In attesa della presentazione ufficiale del nuovo Samsung Galaxy S8, attesa per il prossimo mese di marzo, la casa coreana ha già avviato i lavori di sviluppo per il futuro Samsung Galaxy Note 8, l’erede dello sfortunato Note 7 la cui produzione è stata interrotta a causa dei ben noti problemi di surriscaldamento che solo poche settimane fa hanno trovato una spiegazione definitiva. Il nuovo Note 8 dovrebbe arrivare sul mercato con tempistiche simili a quelle del suo predecessore. Il phablet potrebbe essere presentato in estate con una data di uscita compresa tra fine agosto e settembre. 

Il nuovo Samsung Galaxy Note 8 rappresenterà una diretta evoluzione del Galaxy S8, sia in termini di design che di specifiche tecniche. Il nuovo phablet potrà contare, ancora una volta, su di un display dual edge e, come accadrà con il Galaxy S8, non presenterà il tradizionale tasto Home centrale, sostituito da una parte frontale dello smartphone completamente coperta da vetro e con cornici ridotte al minimo. 

La riduzione delle cornici permetterà di aumentare le dimensioni del display, un Super AMOLED di nuova generazione, senza incrementare, più di tanto, le dimensioni effettive dello smartphone. A conti fatti, la diagonale del display del nuovo Note 8 potrebbe aggirarsi intorno ai 6-6.2 pollici mentre la risoluzione potrebbe registrare il definitivo upgrade dal QHD del Galaxy S8 al 4K. La scocca potrà contare sullo slot per la S-Pen (caratteristica simbolo della gamma Note) mentre il jack per le cuffie, che sarà presente su Galaxy S8, potrebbe essere rimosso per favorire l’integrazione di una batteria più capiente.

Alla base del progetto Samsung Galaxy Note 8 ci sarà il SoC Exynos 8890 o lo Snapdragon 835. Così come avvenuto con il Note 7, anche il futuro Note 8 erediterà, anche per una questione di ottimizzazione software, il SoC del Galaxy S8 che, come noto, sarà realizzato in due differenti varianti (in Europa arriverà il modello con Exynos 8890). La memoria RAM potrebbe arrivare ad 8 GB.

Il passaggio dal QHD al 4K comporterà anche un netto upgrade della capacità della batteria che, secondo gli ultimi rumors, sarà realizzata dall’azienda nipponica Murata Manufacturing che già sarebbe al lavoro sulla progettazione di questo componente che, dopo il fallimento del Note 7, è al centro delle attenzioni di Samsung.

Leggi anche: Samsung Galaxy S8: nuovi render ed informazioni sulla batteria

Il nuovo Galaxy Note 8 arriverà sul mercato con Android Nougat come sistema operativo e con una forte personalizzazione da parte di Samsung che continuerà ad evolvere la sua UI con funzione inedite in grado di esaltare la produttività del dispositivo. Per maggiori dettagli in tal senso sarà necessario attendere il debutto del Galaxy S8 che, di fatto, rappresenterà una vera e propria anteprima del progetto Note 8.