Samsung Galaxy Note 8

Tra meno di due settimane Samsung presenterà in via ufficiale il nuovo Samsung Galaxy Note 8, il top di gamma di questa seconda metà del 2017 con cui l’azienda coreana mira a contrastare il nuovo iPhone 8 di Apple in uscita a settembre. 

Dopo mesi di rumors ed indiscrezioni, in questi ultimi giorni il progetto Samsung Galaxy Note 8 si è fatto sempre più chiaro e definito con informazioni dettagliate in merito al design, alle caratteristiche tecniche, al prezzo ed alla possibile data di uscita dello smartphone in Italia e nel resto del mondo. 

Vediamo, di seguito, tutti i dettagli emersi sino ad oggi in merito al nuovo Galaxy Note 8 con cui Samsung mira a bissare il successo ottenuto coni Galaxy S8 e S8 Plus nel corso del primo semestre del 2017. 

Samsung Galaxy Note 8: prezzo e data di uscita in Italia

Iniziamo il riepilogo di tutte le novità legate al nuovo Samsung Galaxy Note 8 partendo dagli aspetti che, probabilmente, interessano maggiormente gli utenti, il prezzo e la data di uscita in Italia dello smartphone. 

Dopo la presentazione in programma il prossimo 23 di agosto, infatti, Samsung darà il via alla fase di pre-ordine del suo nuovo Samsung Galaxy Note 8 che dovrebbe durare sino a metà settembre in parallelo all’effettiva data di uscita nei negozi del nuovo smartphone. Secondo gli ultimi rumors, il nuovo Samsung Galaxy Note 8 sarà protagonista di un lancio mondiale e la data di uscita italiana dovrebbe essere fissata per il 15 di settembre. Chi preordinerà lo smartphone potrebbe ricevere il terminale con qualche giorno d’anticipo. 

Per quanto riguarda, invece, il prezzo di vendita, il nuovo Samsung Galaxy Note 8 dovrebbe arrivare nei negozi con un listino di 999 Euro. Non ci dovrebbero essere differenze sostanziali tra il mercato italiano e gli altri principali mercati europei. Sul mercato sono attese almeno quattro colorazioni del Note 8 che potrà essere acquistato nelle versioni Minight Black, Maple Gold, Orchid Grey e nell’inedita Deep Sea Blue.

Tra i bonus riservati a chi effettuerà il preorder del nuovo Samsung Galaxy Note 8 ci sarà anche la DeX Station, la dock che consente di collegare lo smartphone ad un monitor esterno ed a periferiche come mouse e tastiera per sfruttare un ambiente desktop basato su Android. La DeX Station è già disponibile sul mercato avendo debuttato insieme ai Galaxy S8 e S8 Plus che, al momento, sono gli unici smartphone di Samsung a supportare questa modalità desktop. 

Samsung Galaxy Note 8

Samsung Galaxy Note 8: le caratteristiche tecniche

Dal punto di vista hardware, il nuovo Samsung Galaxy Note 8 si configurerà come una diretta evoluzione dei già citati Galaxy S8 e S8 Plus ma con diverse caratteristiche tecniche esclusive. Andiamo con ordine e partiamo dal display. Anche il nuovo Note 8 potrà contare sull’Infinity Display della gamma Galaxy S8 con rapporto tra le dimensioni di 18,5:9.

Il display del nuovo Samsung Galaxy Note 8 presenterà una diagonale di 6.3 pollici, quindi leggermente più grande del display del Galaxy S8 Plus, e potrà contare sulla tecnologia Super AMOLED e sulla funzione Always On per la visualizzazione delle notifiche anche a schermo “spento”. Il display del nuovo phablet coreano sarà di tipo dual edge e presenterà una risoluzione QHD+ pari a 2960 x 1440 pixel. Smentiti i  rumors sulla presenza di un display 4K. 

Per quanto riguarda le dimensioni, il metro di paragone è il Galaxy S8 Plus che presenta dimensioni pari a 159.5 x 73.4 mm. Il Note 8 dovrebbe essere leggermente più alto e lungo dell’attuale top di gamma di Samsung. Le dimensioni, non confermate, dovrebbero essere di 162.5 x 74.5 mm mentre lo spessore dovrebbe essere di 8.5 mm contro gli 8.1 mm di S8 Plus. 

Samsung Galaxy Note 8

Sotto alla scocca, il nuovo Samsung Galaxy Note 8 riproporrà il SoC Exynos 8895 che troviamo sulla gamma S8. Si tratta di un chipset realizzato con processo produttivo FinFET a 10 nm che integra una CPU Octa-Core costituita da un Quad-Core custom da 2.3 GHz ed un Quad-Core Cortex A53 da 1.7 GHz.

A completare la dotazione del SoC troviamo una GPU Mali-G71 MP20 ed un modem LTE con velocità massima supportata pari a 1 Gigabit in download. Ricordiamo che, come già avvenuto su S8 e S8 Plus, anche il Samsung Galaxy Note 8 presenterà il SoC Qualcomm Snapdragon 835 nelle varianti destinate al mercato USA ed al mercato cinese. 

La scheda tecnica del nuovo Note 8 comprenderà anche 6 GB di memoria RAM e 64 GB di storage interno espandibile tramite l’apposito slot per schede microSD. Sul mercato sono attese anche altre varianti del nuovo phablet che però difficilmente arriveranno in Italia. Il Samsung Galaxy Note 8 dovrebbe essere disponibile anche in tagli da 128 e 256 GB di memoria interna (sempre espandibile) mentre non dovrebbero essere realizzate versioni con 8 GB di RAM. 

Da notare che, come avvenuto con il Galaxy S8 Plus, anche il Samsung Galaxy Note 8 sarà commercializzato in una variante Dual SIM che potrebbe arrivare anche in Italia. La seconda SIM utilizzerà lo slot per microSD impedendo, quindi, l’espansione della capacità interna di archiviazione del terminale. 

Una delle principali novità del nuovo Samsung Galaxy Note 8 sarà rappresentata dal sistema di doppia fotocamera posteriore, una caratteristica inedita per gli smartphone di Samsung. La casa coreana, dopo aver sperimentato questa soluzione su Galaxy S8 Plus senza però inserirla nel progetto finale, ha deciso di rendere il Note 8 il suo primo top di gamma con due sensori fotografici posteriori.

Il Samsung Galaxy Note 8 presenterà due sensori entrambi da 12 Megapixel caratterizzati da un allineamento orizzontale. Il sensore principale dovrebbe presentare un’ottica grandangolare, un’apertura f/1.7 ed un autofocus dual-pixel mentre il sensore “secondario” dovrebbe essere un teleobiettivo con apertura f/2.4 e zoom digitale senza perdita di dettagli fino a 2x. Per entrambi i sensori è prevista la stabilizzazione ottica. Il Note 8 sarà in grado di registrare video in 4K a 60 fps. 

Accanto ai due sensori posteriori sarà collocato, in modo del tutto simile a quanto avviene su Galaxy S8 e S8 Plus, il sensore di impronte digitali utilizzato per lo sblocco e per la convalida di pagamenti elettronici. Questa posizione è stata molto criticata dagli utenti su Galaxy S8. Confermati, inoltre, i sistemi di scansione dell’iride e di riconoscimento facciale che dovrebbero essere ulteriormente affinati con il nuovo Note 8. 

Per quanto riguarda la batteria, un argomento quanto mai importante dopo il fallimento del Galaxy Note 7 dello scorso anno, il nuovo Galaxy Note 8 dovrebbe integrare una batteria da 3.300 mAh. Si tratta di una batteria più piccola rispetto al Galaxy S8 Plus, che integra un’unità da 3.500 mAh.

Quest’aspetto non è confermato ma si tratta di una scelta che potrebbe essere legata proprio al caso del Note 7 dello scorso anno. Lo smartphone supporterà, in ogni caso, la ricarica rapida tramite l’apposita porta USB Type-C. L’autonomia, a conti fatti, potrebbe essere leggermente inferiore rispetto a quella degli attuali top di gamma di Samsung. 

Chiudiamo l’analisi del comparto hardware del nuovo Samsung Galaxy Note 8 sottolineando l’immancabile presenza della S-Pen, vero e proprio elemento distintivo della gamma Note. Si tratterà di un’evoluzione della S-Pen del Note 7 che riprenderà lo stesso sistema di estrazione. Samsung Galaxy Note 8

Samsung Galaxy Note 8: il comparto software

Il nuovo Samsung Galaxy Note 8 arriverà nei negozi con il sistema operativo Android Nougat in versione 7.0 personalizzato, in modo abbondante, da una nuova evoluzione del firmware proprietario di Samsung opportunamente modificato per arricchire l’esperienza utente con funzioni inedite in grado di massimizzare la produttività utilizzando la S-Pen. Sarà proprio il supporto alla S-Pen a rappresentare il vero elemento distintivo, dal punto di vista software, rispetto alla gamma Galaxy S8.

Come già anticipato ad inizio articolo, il Galaxy Note 8 supporterà la dock DeX e, quindi, potrà contare anche sulla funzionalità che permette di trasformare lo smartphone in un vero e proprio miniPC Android in grado di rimpiazzare, in modo completo, un tradizionale PC desktop. 

Il nuovo phablet di casa Samsung sarà uno dei primi terminali a ricevere come update via OTA il nuovo Android O, l’ultima evoluzione dell’OS mobile di Google. Le tempistiche non sono ancora note ma, come da tradizione Samsung, l’update alla nuova versione di Android dovrebbe essere pronto per la fine del 2017.