Può sembrare una delle sette piaghe d’Egitto, o comunque un fenomeno innaturale dettato dal volere di poteri divini degni di un film hollywoodiano, eppure gli sciami di cavallette e di locuste ogni hanno distruggono migliaia di ettari di raccolti. Si tratta di un fenomeno che si verifica nei mesi estivi, in particolar modo nelle grandi pianure russe, sugli altipiani di Messico, Kazakistan, India, Cina, ma anche in Africa centrale al termine della stagione dei raccolti.

Invasione di locuste o cavallette nel Sud della Russia
Invasione di locuste nel Daghestan – Youtube

Lo sciame di locuste che sta invadendo la zona del Daghestan

L’invasione di locuste sta interessando ora una delle zone più travagliate del mondo, vale a dire la repubblica del Daghestan, o Caucaso Russo: si tratta di una delle aree a maggior instabilità politica di tutto il mondo, oggetto in passato di guerre civili e rivolte estremamente sanguinose.

Il mese scorso le autorità del Daghestan sono state costrette a dichiarare la massima allerta in molti luoghi della repubblica, a causa dell’enorme sciame di locuste che in pochi giorni è stato capace di distruggere (fumigare) quasi 100.000 ettari di terreno, una quantità a dir poco impressionante. Le locuste sono lunghe 5/6 centimetri ma in alcuni casi superano anche i 10. Il problema è che gli sciami di locuste possono essere composti anche da miliardi di esemplari, come quello che possiamo vedere nel filmato allegato in fondo a quest’articolo, in cui si stima che lo sciame sia stato lungo oltre 5 chilometri.

Nel video che vi alleghiamo si può vedere un camionista che avanza verso l’interno di quella che sembra una nube o una tempesta di sabbia, e invece man mano che si avvicina si scopre come non è sabbia, ma miliardi di locuste di medie e grandi dimensioni che stanno percorrendo a gran velocità l’altopiano russo del Daghestan, nutrendosi di tutto ciò che incontrano lungo il tragitto.

L’allarme della FAO

La FAO ha dichiarato che uno sciame di locuste può percorrere oltre 130 chilometri in un solo giorno e nutrirsi della stessa quantità di cibo che sostenta più di 10.000 persone in un solo giorno. La situazione dunque è molto seria, e video di questo genere lo dimostrano ancor di più.