I primi smartphone del nuovo corso del brand Nokia sono arrivati sul mercato senza convincere più di tanto. Per riconquistare le attenzioni degli utenti serve, infatti, un vero top di gamma in grado di sfidare, ad armi pari, tutti i principali smartphone Android presenti sul mercato.

Il device in questione sarà il nuovo Nokia 9, il cui debutto è programmato per le prossime settimane. Il futuro top di gamma della “nuova” Nokia è protagonista in queste ore di nuove indiscrezioni. Alcune presunte cover del futuro smartphone apparse in rete, infatti, suggeriscono, chiaramente, la presenza di un sistema di doppia fotocamera posteriore con allineamento verticale per il Nokia 9. 

Ad oggi, un top di gamma non può prescindere dall’avere un comparto fotografico di altissimo livello (possibile anche il ritorno della partnership con Zeiss) ed il nuovo Nokia 9 per conquistare il mercato Android potrebbe puntare, in modo deciso, sulla qualità delle sue camere posteriori. Al momento le specifiche di questi componenti non sono ancora note. Uno dei due sensori dovrebbe essere da 13 Megapixel ma per ulteriori dettagli sarà necessario attendere l’arrivo di nuove informazioni.

Il futuro Nokia 9, in ogni caso, potrà contare su di una scheda tecnica di altissimo livello con un display da 5.3 pollici di diagonale con risoluzione QHD affiancato dal SoC Qualcomm Snapdragon 835, l’attuale top di gamma di casa Qualcomm, e da ben 6 GB di memoria RAM. A completare le specifiche ci saranno 64 GB di storage interno, con microSD per l’espansione, la certificazione IP68  ed il sistema operativo Android Nougat.  

Le cover apparse in rete suggeriscono, inoltre, che il nuovo Nokia 9 potrà contare su di una USB-C per la ricarica e lo scambio dati con altri dispositivi e su di un jack da 3.5 mm, un elemento assente da diversi smartphone di ultima generazione che, invece, troverà posto sul nuovo top di gamma di Nokia nella parte alta. . Ulteriori dettagli sul nuovo top di gamma di casa Nokia potrebbero emergere già nei prossimi giorni. Continuate a seguirci per saperne di più-

Fonte