in ,

iPhone 8: TSMC avvia la produzione dei SoC A11 a 10 nanometri

Le complicazioni derivanti dalle nuove implementazioni per i SoC TSMC a 10nm causeranno un sostanziale ritardo nella commercializzazione di iPhone 8.

iPhone 8 sarà il prossimo top di gamma di casa Apple, diretto rivale dei flagship killer di quest’anno del comparto Android. La taiwanese TSMC ha avviato la produzione delle nuove unità SoC serie A11 con processo produttivo FinFET a 10 nanometri, caratteristica peculiare che ha causato un certo ritardo nel processo di realizzazione ed implementazione.

Di fatto, iPhone 8 sarà il terminale Apple più potente della serie di quest’anno, accanto alle proposte iPhone 7S ed iPhone 7S Plus che vedranno il loro esordio sul palcoscenico del prossimo Keynote autunnale, in programma per il prossimo mese di Settembre 2017.

L’azienda TSMC, incaricata delle forniture dei nuovi microprocessori intelligenti, dispone della più grande fabbrica indipendente di semiconduttori al mondo, ed ha avviato la produzione delle nuove unità che equipaggeranno i futuri top di gamma Apple 2017.iPhone 8 SoC TSMC

La road-map iniziale aveva previsto l’implementazione dei nuovi sistemi già in Aprile 2017 ma, causa il nuovo processo produttivo, il rilascio dei terminali potrebbe slittare di qualche settimana, confermando i timori degli analisti che, contestualmente, indicano un potenziale ritardo dovuto all’ingegnerizzazione sotto-schermo del nuovo Touch ID.

A riferire del potenziale ritardo nella commercializzazione degli iPhone 8 è la testata estera DigiTimes, che conferma la discrepanza temporale delle nuove implementazioni rispetto agli anni passati, quando Apple si affidava anche al competitor Samsung per la realizzazione dei System-on-a-Chip. Scelta che, nonostante tutto, ha consentito di mantenere integri i rapporti tra i due colossi dell’elettronica internazionale.

Di fatto, secondo quanto riportato dal Korea Herald a metà Febbraio 2017, la società di Tim Cook avrebbe siglato una partnership con Samsung per la concessione delle forniture per le nuove unità di visualizzazione in tecnologia OLED, per i display di nuova generazione. Come confermato dalle indiscrezioni, infatti, pare che i display iPhone segneranno una serie rottura con il passato delle soluzioni LCD Screen.iPhone 8 concept

Ritornando in merito al SoC A11, la situazione rimane assai incerta. Il report di DigiTimes, in linea con le indiscrezioni del periodo, riporta di fatto come il ritardo residuo sulla produzione delle nuove unità sia di almeno un mese sulla tabella di marcia inizialmente stabilita.

Sia iPhone 8 che iPhone 7S ed iPhone 7S Plus saranno equipaggiati con le nuove soluzioni a 10 nanometri per i SoC. Sistemi che conteranno sull’aggiunta integrativa della tecnologia InFO (Integrated Fan Out), la quale consente di realizzare packaging più compatti con la garanzia di consumi inferiori e temperature di esercizio decisamente più basse rispetto alle soluzioni precedenti. Fattori che, unitamente alla necessità di realizzare un prodotto a 10nm, portano ad una complessa fase di realizzazione, e ad un conseguente aumento dei tempi per l’implementazione.

Da questo punto di vista, dunque, non è difficile pensare che le nuove generazioni di prodotto possano giungere al mercato con tempistiche assai diversificate, appena dopo il Keynote 2017. Pertanto, sono in molti ad auspicare una potenziale uscita iPhone 8 a ridosso delle prossime festività natalizie. Un fatto che, dal punto di vista commerciale, potrebbe corrispondere ad un miglior margine di vendita sui prodotti.iPhone 7S Concept

Non ci si deve comunque dimenticare anche dei nuovi iPad Pro, attesi nel corso di questo 2017. Anche questi dispositivi dovrebbero poter integrare le nuove unità SoC A11 a 10 nm e, di fatto, complicare ulteriormente la situazione.

Indicazioni più precise saranno corrisposte nel corso delle prossime settimane. Ad ogni modo, pare proprio che iPhone 8 sia un terminale da riservarsi a pochi eletti o, comunque, ad una ben specifica categoria d’utenza, visti e considerati i prezzi di listino che, come riferito, andranno a superare la soglia psicologica dei $1.000.

Voi che cosa ne pensate al riguardo? Avete seguito da vicino l’evolversi delle indiscrezioni sui nuovi top di gamma? Resta sintonizzato per ulteriori aggiornamenti al riguardo.

FONTE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

poker intelligenza artificiale IA

Intelligenza Artificiale sconfigge giocatori di poker umani e vince 290 mila dollari

Microsoft Build 2017

Microsoft Build 2017: rilasciati i dettagli sul prossimo Redstone 3. Tutte le novità di Windows 10 Fall Creators Update