Il rapporto tra reale e virtuale è ormai sempre più sfumato e in questo caso non ci riferiamo agli orizzonti offerti dai visori VR ma dal rapporto che esiste tra gli oggetti reali e le loro controparti digitali. Chi ha qualche annetto in più sulle spalle saprà quanto fosse complicato trovare il titolo di una canzone sentita in un locale o alla radio, un problema che è stato spazzato via da Shazam. Una nuova rivoluzione è arrivata, si chiama Pinterest Lens e, analogamente a Shazam, riesce a riconoscere ed etichettare elementi fotografati.

Questa novità è stata presentata da poche ore e potrebbe avere un impatto straordinario, le applicazioni vanno ben oltre quelle legate al puro intrattenimento. Cambia il modo di elaborare le informazioni visive, così cambia anche il modo di cercare contenuti, da ora etichettati in maniera ancora più precisa. Opportunità ghiotta anche per gli inserzionisti, che possono creare strategie comunicative ad hoc per massimizzare l’effetto delle proprie campagne. Insomma, una risvoluzione a 360 gradi. E allora scopriamo Pinterest Lens, una finestra sul mondo che ci aspetta.

Pinterest Lens per Android e iOS riconosce gli oggetti

Shazam ci viene incontro riconoscendo il titolo di un brano, il suo autore e fornendoci i canali per ascoltarlo e comprarlo, Pinterest Lens farà lo stesso con le immagini. Sembra un concetto complesso, ma in realtà l’uso è immediato.

Pinterest Lens
Pinterest Lens avrà un impatto profondo sul modo di condividere e cercare informazioni.

Vi basterà infatti inquadrare un oggetto con la fotocamera del cellulare per ottenere informazioni a esso legate. Immaginate per esempio di inquadrare una macchina sportiva, questo basterà a sapere dov’è il concessionario più vicino e ottenere la scheda tecnica della vettura.

LEGGI ANCHE Instagram si butta nell’e-commerce: arrivano le foto con tag per acquisti

Negli ultimi anni il mondo delle app ha modificato il nostro modo di percepire la realtà, aumentata come sono aumentate le nostre possibilità di interazione, quello proposto da Pinterest Lens ricorda uno degli scenari che abbiamo visto nei film di fantascienza.

Spesso ci troviamo a commentare nuove app, Pinterst Lens però può davvero cambiare il mondo in cui ci approcciamo ai contenuti on-line perché opera in varie direzioni. Possiamo, come detto, fotografare un oggetto e ottenere tutte le informazioni collegate, ma possiamo pure compiere ricerche tramite parole chiave, sfruttando un database che diventa sempre più ricco grazie allo strumento di ricerca visiva del quale abbiamo già parlato.

LEGGI ANCHE What Is My Movie, è arrivato lo Shazam per cercare i titoli dei film!

Dunque possiamo partire da un oggetto reale per avere informazioni digitali o compiere il percorso inverso, partendo da una keyword fino ad arrivare a un oggetto ben preciso. Come spesso accade quando l’innovazione è profonda, servirà tempo per godere a pieno dei frutti di Pinterest Lens, la stessa azienda ha avuto bisogno di tempo per confezionare il suo prodotto.

Shop Lock, la tecnologia utilizzata per etichettare i pin, è una tecnologia presente sulla piattaforma dal 2015, ma l’interazione con uno strumento di machine learning e l’ausilio di operatori umani è stato necessario per regalare agli utenti un servizio nuovo. Pinterest Lens è al momento in versione beta negli Stati Uniti.