Giusti ieri abbiamo avuto modo di raccogliere nuove nuove informazioni in merito a quello che ai nostri occhi è potuto passare come un Honor V10 dalle caratteristiche a dir poco straordinarie. Caratteristiche che, in linea con la filosofia della compagnia cinese, saranno da concedersi ad un listino prezzo decisamente molto più conveniente rispetto alle controparti top di gamma parallele del mercato Android. 

In considerazione del fatto che le informazioni avutesi ieri non hanon ancor amanifestato l’uscita vera e propria dei device conviene senz’altro tornare con i piedi per terra e valutare, invece, ciò che di concreto ha da offrire una società che con i suoi Honor 7X promette seriamente di sbilanciare un mercato europeo ormai saturo di nuove proposte commerciali.

Con il suo 7X, la compagnia orientale porta avanti i suoi propositi di innovazione rilasciando il primo terminale con form factory a sviluppo verticale nel formato 18:9, lo stesso adoperato dai competitor diretti per LG G6, Samsung Galaxy S8, Note 8 ed una serie di altre proposte concorrenti della madrepatria cinese.

Il mercato cinese, di fatto, accoglie la nuova proposta del sub-brand Huawei che avevamo già avuto modo di vedere in anteprima in Cina nel corso del mese di Ottobre 2017, quando agli occhi dei consumer si era materializzato un device tutt’altro che di secondo piano. Oggi, in via del tutto ufficiale, il terminale giunge anche in Europa, varcando i confini del mercato tedesco.honor 7x

Honor 7X rappresenta l’ultima evoluzione tecnica dell’omonima società costruttrice, postasi all’attenzione degli utenti con una corrisposta dotazione di SoC Kirin 659 (4 x A53 a 2,36 GHz + 4 x A53 a 1,7 GHz) con GPU MaliT830-MP2 e 4GB di memoria RAM che si completano con 64GB di storage memory standard eventualmente espandibile dall’esterno tramite slot dedicato e condiviso per la microSD Card fino a ulteriori 256GB. Il sistema, come intuibile, prevede l’adozione del sistema Dual SIM Dual StandBy in assenza di schede microSD in uso, mentre interessante pare il profilo multimediale corrisposto all’instant shooting delle fotocamere.

Il sistema di punta e scatta di questo Honor 7X conta di fatto su un’implementazione di livello Dual-Camera per il posteriore, con obiettivi Monochrome + RGB @16 + 2 Megapixel da utilizzarsi per la creazione dell’effetto Bokeh in modalità variabile di profondità di campo. Inoltre, non manca nemmeno un Flash Led Dual-Tone per gli scatti in notturna, mentre la fotocamera anteriore per i selfie è una classica 8 Megapixel.honor 7x europa

Caratteristica distintiva di questo nuovo smartphone è senz’altro il sopra menzionato display, che nella sua rinnovata forma a 18:9 offre la vista su un pannello in tecnologia LCD Full HD+ (2160×1080 pixel) incastonato su una sagoma dalla diagonale da ben 5.93 pollici per una dimensione assoluta di 156,5 × 75,3 × 7,6 mm d un peso di 165 grammi batteria compresa. Per quanto riguarda la batteria abbiamo un modulo da ben 3.340mAh che unitamente alle ottimizzazioni Android Nougat concederà un ampio range di utilizzo su base quotidiana.

Completano la dotazione la presenza di un sensore per lo scanning intelligente on-board delle impronte digitali ed il supporto alla connettività avanzata 4G VoLTE e quella wireless WiFi 802.11n, Bluetooth 4.1 LE e supporto al GPS con A-GPS e GLONASS Geo-System Support.

Visto in quest’ottica questo Honor 7X potrebbe benissimo passare per un porting 1:1 delle attuali soluzioni commerciali medio gamma della serie Huawei Mate 10 Lite. Di fatto, oltre la semplice provenienza vi è in comune anche una certa affinità tecnica e di design, sebbene il prezzo vari a favore della proposta Honor, concessa al mercato tedesco al listino di €300.