Presso la Convention WinHec tenutasi a Shenzen in Cina l’azienda di Redmond ha espresso la propria linea guida in merito alla realizzazione di device da destinare all’utilizzo di Windows 10.

Stando alle rivelazioni ed alla scaletta previsa fornita da Microsoft i Personal Comuter dovranno necessariamente attenersi a delle specifiche direttive che definiscono non soltanto il comparto hardware ma anche l’aspetto puramente estetico, un parametro essenziale e discriminante per la scelta dell’uno o dell’altro prodotto.

Il PC secondo Microsoft rispecchia quindi il carattere della pura modernità vista quindi non soltanto lato compatibilità con le funzioni da offrirsi attraverso le piattaforme ma anche per il design, la user experience e ovviamente le prestazioni generali. Per quanto riguarda le specifiche categorie di prodotto si consiglia l’adozione dei moderni all-in-one PC 2-in-2 che offrono schermi IPS Full HD @1920x1080p con sistema di visualizzazione borderless.Microsoft Windows 10

Di importanza rilevante è anche il parametro fornito dalla presenza di interfacce miultiple di collegamento per mouse, tastiera, penna interattiva e touchpad, nonché il pieno supporto alle funzioni operative previste per l’assistente virtuale Cortana e le funzioni di accesso intelligente Windows Hello per il riconoscimento delle impronte digitali e dei tratti del volto.

Esperienza di utilizzo a parte, i produttori dovranno attenersi anche a specifiche direttive per l’implementazione delle componenti di potenza che garantiscono in linea generale le prestazioni della macchina. Microsoft suggerisce in tal caso un sistema che garantisca un’autonomia minima di 10 ore in condizioni di normale utilizzo, il che riconduce direttamente ai device della famiglia Surface Studio. In tal caso si sarà in grado di sfruttare al massimo le potenzialità operative da offrirsi in vista del rilascio del Windows 10 Creators Update previsto nel corso della prossima Primavera 2017.

PC Windows 10

Per finire i moderni PC Windows 10 dovranno garantirsi il pieno supporto alle tecnologie di visualizzazione HDR ed a risoluzioni elevate da utilizzarsi non soltanto per i giochi ma anche per l’interazione da volersi con le nuove tecnologie di realtà virtuale, aumentata e mista tramite Windows Holographic Platform.

Sarà la stessa software house di Redmond a definire il nuovo paradigma di utilizzo completo delle funzioni Windows 10 in vista della presentazione dei suoi nuovi Surface Pro 5 e dei Surface Book 2, mentre a fine anno si prevede l’arrivo della nuova console Project Scorpio.

E voi che cosa ne pensate al riguardo? Lasciateci pure tutti i vostri commenti al riguardo.

LEGGI ANCHE: Windows 10 raddoppia la sua crescita in un anno