La piccola tartaruga gigante delle Galapagos albina con la sua mamma. Ph. Credit: Tropiquarium de Servion

Una tartaruga gigante delle Galapagos albina è nata in cattività nello zoo svizzero di Servion. Si tratta di un evento davvero straordinario, non solo per il successo riproduttivo in cattività di una specie affascinante e a rischio di estinzione, ma perché da una delle uova è uscita una piccola tartaruga albina.

 

Il raro evento della nascita di una tartaruga gigante delle Galapagos albina

È infatti la prima volta nella storia che si registra la nascita di un piccolo albino di questo affascinante e longevo rettile. La possibilità che un evento del genere si verificasse è solo 1 su 100.000 e, come affermano i responsabili del Tropiquarium de Servion, un animale del genere non è mai stato osservato prima né in natura né tanto meno in cattività.

Nonostante si tratti di un esemplare di tartaruga gigante delle Galapagos, al momento il piccole rettile albino pesa solo 50 grammi e presenta tutte le caratteristiche tipiche di questa malattia genetica che altera la produzione di melanina. La tartaruga presenta infatti una colorazione biancastra, tendente al giallo, e i suoi occhi sono di colore rosso.

Il piccolo e raro esemplare di Chelonoidis nigra, questo il vero nome della tartaruga gigante delle Galapagos, è nato da un uovo deposto lo scorso 11 febbraio 2022 da una femmina di 100 chilogrammi. Mamma tartaruga aveva deposto due uova, da cui a maggio sono nati due piccoli, il raro esemplare albino ed un fratellino dalla colorazione normale.

 

Proteggerla per conservare la specie

Ora i responsabili dello zoo avranno un bel po’ da fare per proteggere il piccolo rettile e farlo crescere forte ed in salute. Gli animali nati con questa condizione infatti corrono un rischio maggiore di danni solari e di sviluppare il cancro della pelle. In natura, questo ostacolerebbe le possibilità di sopravvivenza dei piccoli, esponendoli a un rischio maggiore di sviluppare malattie e rendendoli potenzialmente più facili da individuare per i predatori.

Ma per fortuna la piccola tartaruga gigante delle Galápagos albina rimarrà sotto le cure del Tropiquarium de Servion, che può cercare di limitare l’esposizione al sole di questo animale tanto raro quanto prezioso.

Prezioso non in termini di denaro, ma in termini di conservazione delle specie. Le popolazioni selvatiche delle tartarughe giganti delle Galápagos sono in grossi guai a causa dell’interferenza umana. La piccola e rara tartaruga è infatti nata nell’ambito di un programma di riproduzione che fa parte di un progetto per la tutela e la salvaguardia di questa straordinaria specie fortemente a rischio di estinzione.

Ph. Credit: Tropiquarium de Servion