Apple ha presentato i suoi nuovi iPhone 8, iPhone 8 Plus e iPhone X lo scorso 12 settembre. Quale è stata la cosa su cui tutti o quasi hanno avuto da ridire ? Beh, è ovvio, il prezzo. Quest’anno l’azienda ha superato se stessa. Si tratta di veri e propri prezzi da record quelli raggiunti dai nuovi dispositivi della mela morsicata. Non parliamo tanto di iPhone 8. Ricordiamo che questo modello è stato presentato con una leggera variazione di decine di euro.

Ci vogliono ben 839 euro per il modello da 64 GB di iPhone 8. Se si considera che lo scorso anno si partiva dalla versione da 32 GB possiamo dire che il prezzo può anche andar bene. Ciò che non convince del prodotto è però l’aspetto generale. Troppo simile alla versione precedente. Sarebbe questa l’accusa rivolta da molti utenti alla casa della mela.

Certo, il nuovo design in vetro da una lieve marcia in più al prodotto ma non serve per giustificare l’elevato prezzo che l’azienda richiede per il dispositivo.

Qundi iPhone 8 risulta essere momentaneamente bocciato dalla maggior parte degli utenti. Che dire di iPhone X ? Per quanto riguarda le funzionalità, qui non possiamo dire molto. Il prodotto deve ancora essere immesso sul mercato e di conseguenza dei riscontri reali ed affidabili arriveranno solamente dopo il 3 novembre. L’unico fattore sul quale possiamo soffermarci è il costo. Questo è il più alto in assoluto mai visto per un prodotto “consumer”. Si parte da una base di 1189 euro.

iPhone 8 vs iPhone X prezzo
Apple ha fatto qualcosa che fin’ora non aveva mai fatto, ha creato competizione fra due suoi dispositivi. Stiamo parlando di iPhone 8 e iPhone X. Il primo criticato per la troppa somiglianza con iPhone 7, il secondo per la presunta poca affidabilità del Face ID. Chi dei due avrà la meglio ?

E’ vero che il nuovo smartphone monta uno schermo OLED che risulta essere molto più costoso rispetto agli LCD utilizzati fino ad ora. E’ vero anche che il profilo di questo nuovo smartphone non è in alluminio ma è in acciaio. In ogni caso non si tratta di caratteristiche così costose da far schizzare il prezzo di vendita così vertiginosamente.Anche in questo caso si parte da una base di 64 GB. Anche la memoria interna contribuisce in parte al raggiungimento del costo elevato.

Come ogni anno accade, ci sono varie aziende che si cimentano nell’impresa di stabilire il costo di produzione di uno smartphone. Ovviamente però, bisogna precisare più e più volte che si tratta solamente di stime non confermate dall’azienda di Cupertino. Di conseguenza bisogna considerarle con il loro giusto peso.

Stime sui costi di produzione di iPhone 8

Vi avevamo parlato di un possibile costo di produzione del modello di iPhone X da 256 GB. Secondo la stima questo costerebbe ad Apple almeno 400 dollari. Possibile che Apple abbia pagato così poco uno smartphone che a noi rivende a più del doppio del prezzo ?

La risposta è Ni. Sicuramente Apple guadagna molto sui suoi prodotti ma c’è anche da dire che le stime non comprendono tutto un insieme di altri costi che invece risultano essere fondamentali per il raggiungimento del prezzo finale.

A distanza di pochi giorni dalla sua uscita, anche il nuovo iPhone 8 e suo fratello iPhone 8 Plus ricevono le stime del costo di produzione. Secondo voi quanto costa produrre un iPhone 8 ? Scopriamolo insieme.

iPhone 8 sostituzione parti
I nuovi iPhone 8 sono considerati attualmente gli smartphone Apple più snobbati in assoluto quale sarà la motivazione di tale eventi ? Gli utenti non sono disposti a spendere così tanti soldi oppure stanno aspettando l’uscita del nuovo iPhone X ? Lo scopriremo solo dopo il 3 novembre, giorno d’uscita del tanto discusso melafonino borderless.

Ecco quanto costa produrre iPhone 8 secondo IHS Markit

Quanto si parla di stime non si sa mai se si sta parlando di qualcosa di reale o meno. Fatto sta che secondo IHS Markit i costi che sostiene Apple quest’anno per produrre i propri smartphone sono superiori rispetto a quelli che sborsava lo scorso anno. In particolare, secondo quanto appreso, iPhone 8 in versione base avrebbe un costo leggermente superiore rispetto a quanto costava produrre iPhone 7 da 32 GB.

Discorso cambia invece per quanto riguarda la variante Plus. Alcuni dei suoi componenti quest’anno fanno aumentare il costo di un bel po’. Che sia questa la motivazione per la quale i prezzi sono così alti ? Dobbiamo perdonare Apple ? Prima di giudicata aspettate a sapere quali sono i numeri che suggeriscono le stime. Si noti che queste sono riferite ai soli componenti dello smartphone.

iPhone 8 sostituzione parti
Le stime fatte riguardo i costi di produzione del nuovo iPhone 8 si basano solo ed esclusivamente sulle componenti impiegate. E’ lo stesso discorso che è stato fatto per dedurre il costo di produzione di iPhone X. Per questo ci vogliono 400 dollari. Quanto ci vorrà per iPhone 8 e iPhone 8 Plus ?

iPhone 8 da 64 GB costa ad Apple 247,52 dollari, solamente 10 dollari in più rispetto alla versione di iPhone 7 da 32 GB dell’anno scorso. Se si considera poi che questo nuovo modello è dotato di memoria più grande la differenza di costi si azzera del tutto. Anzi si potrebbe addirittura pensare che il costo di iPhone 8 in via generale sia più basso di quello dello scorso anno per iPhone 7.

Costi leggermente superiori sono invece previsti per quanto riguarda la versione Plus del nuovo smartphone di Cupertino. Questa costa attualmente ad Apple la cifra di 288 dollari. Circa 20 dollari in più rispetto alla versione dell’anno precedente. Se questi dati fossero reali al 100% significherebbe che il prodotto vale solo il 35% di quanto realmente l’azienda lo fa pagare. SI tenga conto che la percentuale è stata ricavata in base al costo negli Stati Uniti. C’è da dire però che queste stime non tengono conto di tutta una serie di cose, ecco quali.

iPhone 8: le stime non dicono tutta la verità

L’azienda che si è impegnata nell’elaborazione di questi calcoli ha fatto ben chiaro che i costi sono stati ricavati tenendo conto solo ed esclusivamente delle componenti. E’ quello che si indica con il termine tecnico BOM, ovvero Bill of materials. L’azienda non ha fatto altro che elencare tutte le nuove componenti di iPhone 8, ne ha calcolato il costo e si è limitata a sommare il tutto. Il totale è quello che avete letto sopra, però bisogna tener conto che ci sono costi come quelli di produzione e di assemblaggio, trasporto, ricerca e sviluppo ecc. Di conseguenza non possiamo considerare la stima come il costo completo che Apple sostiene per il suo nuovo top di gamma.

iPhone 8 unmount
Sono state passate in rassegna solo ed esclusivamente le componenti utilizzate per produrre lo smartphone. IHS Markit ha fatto sapere che ci sono stati degli aumenti di prezzo per quanto riguardo alcune delle componenti che l’azienda ha aggiornato. Tra questi figurano lo schermo, il case in vetro, il nuovo chip A11 Bionic e la fotocamera doppia di iPhone 8 Plus.

Ciò che risulta vero è che IHS Markit ha fatto sapere che i costi delle componenti su cui Apple ha puntato maggiormente hanno un prezzo superiore rispetto a quello dello scorso anno.

Le novità hanno un costo più alto ed è giusto che sia così. I componenti che si sono rivelati i più costosi da produrre sono il nuovo chip A11 Bionic che costa ben 5 dollari in più rispetto al precedente A10 Fusion, poi troviamo lo schermo, il nuovo case in vetro e la doppia fotocamera di iPhone 8 Plus che ora costa solo lei più di 30 dollari al pezzo. Apple ovviamente non si pronuncia su quanto detto, però c’è da dire che il CEO, Tim Cook aveva parlato in maniera negativa delle stime nel 2015. Secondo lui sono dati che non rispecchiano minimamente la realtà. Egli ha affermato che in tutti gli anni della sua carriera non ha mai visto nessun tipo di stima che si avvicinasse anche di poco al reale costo di un prodotto.

iPhone 8: i costi aggiuntivi fanno lievitare il prezzo

In effetti il caro Tim Cook non ha poi tutti i torti, noi italiani dovremmo saperlo molto bene. iPhone 8 in Italia costa molto di più rispetto agli altri paesi. Se il costo del prodotto è sempre lo stesso per Apple perchè da noi costa di più che in Francia ? Il discorso è semplice, ci sono dei costi che non dipendono dall’azienda stessa.

Come vi abbiamo accennato prima, infatti, ci sono delle somme, anche abbastanza alte, che la casa deve investire per la creazione del proprio prodotto. Primi fra tutte quelle dedicate alla progettazione del dispositivo, altre sono quelle dedicate al settore della ricerca e sviluppo, altre quelle legate al software. Per non parlare poi di quelle per la manodopera di assemblaggio, per il packaging e per il trasporto. Sono tutti un insieme di valori che sicuramente costituiscono gran parte del costo finale del prodotto. Limitarsi a considerare solo il prezzo delle componenti non permette di giungere ad un risultato veritiero.

tim cook alla foxconn in cina
Le stime possono sembrare veritiere ma in realtà non rappresentano l’intero costo che l’azienda sostiene per la produzione dei suoi dispositivi. Ci sono infatti costi, anche elevati che la casa investe. ovvero quelli per il trasporto, l’imballaggio, lo sviluppo del software e molti altri ancora. Solo dopo la somma di tutti questi costi si potrebbe dire di avere un riscontro reale dell’effettivo costo di produzione.

L’azienda che ha effettuato le stime non si è fermata a parlare solamente del nuovo iPhone 8 ma ha anche fatto cenno al tanto discusso iPhone X. Quello che afferma IHS Markit è che la reale differenza di prezzo di produzione Apple la sentirà proprio grazie a questo dispositivo. E’ esso che infatti risulta essere quello che a livello delle componenti monta le cose più innovative. Basti pensare solo ai vari sensori per il funzionamento del Face ID. Se si considera poi che i costi dell’hardware anche in questo caso vanno sommati ai costi accessori si arriva benissimo al perchè Apple sia arrivata ad una cifra come 999 dollari per il suo modello più innovativo.

Fonte: AppleInsider.com