Regalo a sorpresa per Samsung Galaxy Note 4, S6 ed S5: cos’è Samsung Flow

Quando arriverà e cosa consentirà questa nuova funzione?

Periodo decisamente intenso per Samsung Flow, apprezzatissima funzione concepita dal produttore coreano per alcuni tra i suoi smartphone di fascia medio-alta in circolazione. A distanza di alcuni giorni dai rumors relativi all’estensione del suo raggio d’azione con il Samsung Galaxy S8 (siamo ovviamente nel campo delle indiscrezioni in questo caso), tocca fare i conti con una notizie ufficiale che sicuramente allieterà coloro che dispongono di device meno recenti, come nel caso del Samsung Galaxy Note 4, Samsung Galaxy S6 e Samsung Galaxy S5.

A partire dal mese di aprile, infatti, Samsung Flow riceverà un aggiornamento con cui la sua compatibilità sarà estesa a tutti gli utenti che dispongono di un PC con sistema operativo Windows 10 e, al contempo, di uno smartphone con aggiornamento Android Marshmallow 6.0.1, a patto che appartenga alla famiglia dei Samsung Galaxy e che disponga del lettore delle impronte. Ecco perché in precedenza abbiamo menzionato dispositivi specifici a partire dal Samsung Galaxy Note 4.

Samsung Flow
Samsung Flow

Samsung Flow consente agli utenti di sbloccare il proprio PC semplicemente facendosi riconoscere l’impronta digitale da un Samsung Galaxy compatibile, conducendo alcune attività che siamo soliti portare avanti proprio con il computer. Samsung fa l’esempio dello scambio di messaggi, fino a scambiare file e a procedere con la navigazione web che avevamo lasciato in sospeso con il PC. Come accennato, si tratta di una notizia ufficiale diffusa direttamente da Samsung in queste ore.

Una buona notizia, dunque, soprattutto in riferimento all’utenza che dispone di un Samsung Galaxy Note 4 o di un Samsung Galaxy S5 e che di recente ha dovuto fare i conti con l’inaspettata rinuncia ufficiale da parte del produttore coreano al rilascio dell’aggiornamento Android Nougat. Fino ad oggi, i riscontri ottenuti da Samsung Flow sono stati assolutamente positivi. Resta solo da capire la data esatta del rilascio, ma ormai il grosso del lavoro è stato fatto.


Approfondisci con: in
FONTE: