iPhone X produzione pieno regime 2018

Abbiamo parlato proprio ieri dei vari problemi che la casa della mela morsicata sta affrontando in questi ultimi tempi. iPhone 8 non riesce a vendere e questo si sta rivelando un vero e proprio problema. E’ il primo anno in cui uno smartphone della mela suscita così poco entusiasmo. Apple non ha proferito parola riguardo l’accaduto, potete però immaginare quanti possono essere gli sfottò che si stanno generando sul web nelle ultime ore. E’ una sorta di reazione a catena quella che si sta verificando. Anche il noto analista Kuo ha affermato che i nuovi modelli stanno vendendo decisamente meno rispetto alle aspettative.C’è da dire però che molti pensano che questa sia stata una mossa studiata a pennello dall’azienda stessa. iPhone 8 e iPhone 8 Plus non sono il vero obbiettivo a cui Apple sta puntando. Il modello che l’azienda intende vendere è iPhone X.

Di conseguenza, stando alle voci, il tutto starebbe procedendo secondo i piani prefissati dal colosso di Cupertino. iPhone 8 è stato lanciato come una sorta di antipasto. Questo solo per avere un prodotto nuovo sul mercato già da ora. Il pasto principale arriverà solo a novembre. Sarebbe quindi questa la mossa che Apple avrebbe architettato per permettere di rimandare ancora un po’ la data di uscita del modello più costoso di iPhone. E’ proprio del nuovo melafonino che vi vogliamo parlare oggi. Sicuramente tutti oramai conoscerete iPhone X. Questo è diventato subito famoso per il suo prezzo giudicato troppo elevato. Vi abbiamo spiegato in un articolo precedente che i costi che l’azienda deve sostenere per produrre i suoi dispositivi sono abbastanza consistenti. Di conseguenza, il prezzo di 999 dollari attribuito ad iPhone X potrebbe essere anche giustificato da questo fattore.

Quello che però sicuramente non è giustificabile è il possibile ritardo di consegne che potrebbe verificarsi. Vi parliamo di problemi di produzione di questo specifico modello di iPhone da molto tempo. E’ da quanto non conoscevamo ancora tutte le caratteristiche che ci era giunta voce che il nuovo smartphone della mela stava subendo non pochi problemi nella produzione di alcuni dei suoi componenti. Vi avevamo parlato del problema dei chip di memoria. Apple ha avuto difficoltà a trovarne l’ingente quantità adatta per tutti e tre i nuovi modelli di iPhone. Fortunatamente però, dopo un primo momento in cui c’è stata un po’ di difficoltà, tutto si è risolto grazie ad una collaborazione con l’azienda sudcoreana Samsung. 

iPhone X
iPhone X è il nuovo smartphone della mela che sarà incaricato di salvare la delicata situazione che sta affrontando Apple negli ultimi giorni. Lo smartphone sarà disponibile a partire dal 3 novembre. Manca appena un mese e ancora risultano esserci numerosi problemi su più fronti. Riuscirà la casa della mela morsicata a risolverli in tempo ?

iPhone X: la produzione è molto lenta

Discorso analogo si è verificato per quanto riguarda la produzione dello schermo OLED. Sono mesi che si sapeva che il nuovo iPhone ne avrebbe montato uno. I problemi però sono sorti, non tanto per la nuova tecnologia implementata ma piuttosto per la particolare forma del display. Vi avevamo parlato qualche tempo prima della presentazione ufficiale, di un problema che era intercorso proprio per quanto riguarda gli schermi OLED. Apple ha dovuto nuovamente affidare la sua produzione all’azienda sudcoreana Samsung, ma pare che questa volta non sia bastato. La produzione è continuata ad essere più lenta del previsto e di conseguenza il numero di unità prodotte non è stato quello prospettato. 

iPhone X design
i problemi relativi alla produzione sono iniziati già negli scorsi mesi. I primi ad essere colpiti sono stati i chip di memoria. Risolta la produzione di quelli, si è passati agli schermi OLED. Grazie all’aiuto di Samsung le cose sembrano essersi risolte anche su questo fronte. Ora però spuntano come problema Romeo e Giulietta. Che centrano loro ?

Non bastavano quindi solo i problemi causati dal tanto discusso Face ID. iPhone X è stato colpito da una vera e propria maledizione. Apple non ha neanche ancora ricevuto tutti i permessi per poterlo immettere sul mercato. I tempi sono molto precari, cosa succederà il tre novembre ?. Si pensava che i problemi fossero stati risolti eppure non è stato per nulla così. Un documento uscito nelle scorse ore ha confermato che la produzione dei nuovi smartphone è effettivamente in grosso ritardo. Il problema però questa volta non è imputabile nè al display nè ai permessi nè ai chip di memoria. La colpa questa volta è stata data a Romeo e Giulietta.

Romeo e Giulietta fanno far tardi ad iPhone X

Chi non conosce la storia di Romeo e Giulietta ? La tragedia di William Shakespeare è un capolavoro che è davvero difficile dimenticare. Nemmeno l’azienda della mela morsicata lo dimenticherà da ora in poi. Per Apple, Romeo e Giulietta saranno coloro che hanno fatto tardare la produzione di iPhone X. Ecco perchè. 

Romeo e Giulietta, sono i nomi fantasiosi che gli ingegneri Apple hanno deciso di dare a due dei sensori innovativi montati sul nuovo modello di iPhone X. Stiamo parlando dei sensori responsabili del nuovo sistema di riconoscimento facciale. Il rapporto riguardo il rallentamento di produzione dello smartphone era stato pubblicato nelle scorse ore dal sito Nikkei Asian Review. Non era però stato svelato il curioso dettaglio della quale ha fatto cenno solo poco fa il Wall street journal. C’è da dire che gli ingegneri hanno dovuto avere molta fantasia per paragonare due componenti di uno smartphone ad una delle coppie di innamorati più famose della storia.

 
iPhone 8 vs iPhone X prezzo
Apple non può permettersi di sbagliare ancora. I risultati di iPhone 8 sono stati alquanto deludenti. Secondo molti però questa sarebbe una strategia programmata dal colosso di Cupertino. Questo punta a vendere il modello più costoso. Se però dovrebbero continuar ad esserci problemi con la produzione questo sarà costretto a cambiare programmi.

Secondo quanto emerso dal rapporto, i problemi riguardanti la nuova fotocamera e i suoi sensori sarebbero così gravi da rallentare la produzione in maniera molto significativa. Secondo la stima sarebbe di poche decine di modelli al giorno, il numero massimo che la casa della mela sta riuscendo a produrre. Direi un po’ troppo poco visto che le previsioni vedono 50 milioni di vendite solamente nel periodo dei preordini. Ci auguriamo che Apple riesca a risolvere la situazione al più presto altrimenti potrebbero generarsi tempi di attesa davvero molto lunghi.

Perchè i due componenti si chiamano Romeo e Giulietta ?

La domanda che sorge spontanea leggendo questo articolo è una: Perchè gli ingegneri Apple hanno deciso di chiamare i due componenti Romeo e Giulietta ? La risposta è alquanto semplice. I due componenti lavorano insieme, da quanto è emerso però questi non hanno lo stesso tempo di produzione. Romeo è il nome del sensore incaricato di “sparare” i trenta mila punti invisibili sul volto dell’utente. Giulietta è invece il nome del componente responsabile dell’analisi di tutti questi punti, permettendo così lo sblocco del telefono. Pare che la componente che sta avendo problemi di produzione è quella incaricata al lancio dei punti, ovvero Romeo.

iPhone 8 Touch ID vs iPhone X Face ID
Romeo e Giulietto sono i due soprannomi che il team di ingegneri della casa di Cupertino ha deciso di dare a due componenti molto importanti del nuovo iPhone X. Si tratterebbe di due sensori che lavorano insieme tra di loro. Questi risultano essere, in parte, i responsabili del funzionamento del nuovo sistema di riconoscimento facciale, Face ID.

Di conseguenza la produzione risulta essere bloccata, Giulietta aspetta il suo Romeo e senza di questo non può andare avanti. Sarebbe questo il motivo per la quale gli ingegneri hanno deciso di denominare le due componenti con i nomi dei protagonisti della tragedia. In effetti se lo si nota anche per Apple la situazione risulta essere una vera e propria tragedia. Se il problema non si dovesse risolvere nel più breve tempo possibile si potrebbero avere delle conseguenze gravi per l’azienda che come sapete ha già perso 5 punti percentuali in borsa per colpa del nuovo iPhone 8.

Alcune fonti smentiscono il ritardo

Pare però che ci siano alcune fonti che affermano che Apple ha superato il problema con i due componenti. E’ quello che si legge all’interno del comunicato del wall street journal. Stando a questo, i problemi con le due parti si sono verificati nelle scorse settimane. Apple ha prontamente risolto l’inconveniente e si legge che la produzione è ritornata nella norma. Bisogna però considerare che un ritardo si è pur sempre verificato. Magari questo non sarà stato tale da far gravi danni alle consegne ma sicuramente inciderà sulla data finale di consegna dei prodotti. Quello che sicuramente è certo è che il 3 novembre iPhone X uscirà.

iPhone X produzione pieno regime 2018
i problemi di produzione sono a noi ben noti oramai da molto tempo. Secondo alcune fonti questi sarebbero stati risolti da Apple nelle scorse settimane. Anche il problema di Romeo e Giulietta avrebbe quindi trovato una risoluzione. Fatto sta che nonostante ora siano stati riparati, i problemi verificatisi andranno ad incidere inevitabilmente sulle date di consegna.

Si era già parlato di un numero davvero limitato di dispositivi fino all’inizio del 2018. Pare che dopo questa ulteriore conferma non ci siano più dubbi sul fatto che alcuni problemi potrebbero verificarsi. Molto probabilmente quello che non è accaduto con iPhone 8 accadrà con iPhone X. Le file si formeranno e saranno anche lunghe. Ciò che si spera è che ci sarà quantomeno la possibilità di preordinare il prodotto con consegna immediata almeno intorno ai primi giorni del lancio. Il consiglio che vi diamo è che se siete interessati al nuovo melafonino della mela morsicata e volete averlo il prima possibile, dovrete mettervi sul sito ufficiale, almeno 10-15 minuti prima dell’apertura dei preordini. Se sarete veloci e avrete un po’ di fortuna riuscirete a portarvi a casa un iPhone X già il 3 novembre.

Fonte: wsj.com