mAh non removibile con funzione di ricarica rapida (15 minuti di ricarica = 7 ore di autonomia)

Sicurezza: scanner intelligente integrato per le impronte digitali disposto sul retro, Resistenza Acqua e polvere secondo standard IP67

Funzioni Esclusive: Compatibilità Google DayDream VR

Sistema Operativo: Android 8.0 Oreo Stock Version

Prezzo al lancio: €799

Che cosa ne pensate delle nuove soluzioni top di gamma Google per il mercato smartphone di quest’anno? Spazio a tutte le vostre personali considerazioni al riguardo.