Guerra Ucraina spazio
Foto di WikiImages da Pixabay

La stretta collaborazione nello spazio, durata quasi tre decenni, tra Russia e il mondo occidentale sembra quasi giunta al termine. A causa delle crescenti tensioni tra la Russia e l’Ucraina, per l’invasione di quest’ultima, la Russia ha minacciato di far schiantare la Stazione Spaziale Internazionale e di non inviare i propri satelliti per i paesi occidentali. Già alcuni mesi fa il paese ha fatto esplodere uno dei suoi satelliti defunti, creando una grande quantità di spazzatura spaziale mettendo in pericolo gli astronauti della ISS.

La domanda che ci sorge spontanea è quale influenza può avere tutto ciò sulle future operazioni nello spazio e quali possono essere le eventuali conseguenze? Una possibile aggressione nello spazio potrebbe influenzare ciò che succede sulla Terra. Le immagini dallo spazio sono diventate una caratteristica regolare nella copertura dell’invasione dell’Ucraina, mostrando lunghe colonne di armature che si muovono inesorabilmente verso Kiev o Kharkiv.

 

Guerra in Ucraina, il conflitto potrebbe sfociare anche nello spazio

Ciò ha spinto la resistenza ucraina, fortemente colpita, ad aiutarla a capire da dove proviene il nemico, dove si trova e come è configurato. Ha anche evidenziato il livello di forza utilizzato dalla Russia davanti al resto del mondo. In passato le immagini satellitari erano appannaggio di forze militari e di pochi paesi. Oggi sempre più attività commerciali possono usufruire di tali immagini, tanto da superare l’esercito russo. Da qui il vantaggio di queste società è che possono fornire un supporto quasi militare all’Ucraina, evitando il possibile coinvolgimento delle nazioni occidentali.

Alcuni hanno avvertito su un possibile declino spaziale degli Stati Uniti difronte alla sua ambiziosa avversaria cinese e alle manovre provocatorie russe nello spazio. Tuttavia qualsiasi stima viene fatta sulla potenza spaziale, deve includere il settore commerciale in cui le società occidentali hanno un netto vantaggio, in particolar modo quelle americane. SpaceX ad esempio non offre solo immagini satellitari, ma anche comunicazioni. Elon Musk, il suo fondatore, ha aiutato l’Ucraina, fornendole terminali che consentono l’accesso al sistema Starlink, una megacostellazione di satelliti che offre accesso a Internet ad alta velocità. Se la Russia decidesse di tagliare i servizi internet all’Ucraina, Starlink potrebbe fornire connettività, offrendo una sicurezza delle informazioni e delle reti.

Tuttavia ci sono delle contro indicazioni in quanto i terminali Starlink hanno antenne satellitari a due vie e potrebbero essere facilmente rintracciabili. Ci sono state anche segnalazioni di Russia che ha disturbato il segnale GPS dai satelliti nello spazio all’Ucraina. Ed è stato riferito che la Russia si aspetta che anche il proprio sistema di posizionamento satellitare GLONASS venga bloccato. Se ciò dovesse accadere verrà utilizzato un vecchio sistema, basato sulla tecnologia radio. Sebbene non preciso quanto i satelliti, questo sistema può essere abbastanza efficace per i loro scopi.

 

Maggiore spazzatura spaziale

Il conflitto si è sviluppato anche in altri modi inaspettati sul dominio dello spazio. Il direttore generale dell’agenzia spaziale russa Roscosmos, Dmitry Rogozin, ha avvertito che la fine della cooperazione sulla ISS potrebbe portarla fuori dall’orbita, forse negli Stati Uniti o in Europa. La Russia fornisce la spinta per correggere l’orbita della ISS. Senza di loro, la stazione spaziale cadrebbe nell’atmosfera terrestre dove la maggior parte brucerebbe, ma alcuni frammenti potrebbero sopravvivere e potrebbero colpire persone o edifici sulla Terra. Sebbene ciò al momento sia improbabile, visto la presenza di cosmonauti russi, è risultata davvero una pericolosa minaccia. Mentre l’uso di armi cinetiche, che distruggono i satelliti imbattendosi in essi ad alta velocità e che la Russia ha testato di recente, sembra impensabile, non possiamo essere sicuri di cosa farà dopo Putin.

L’utilizzo di queste armi potrebbe creare una maggiore spazzatura spaziale che potrebbe distruggere satelliti e altre sonde nello spazio, o addirittura piovere sulla Terra. Quindi è importante che le minacce ostili nel dominio spaziale non possano degenerare ulteriormente. Le risorse spaziali commerciali occidentali hanno fornito un importante elemento di sostegno agli ucraini. Ciò consentirà a dati e immagini importanti di fluire dove è necessario, alle unità militari, ai decisori e alla popolazione. Dato il numero e la varietà di satelliti che volano in alto, la Russia troverà molto difficile rispondere.

Foto di WikiImages da Pixabay