Le novità annunciate in casa Apple al WWDC 2017 sono state molte, una più affascinante dell’altra.
iOS 11 è stato una vera rivoluzione per tutti gli amanti del melafonino, infatti l’azienda di Cupertino oltre ad aver annunciato un nuovo hardware, ha rilasciato anche la prima beta del nuovo sistema operativo per iPhone.

ios 11 focustech

In iOS 11, Apple ha implementato due nuovi codec per comprimere i file multimediali. Per l’esattezza si tratta di protocolli di compressione per foto e video, che faranno diminuire di gran lunga il peso dei singoli file, mantenendo inalterata la qualità degli scatti. 
Infatti l’app “Fotocamera” di iOS 11 non salverà più voto e video in Jpeg e h.264 come è sempre avvenuto nei precedenti sistemi operativi, ma utilizzerà due protocolli innovativi denominati HEIF e HEVC, con i quali si andrà a ridurre lo spazio occupato fino alla metà rispetto a prima.

LEGGI ANCHE: iOS 11: ecco le 6 novità più interessanti in arrivo con il nuovo sistema operativo
Il codec HEIF (High Efficiency Image File Format) è esclusivamente dedicato alle foto, mentre quello HEVC (High Efficiency Video Coding) riguarda i contenuti video.

L’HEIF è un formato di compressione sviluppato dal MPEG (Moving Picture Experts Group) con specifiche definite già nel lontano 2015, il codec HEVC è un formato video ad alta efficienza e di ultima generazione uno standard di compressione video che consente mediamente di raddoppiare il rapporto della compressione dei dati rispetto al precedente H.264, il tutto mantenendo lo stesso livello qualitativo.

9To5Mac ha testato la beta del nuovo sistema operativo iOS 11, confrontando la qualità degli scatti con e senza compressione.
Sono state scattate due foto notturne della skyline di New York ed il peso della foto scattata con la classica compressione è stato di 2MB, mentre utilizzando il sistema HEIF il file aveva un peso di 1,2 MB.
Quindi possiamo dire che presto ci accorgeremo che il risparmio accumulato per ogni foto scattata dal nostro smartphone sarà notevole.

ios 11 focustech.

E’ stata, inoltre, effettuata una prova di iOS 11 con un video, la differenza è lampante: con il vecchio sistema operativo il peso del file era di 62 MB, compresso con h.264 il tutto si è dimezzato a poco meno di 33 MB.
Il tutto, a parità di qualità audio e grafica!

Come attivare questa funzione

Dopo aver scaricato e installato iOS 11, sarà possibile attivare i formati sopradescritti, semplicemente andando in IMPOSTAZIONI > Fotocamera > Formati. Una voltà qui, sarà possibile selezionare la modalità preferita, scegliendo tra “Efficienza Elevata” e “Più Compatibile”.

 

Per ridurre le dimensioni dei file relativi alle foto e ai video che scattiamo con il nostro iPhone, bisognerà selezionare l’opzione “Efficienza Elevata”, se invece si preferisce utilizzare un formato a compatibilità superiore, andrà selezionata l’opzione “più compatibile”, la quale utilizzerà comunque il formato H.264 in Jpeg.
La Apple, in realtà ha già introdotto nei nostri dipositivi il formato HEVC all’interno dell’app di Facetime. Fu fatto questo miglioramento in iPhone 6 per migliorare la qualità grafica delle videochiamate, riducendo di gran lunga il numero di “cubetti pixelosi” nelle immagini video istantanee.

Ma attenzione: Apple ha precisato che entrambi questi codec innovativi richiedono una elevata potenza di calcolo. Perciò si consiglia vivamente di attivare le funzioni con iPhone che abbiano minimo un processore di classe A9, ovvero da dispositivi iPhone 6S in avanti.
Ti potrebbe interessareDa Apple la nuova funzione per una guida più sicura: arriverà con iOS 11