Google testa nuovi comandi per il controllo della velocità sull’app mobile di YouTube, una funzione già disponibile da tempo sulla versione desktop. Molti utenti preferiscono guardare alcuni canali a velocità aumentata per poter recuperare tempo prezioso. Non è inusuale ad esempio sentire i podcast a velocità raddoppiata in maniera tale da poter ascoltare un’ora di parlato in poco più di mezz’ora.

A volte invece alcuni passaggi, specialmente se guardiamo video in lingua straniera, non ci sono molto chiari, sia per la parte audio che per la parte video. Ecco che allora rallentare il video in questione si rivela molto utile.

Google sta testando una nuova funzione per l'app di Youtube

Per la versione desktop di YouTube questa feature è disponibile già da tempo, ma mancava dalla versione mobile. Ora Google sta testando nuovi comandi per la velocità per una cerchia ristretta di utenti. 

Come potete vedere dagli screenshot, la nuova impostazione relativa alla regolazione della velocità è disponibile dall’interno dell’app in nuovo menù. Accedendo al menù delle impostazioni da app mobile troverete la nuova voce “Velocità” relativa alla manipolazione temporale del video. Per velocizzare il video basterà selezionare un delle opzioni più in basso: 1.25x, 1.5x e 2x. E’ possibile velocizzare fino al doppio della velocità, mentre è possibile rallentare fino ad un quarto della velocità iniziale. 

Per rallentare il video selezioniamo le voci 0.75x, 0.5x o 0.25x e il gioco è fatto. Se vogliamo tornare alla velocità standard, tappiamo su “Normale“. Purtroppo la funzione non è ancora disponibile per il grande pubblico, ma è in fase di test da una ristretta cerchia di volontari che hanno dato il loro consenso per ricevere in anteprima nuove funzioni da testare da parte di Google.

Non c’è alcun modo quindi per forzare la comparsa di questi comandi nell’app di YouTube sul vostro smartphone Android. Bisogna aspettare e sperare che il feedback positivo dei tester che in questo momento stanno testando questa nuova funzionalità di Google spinga la casa di Mountain View a rilasciare la modifica per tutti gli altri utenti con un aggiornamento futuro. 

 

FONTE