Recensione Honor 9: prestazioni da top di gamma e autonomia eccellente a meno di €500

Honor 9 è decisamente un terminale al top della categoria. Ma cosa rende speciale questo smartphone? Scopriamolo nella nostra recensione.

La società cinese Honor ha introdotto un terminale interessante nella sfera dei top di gamma che risponde a nome di Honor 9. Non lasciatevi ingannare dal prezzo, perché siamo in presenza di un vero e proprio top di gamma. Prendiamolo in esame in questa nuova recensione prodotto.

Honor 9: Materiali ed ergonomia

Essendo in presenza di un terminale che riporta un listino prezzo di appena €449 ci si aspetterebbe di certo un dispositivo che introduce componenti e materiali al di fuori della linea Premium dei più blasonati top di gamma. Ciononostante, una vista d’insieme sull’Honor 9 contribuisce a delineare un profilo ben lontano da questa logica comune.

La cura riposta dalla società dal punto di vista costruttivo si può ampiamente osservare nel design unibody interamente in vetro Cornig Gorilla Glass 3, che emula e migliora l’estetica della pluripremiata serie Honor 8 dello scorso anno.Honor 9 design

La leggera curvatura basata su processo 2.5D conferisce linee sinuose ed un grip assolutamente confortevole in ogni condizione di utilizzo, in aggiunta ad un profilo laterale che offre anche una soluzione del tutto simile alle soluzioni con curvatura “dual-Edge” viste per i competitor di settore. Il design, pertanto, appare decisamente curato e pronto a regalare soddisfazioni agli utilizzatori.Honor 9 profilo laterale

Per quanto riguarda le cornici laterali, invece, siamo di fronte ad una struttura in metallo che si interrompe soltanto per la presenza di sottili strisce in policarbonato che celano le antenne per la ricezione del segnale di rete.

Una delle novità più rilevanti per il nuovo design Honor 9 corrisponde senz’altro al posizionamento spaziale del nuovo pulsante fisico Home, all’interno del quale trova posto un sistema di scansione integrato per le impronte digitali rapidissimo. Si tratta di un componente che, nello specifico, varia la sua natura introducendo una matrice di LED che possono essere impostati via software per l’utilizzo delle funzioni Multitasking e Back alla stregua delle tradizionali implementazioni soft-touch.Honor 9 profilo basso

Le porte di ingresso per la comunicazione, invece, trovano locazione in posizione strategica. Lungo il profilo basso, di fatto, troviamo il classico jack analogico nel formato 3.5mm da utilizzare per l’ingresso delle cuffie, una porta USB Type-C con connettore reversibile per la ricarica ed il trasferimento dati e l’altoparlante di sistema in configurazione mono.Honor 9 profilo alto

Nella parte alta, invece, troviamo il microfono ed un piccolo LED all’infrarosso da utilizzare come sistema di controllo per le apparecchiature domestiche e, quindi, come telecomando programmabile via software. Il profilo laterale destro ospita poi il rocker per il controllo del volume ed il pulsante per il wake-up e l’accensione/spegnimento del dispositivo, mentre sulla sinistra abbiamo il carrellino per le SIM e lo slot per l’espansione di memoria..

Rispetto al diretto predecessore, questo Honor 9 riporta dimensioni assolute e peso leggermente inferiori. Si parla di uno chassis il cui ingombro è stato contenuto in appena 147.3 x 70.9 x 7.45 mm per 155 grammi di peso. Il tutto grazie all’utilizzo di un display dalla diagonale più modesta e stesso form factory 16:9 (5.15 pollici contro 5.2 pollici). La gestione single-hand lascia ampio spazio ad un utilizzo in sicurezza, nonostante la presenza di uno chassis scivoloso per la presenza del vetro.Honor 9 colorazioni

Honor 9 è concesso in una varietà di colorazioni differenti e, come per il diretto predecessore, conta sulla presenza di una variante Sapphire Blue davvero molto accattivante. Davvero superlativo il gioco di luce che, come tale, si ripropone anche nelle varianti cromatiche Glacier Gray e Midnight Black, dove invece il contrasto è leggermente meno accentuato che nelle due controparti.

Il design di questo smartphone ha effettivamente dei punti deboli? La risposta è sì, in luogo di un display che trattiene eccessivamente le ditate sul profilo posteriore. Il tutto, ad ogni modo, può essere facilmente risolto prevedendo l’utilizzo di opportune cover protettive che preservano il look e consentono di tenere al sicuro il nostro terminale. In bundle, infatti, troviamo una pratica custodia trasparente.

Honor 9: Piattaforma hardwareHonor 9 hardware

Sotto il cofano di Honor 9 troviamo una dotazione tecnica di tutto rispetto. Le potenzialità del terminale sono gestite da un prestante SoC Kirin 960 con accorpate soluzioni di memoria da 4GB o 6GB di RAM a seconda versione scelta. Per quanto riguarda invece lo storage memory siamo in presenza di unità equipaggiate con chip ROM da 64GB, eventualmente espandibili dall’esterno tramite microSD Card fino ad ulteriori 200GB.

Visto in questi termini, il terminale ha molto da condividere con l’ultimo arrivato top di gamma della serie Huawei P10. Le prestazioni sono eccellenti e consentono di beneficiare di un sistema con architettura Octa-Core System (Quad-Core Cortex-A73 + Quad-Core Cortex-A53) le cui performance sono già state prese in esame su Huawei Mate 9, Honor 8 Pro e Huawei P10. Di seguito un prospetto tecnico completo sulle caratteristiche del terminale.

Scheda Tecnica Honor 9Honor 9 scheda tecnica

Display: Pannello Capacitivo Multi-Touch IPS LCD Full-HD Resolution con diagonale da 5.15 pollici @1920x1080p e densità in pixel di 428ppi con rivestimento protettivo Cornig Gorilla Glass di 3a generazione Dual-Edge System (su un lato) e processo 2.5D (altro lato)

Processore: Octa-Core System HiSilicon Kirin 960 @2.4/1.8GHz (Quad-Core Cortex-A73 + Quad-Core Cortex-A53)

GPU: Mali-G71 MP8

Memoria RAM: 4/6GB

Memoria ROM: 64GB eventualmente espandibili fino ad ulteriori 200GB tramite microSD Card

SIM Card: Formato Nano-SIM Dual-Card

Fotocamera Principale Posteriore: 20+12 Megapixel Dual-Lens Technolgy con tecnologia di stabilizzazione ottica (OIS), HDR e sistema di messa a fuoco automatica @f/2.2 con Dual Flash-LED

Fotocamera Principale Anteriore: 8 Megapixel

Connessioni: LTE Categoria 5, WiFI ac doppia banda 2.4GHz/5GHz, NFC, Bluetooth 4.2 ed USB 2.0 Type-C reversibiile, GPS con GLONASS Geo-System e Beidou

Sensori: Luminosità ambientale, Proximity sensor, scanner biometrico per le impronte digitali, accelerometro, giroscopio, bussola

Dimensioni: 147,3 x 70,9 x 7,45

Peso: 155 grammi

Batteria: 3.200mAh non removibile

Sistema Operativo: Android 7.0 Nougat con supporto alle personalizzazioni proprietarie EMUI v.5.1

Prezzo al lancio: circa €450

Honor 9 si conferma come indiscusso leader del segmento mobile phone in relazione al fattore qualità/prezzo. Nell’utilizzo quotidiano non risente di alcun lag o incertezza di sorta neanche sotto stress. L’unico difetto si deve ad un eccessivo surriscaldamento della parte posteriore in caso di uso prolungato per le sessioni gaming e streaming video online, ma niente di preoccupante. 

Honor 9: DisplayHonor 9 display

Il display Honor 9, come anticipato, corrisponde ad un’unità da 5.15 pollici con risoluzione Full HD in tecnologia IPS LCD con curvatura 2.5D e densità specifica di 428 punti per pollice. La resa cromatica tende a far emergere un’eccessiva saturazione dei colori che, ad ogni modo, possono essere bilanciati tramite opportuni aggiustamenti software. 

Buona la luminosità, anche se non c’è da aspettarsi più di tanto in esposizione alla luce diretta del sole. Ottimo il trattamento oleofobico che consente di bypassare le ditate a schermo. Nonostante ci si trovi di fronte ad un IPS LCD si assiste ad un’eccellente resa dei contrasti, anche se non si è chiaramente in presenza di una soluzione AMOLED.

Honor 9: FotocameraHonor 9 fotocamera

Honor 9 utilizza sistemi Dual-Cam per la gestione multimediale del punta-e-scatta tramite fotocamera posteriore. I due obiettivi da 20 Megapixel Monochrome e da 12 Megapixel polychrome si caratterizzano per la presenza di un sistema con apertura focale @f/2.2 e Flash LED Dual-Tone. Non mancano nemmeno sistemi integrati per la stabilizzazione degli scatti e l’autofocus laser. Gli scatti convincono in presenza di adeguata illuminazione ambientale, ma peccano di un’eccessiva perdita di dettaglio nelle scene in penombra.

In notturna, di fatto, le immagini appaiono eccessivamente rumorose e il colore non rispecchia la realtà del contesto. La situazione migliora leggermente grazie all’utilizzo dell’apposita modalità Notte, ma il dilungarsi dei tempi di scatto sortisce negativamente i suoi effetti.

Ciò che convince, invece, è il doppio sensore che delega all’obiettivo monocromatico la gestione della luminosità. Non manca anche lo zoom ibrido 2X che si ripropone tale e quale rispetto a quello visto sulla gamma Huawei P10.

I video girano fino alla risoluzione massima 4K a 30 frame per secondo o, in alternativa, a 60fps scalando su risoluzioni Full HD. Buona la resa visiva e buona anche la stabilizzazione in registrazione, anche se non equiparabile alle proposte concorrenti di fascia alta.

Il comparto software lascia ampio spazio alla personalizzazione delle scene, e si coadiuva della presenza di apposite filigrane automatiche e della modalità manuale che consente di personalizzare l’output per l’esposizione, la saturazione, il contrasto, la luminosità ed una serie di altri parametri specifici.

Altrettanto interessante è la feature Tracking Object, che permette di mettere a fuoco un oggetto seguendone la traiettoria e impostando una messa a fuoco continua molto veloce. 

Il modulo frontale in configurazione Single-Lens, invece, corrisponde ad una lente con risoluzione da 8 Megapixel ed apertura focale @f/2.0 perfetta per selfie stabili e dettagliati. Anche in questo caso troviamo funzionalità software correlate ad hoc che esaltano i nostri scatti frontali. 

Honor 9: Audio

La cornice inferiore, come visto alle sezione design, offre una griglia per l’altoparlante audio mono lungo il lato destro. Il componente lascia trasparire una mancanza di dettagli sulle tonalità più basse e il volume, in linea generale, non risulta elevatissimo. Gli utenti, di certo, si sarebbero quanto meno aspettati l’adozione di un sistema stereo o una feature che consentisse l’utilizzo della capsula auricolare come secondo altoparlante.

La capsula auricolare, comunque, offre una resa accettabile in chiamata. Ottima anche la resa audio per gli auricolari che vengono forniti in bundle con Honor 9, e per i quali si conta sull’utilizzo dei sistemi DTS per l’incremento della qualità. In definitiva un comparto di buona fattura, ma di certo lontano dalla totale perfezione.

Honor 9: BatteriaHonor 9 batteria

Uno dei punti forti di questo Honor 9 è senz’altro la batteria, che beneficia delle ottimizzazioni disposte a favore del SoC e dell’adozione di un modesto pannello per risoluzione e dimensione fisica. Di fatto, il modulo integrato da 3.200mAh garantisce un’autonomia generale che va ben oltre la tipica giornata di utilizzo, con un battery-drain in standby davvero trascurabile.

La confezione di vendita include un caricabatterie con supporto alle funzioni Rapid Charge e riporta un dato in potenza di ben 18W (9V/2A). In circa 40 minuti saremo in grado di portare il nostro smartphone da 0% a 40%, potendo realizzare un utilizzo tipico di mezza giornata. 

Honor 9: SoftwareHonor 9 software

Dal punto di vista software Honor 9 si è in presenza dell’ultima versione stabile dei sistemi Google Android 7.0 Nougat con GUI personalizzata EmotionUI 5.1, la quale migliora qualitativamente l’esperienza di utilizzo rispetto alle versioni stock concepite dallo sviluppatore di Mountain View. 

Il software è stato ottimizzato ad hoc, e garantisce l’accesso ad interessanti nuove funzioni Smart come la duplicazione delle app e, quindi, la creazione di una pluralità di account differenti per lo stesso dispositivo. Ma non finisce certo qui. Le personalizzazioni, di fatto, si estendono ad ampio raggio e convergono su nuovi livelli di layout da conferire alla Home, alle animazioni e ai tasti della barra di navigazione.

Interessante, inoltre, la possibilità di intervenire sulle impostazioni del Drawer delle app che, come di certo ricorderete, era assente sui terminali di generazione precedente aggiornati fino alla EMUI 4.0. Anche il sensore per le impronte digitali può essere personalizzato nell’interazione tramite gesture. Di fatto, sarà possibile navigare la UI sostituendo in tutto e per tutto i pulsanti di navigazione virtuali a schermo.

Honor 9. Ricezione

Il supporto alle comunicazioni 4G LTE Categoria 5 garantisce una ricezione di primo livello. Ottima la capacità di riagganciare le celle in caso di perdita temporanea del segnale e buona la gestione del Dual-SIM Dual Stand-by via software. 

Altrettanto stabile si presenta il modulo WiFi in configurazione Dual-Band ac. In dotazione non mancano anche i classici sistemi di comunicazione Bluetooth, NFC, GPS e IR.

Honor 9: Conclusioni

Honor 9 si conferma quindi quale degno successore della fortunata serie 8. Si tratta di un device che si rivolge a tutti coloro che cercano il giusto compromesso tra qualità, prestazioni e prezzo di vendita. Le performance sono decisamente al top e il design convince pienamente coloro che per primi hanno potuto provare in anteprima il terminale. Qualcosina in più poteva essere fatto per quanto riguarda il comparto audio e l’implementazione dei moduli cam per gli scatti in notturna. 

Tutto sommato, comunque, si tratta di un terminale eccellente sotto molti punti di vista. Resta comunque da considerare la notevole svalutazione subita dai diretti concorrenti in carica come gli LG G6 ed i Samsung Galaxy S8 Standard, ora sempre più propensi a scendere al di sotto della soglia psicologica dei €500. Voi che cosa ne pensate? Potrebbe essere il vostro prossimo smartphone? Spazio a tutti i vostri personali commenti.

FONTE


Approfondisci con: in ,
FONTE: