in ,

Non solo Space X: United Launch Alliance è pronta per il lancio verso la ISS

Il cargo Cygnus porterà sulla ISS oltre tre tonnellate di materiali, United Launch Alliance offre per la prima volta la possibilità di ammirare il lancio. Anche in realtà virtuale.

Un razzo provvisto di cibo e altro materiale di supporto per gli astronauti sulla Stazione Spaziale Internazionale è in programma oggi. Il cargo Cygnus, incastonato sopra un razzo Atlas V, è pronto a spiccare il volo durante una finestra di lancio della durarà di trenta minuti a Cape Canaveral USA. United Launch Alliance, joint venture creata da Boeing e Lockheed Martin nel 2016, è pronta per l’impresa. A 11 anni dal primo lancio, che si è tenuto a Vandenberg il 14 dicembre 2006, una nuova grande sfida

“Stiamo facendo la storia” ha detto il program manager United Launch Alliance Vernon Thorp, le realtà private hanno un ruolo sempre più rilevante nella conquista dello spazio, basta pensare a Space X, considerata un esempio da Grene Kranz. Le condizioni climatiche sembrano decisamente favorevoli al lancio, 90% di possibilità di successo secondo la US Air Force. Questo è il settimo di dieci voli orbitali nell’ambito del contratto che lega ULA alla NASA, scopriamo insieme tutto ciò che da sapere su questa missione.

Missione United Launch Alliance trasmessa con camere a 360

Per la prima volta United Launch Alliance ha posizionato una camera a 360 gradi sulla piattaforma di lancio, a circa 100 metri dal razzio, fornendo a tutti gli spettatori una visione ravvicinata del grande evento anche grazie alla realtà virtuale, tecnologia già usata dagli astronauti ISS.

united launch alliance iss space x

“Dà una nuova prospettiva che prima non eravamo in grado di fornire”, ha dichiarato Thorp. Altre organizzazioni hanno utilizzato questa tecnologia per portare gli spettatori nell’azione, la trasmissione partirà circa dieci minuti prima del lancio.

Il veicolo, posizionato sulla zona di lancio lunedì, è stato caricato con oltre 3 tonnellate di materiale. “Abbiamo una grande varietà di equipaggiamenti che forniranno nuove possibilità allo staff della stazione”, ha affermato Tara Ruttley, membra del team ISS. Il razzo arriverà alla stazione il 22 aprile.

Uno di questi esperimenti, per esempio, riguarderà la possibilità di ottenere cibo nello spazio, una soluzione indispensabile per le missioni ad ampio raggio. La missione in questione era pianificata per il 27 marzo ma è stata ritardata per problemi con il sistema idraulico del booster.

 

Fonte: phys.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…