Il “Salvador Mundi” di Leonardo da Vinci ha battuto il record a New York, la sera del 15 novembre, polverizzando letteralmente le “60 ultime cene” di Andy Warhol (acquistato per 56 milioni di dollari senza diritti d’asta).

La grande opera attribuita a da Vinci ha battuto il record all’asta Christie’s di New York partendo da una valutazione di 75 milioni di dollari per arrivare alla cifra record di 450,3 milioni di dollari (diritti d’asta inclusi), circa 380 milioni di euro.

 

Embed from Getty Images

E’ il nuovo record assoluto nelle vendite di opere d’arte che supera “”>Donne di Algeri” di Picasso (179,4 milioni nel 2015), “Interchangem>” di Willem De Kooning (300 milioni sempre nel 2015) vendute alle aste di Christie’s.

Il battitore l’ha definito un evento storico considerando lo stato attuale del mercato dell’arte: i prezzi per le opere dei ‘vecchi maestri’ sono in retromarcia perché i collezionisti si dimostrano sempre più affamati di arte contemporanea ma da Vinci supera ogni aspettativa, ogni limite di spazio e tempo.

Per il nostro ‘maestro’, la campagna di marketing ha previsto l’accesso ai visitatori per ammirare la bellezza del dipinto in attesa che il quadro venisse battuto all’asta. In totale, il “Salvador Mundi” è stato ammirato da oltre 30 mila persone ;tra New York e Londra, Hong Kong e San Francisco. Un vero record per un’esposizione pre-asta.

Embed from Getty Images

Embed from Getty Images

Embed from Getty Images

 

Leonardo DiCaprio prossimo interprete di Leonardo da Vinci

A proposito di Leonardo (da Vinci), tra le celebrità che hanno partecipato personalmente all’evento troviamo un altro Leonardo (DiCaprio) che, guarda caso, dovrebbe vestire i panni dell’artista/scienziatom> nel prossimo film da realizzare per la Paramount. Tra le celebrity presenti anche la cantante/poetessa Patti Smithm, la cantante/attriceJennifer Lopez e la star del baseball Alex Rodriguez.

Christie’s ha annunciato alla stampa che il “Salvador Mundi” dovrebbe essere l’ultimo dipinto del genio toscano ancora in mano a privati. Vi starete chiedendo chi l’ha messo in vendita: il fondo di famiglia di Dmitri Ryobovlev, miliardario russo che acquistò l’opera nel 2013 in una vendita privata per la modica cifra di 127,5 milioni di dollari (circa 108 milioni di euro).

Attruibuito di recente a Leonardo da Vinci (dopo essere stato riscoperto nel 2005), il “Salvador Mundi” è stato protagonista di una gara al rialzo molto intensa, durata 18 minuti e 47 secondi. L’identità dell’acquirente, per ora, resta ignota.

 

Embed from Getty Images

L’opera misteriosa riemersa dal nulla due volte: nel 1900 e nel 2005

Il dipinto in olio su tavola di noce misura 66 cm di altezza per 46 cm di altezza.

Raffigura l’immagine del Cristo con una mano sollevata in segno di benedizione e con l’altra impegnata a sorreggere una La storia di questa opera è controversa: Christie’s insiste sulla sua autenticità e gli esperti di tutto il mondo esaminandolo hanno concordato con la casa d’aste.r>

Gli esperti d’arte stimano che il dipinto "Salvador Mundi” sia stato realizzato da Leonardo da Vinci intorno al 1500.

Embed from Getty Images” title=”” title=”

Pare che, all’inizio, il dipinto appartenesse al re Carlo I d’Inghilterra.n>ong> In seguito, risultò introvabile per poi riemergere nel 1958, nel momento in cui inglese al prezzo, più o meno, di un iPhone X in quanto all’epoca veniva attribuito a Bernardino Luini, uno dei famosi studenti del ‘maestro’.  

Riemerse, per la seconda volta, dal ‘nulla’ nel 2005, quando qualcuno, ad un’asta statunitense, intuì il suo vero valore: era in cattivo stato, da restaurare con cura, ma già creava attorno a sé un interesse irrefrenabile.

Nel 2007, Dianne Dwyer Modestini, dell’Istituto di Belle Arti presso l’Università di New York, lanciò un progetto per restaurare finalmente il dipinto. Lo sfondo del dipinto è quasi del tutto cancellato ma l’immagine del Cristo (soprattutto, mani, capelli e vestiti) è stata ben restaurata e conservata.

salvator mundi da vinci proprietario


Il dipinto conserva ancora le impronte di Leonardo da Vinci

>ation”>Questo dipinto, che conserva le impronte delle mani dell’artista, è stato svelato al mondo come autentico nel 2011 in una mostra alla National Gallery di Londra.

Nel 2013, il dipinto è stato acquistato dal mercante d’arte svizzero Yves Bouvier che l’ha poi venduto al miliardario Dmitri Ryobovlev per 127,5 milioni di dollari l’anno seguente.

Il 15 novembre 2017 passerà alla storia per il “Salvator Mundi” di da Vinci che ha battuto ogni record superando il precedente record mondiale per l’opera d’arte più costosa all’asta: “Massacre of the Innocents” di Peter Paul Rubens, venduto nel 2002 per 76,7 milioni di dollari.

Embed from Getty Images” title=”” title=”

// ]]>