covid-19 varianti vaccini
Foto di Daniel Allgyer da Pixabay

Dando uno sguardo ai dati sul Covid-19, mostra sempre più sotto varianti, tutte derivate dalla variante Omicron dominante, in competizione tra di loro quando si tratta di causare casi di virus. Ora, secondo un nuovo studio quattro nuove sotto varianti che si diffondono sono le “più resistenti” alla protezione offerta sia dai vaccini Covid-19 originali sia dai booster aggiornati mirati alla variante Omicron.

Queste sotto varianti, BQ.1, BQ.1.1, XBB e XBB.1, sono anche resistenti ai trattamenti anticorporali del Covid-19. Questo gruppo di sotto varianti sono una grave minaccia con il potenziale per una nuova ondata di casi Covid-19. È allarmante che queste varianti appena emerse possano compromettere ulteriormente l’efficacia degli attuali vaccini Covid-19 e provocare un’ondata di infezioni rivoluzionarie, nonché reinfezioni.

 

Covid-19, nuove sotto varianti più resistenti ai vaccini

Negli Stati Uniti, BQ.1 e BQ.1.1 stanno dominando i casi di Covid-19 e costituiscono circa il 70% di quelli segnalati per la settimana terminata. Nel frattempo, XBB ha rappresentato il 7,2% dei casi. Mentre i ricercatori di questo studio sono preoccupati per questa ultima variante, che è diventata predominante nei paesi asiatici, negli Stati Uniti non sembra essere ancora registrata come una delle sotto varianti di Omicron, che causano maggiormente i casi recenti. Per lo studio, i ricercatori hanno analizzato campioni di sangue di cinque diversi gruppi di persone vaccinate.

Ciò è purtroppo una limitazione dello studio in quanto è stato condotto in vitro. Gli autori hanno affermato che mentre gli studi in vitro sul Covid-19 hanno ampiamente previsto esiti nelle persone, richiedono studi clinici simili nelle persone. Lo studio è sottoposto a revisione paritaria e pubblicato come prova preliminare, il che significa che non è la versione finale e subirà ulteriori modifiche e possibili revisioni. Nel complesso, le nuove sotto varianti erano appena suscettibili alle capacità neutralizzanti dei vaccini Covid-19 originali e aggiornati.

 

I vaccini sono comunque la scelta migliore

Sono più bravi a eludere gli anticorpi neutralizzanti il ​​virus offerti sia dalla vaccinazione con booster aggiornati sia dalle infezioni rivoluzionarie di omicron. I vaccini  aggiornati e “bivalenti” prendono di mira omicron BA.4 e BA.5. Attualmente, la sotto variante BA.5 è al terzo posto come la più diffusa sotto variante dominante negli Stati Uniti e ha rappresentato il 10% dei casi per la settimana terminata. Sebbene le infezioni possano ora essere più probabili, i vaccini hanno dimostrato di rimanere efficaci nel prevenire l’ospedalizzazione e malattie gravi anche contro Omicron e Long Covid.

Lo studio arriva quando solo circa il 14% degli Stati Uniti ha ricevuto una dose di richiamo aggiornata. Per molte persone negli Stati Uniti, il Covid-19 sembra essere una preoccupazione minore quest’inverno, anche se i funzionari della sanità pubblica continuano a consigliare di ottenere i colpi aggiornati.

Foto di Daniel Allgyer da Pixabay