in

I robot di Google Verily rilasciano milioni di zanzare in California

Le zanzare sono state progettate per cercare di ridurre la trasmissione delle malattie

Si tratta di zanzare sterili in natura, ma il loro compito è quello di ridurre i numeri della popolazione “reale” e scongiurare la diffusione delle malattie. Verily, la divisione Biotech di Alphabet precedentemente nota come Google Life Sciences, ha affermato la scorsa settimana che il progetto Debug, un’iniziativa mirata a ridurre il volume delle zanzare che trasportano malattie in tutto il mondo, è pronta per un test proprio in questo campo.

Il campo di prova, Debug Fresno, è in corso di svolgimento. In collaborazione con MosquitoMate e con il Fresno County’s Consolidated Mosquito Abatement District (CMAD), il test, a partire da ora, mira a mettere a punto metodi per ridurre la popolazione della zanzara Aedes aegypti, che porta malattie tra cui Zika, dengue e chikungunya. La specie invasiva della zanzara è emersa a Fresno nel 2013, ma non sono stati riportati casi delle malattie citate.

Per affrontare la questione, Verily rilascerà ogni settimana almeno un milione di zanzare sterili maschili nella contea. Gli insetti saranno trattati con Wolbachia, un batterio naturale che impedisce alle uova prodotte dai maschi e dalle femmine di svilupparsi e di essere covate.

Le zanzare di Google Verily

Questo tipo di zanzare Aedes aegypti trattate con la Wolbachia sono state rilasciate per la prima volta nel paese nel 2016 grazie agli sforzi di CMAD e MosquitoMate. Ma Verly sostiene che con l’aggiunta di questi nuovi robot, automi e algoritmi software, l’allevamento di zanzare maschili è aumentato in volume di 25 volte, più di quanto la società è stata in grado di produrre prima d’ora.

Verily afferma che la “crescita automatizzata di massa e il processo di selezione dei sessi” sviluppati presso l’azienda ora rendono possibile l’uscita di un milione di insetti ogni settimana. Inoltre, i dispositivi di rilascio permettono anche che le zanzare vengano rilasciate in modo “equo e mirato” durante la stagione riproduttiva. Una volta che il rilascio è stato completato, la squadra di Verily confronterà la popolazione adulta e il tasso di covata delle uova nelle aree di prova in due quartieri di controllo. Per tutti i residenti preoccupati per un improvviso aumento delle zanzare durante la prova, vale la pena notare che i maschi non mordono o non trasmettono malattie agli esseri umani.

Debug Fresno avrà luogo per un periodo di 20 settimane in due quartieri di circa 300 ettari di dimensioni. Le zanzare saranno rilasciate dai furgoni del “Mobile Mosquito Unit” di Debug Fresno. Nel tempo, il team spera di vedere una riduzione drammatica delle zanzare Aedes aegypti. “Gli studi sul campo ci permettono di mettere a punto le nostre scoperte e le nostre tecnologie in sfide e condizioni reali e raccogliere le prove necessarie per portarle ad una più ampia scala“, spiega Verily. “Speriamo di dimostrare il successo di Debug Fresno che beneficerà le comunità locali che lavorano con noi in questo studio e, in seguito, altre comunità globali dove Zika, dengue e chikungunya sono endemiche“.

In aprile, Verily ha dato il via a uno studio di 10.000 persone chiamato Project Baseline che esplora il perché le persone generalmente sane si ammalano. Lo studio è probabile sia uno sforzo della durata stimata di dieci anni e utilizzerà fonti relativi a determinati dati, tra cui dispositivi portatili, esami fisici, registrazioni sanitarie elettroniche e sondaggi e diari per accertare le ragioni biologiche che stanno dietro alla malattia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

Samsung Galaxy Note 8: data di uscita fissata ad ottobre in molti mercati

Il sentiero più pericoloso del mondo, video da brividi