Samsung Electronics è reduce dal disastro causato da un Galaxy Note 7 decisamente troppo esplosivo. Per rimediare all’accaduto la società si è proposta un Galaxy Note 8 decisamente fuori dagli schemi, votato ora all’estrema affidabilità e all’affinamento delle caratteristiche e delle specifiche sul piano tecnico e della gestione dei sistemi.

iPhone 7, d’altro canto, non ha di certo stupito in quanto ad innovazione sul piano tecnico rispetto alle generazioni precedenti. Di fatto, da un’analisi approfondita è emerso che gli attuali top di gamma Apple altro non sono che un leggero miglioramento della passata generazione iPhone 6. Una situazione che ha richiesto necessariamente un intervento mirato alle ottimizzazioni tecniche sul piano delle innovazioni e delle funzioni per i futuri top di gamma.

La battaglia tra Galaxy Note 8 ed iPhone 8 si preannuncia piuttosto interessante. In questa sede verranno prese in esame le considerazioni fatte a favore delle migliorie da apportare ambo i lati ai futuri flagship killer. Un confronto che segue quello già affrontato tra Galaxy S8 ed iPhone 8.

Quali sono le argomentazioni a favore di Apple, e quali quelle a favore di Samsung? Esaminiamo insieme la situazione.

Samsung Galaxy Note 8: cosa aspettarsisamsung galaxy note 8

L’attuale generazione top di gamma della serie Samsung Galaxy S8 fa da apripista alle innovazioni da proporsi in vista del lancio dei prossimo business-phone Galaxy Note 8. Le indiscrezioni e i vari portavoce parlano di un device che ricalca appieno le sembianze estetiche e funzionali delle soluzioni S8+ Plus.

Galaxy Note 8: DisplaySamsung Galaxy Note 8 display

Nello specifico, le fonti citano un’unità equipaggiata con display Infinity Edge con dimensione assoluta di 6.3 pollici e form factory 18.5:9 avente risoluzione d’uscita 4K su pannello in tecnologia Super AMOLED. I bordi Edge, in questo caso, subiranno una leggera rimodulazione che consentirà di realizzare un display più lineare ai bordi, meno scivoloso e decisamente più accattivante dal punto di vista estetico.

Si è introdotto anche il discorso riferito ad un display inedito che reinventi totalmente il metodo di utilizzare il nostro telefono. In questo caso si è parlato di un pannello che ricopre tutto il device dal frontale sino al profilo posteriore, da utilizzarsi per la visualizzazione delle notifiche, delle email e di alcuni collegamenti rapidi per l’accesso veloce alle funzioni di dispositivo. Inoltre, grazie ad S-Pen sarà possibile anche prendere appunti al volo. Un design che porterebbe anche alla definitiva eliminazione del lettore per le impronte digitali e ad un’esperienza decisamente full-immersive.

Galaxy Note 8: un autentico mostro di potenza

Accanto al modulo principale di visualizzazione si collocano anche le componenti interne di potenza gestite da un SoC Qualcomm Snapdragon 835 con tecnologia a 10 nanometri cadenzato @3GHz e con supporto a ben 6GB di memoria RAM, da concedersi in uso anche per il nostro mercato europeo. Ad ogni modo, in questo contesto, c’è anche chi parla dell’avvento di un potenziale ed inedito Snapdragon 836 che consenta di beneficiare del supporto ampliato a nuove dotazioni di memoria, GPU, modem 4G+ LTE-ready e componenti multimediali.

La sezione memoria, inoltre, accoglie un chip on-board UFS 2.1 da 64GB o 128GB per la ROM interna, cui si affianca anche uno slot esterno per un’eventuale espansione di memoria fino a 256GB. Sul piano multimediale gli utenti scontenti della mancata implementazione per le soluzioni Dual-Camera su Galaxy S8 potranno contare su un duplice obiettivo da 12+12 Megapixel con dual-OIS dedicato ad ogni obiettivo e tecnologia implementata Dual Pixel per scatti perfetti anche in condizioni di luminosità critiche. Molti parlano anche della possibilità di uno zoom ottico 3X e di ottiche grandangolari e telescopiche. La fotocamera frontale, invece, sarà la stessa di S8 e prevederà un modulo da 8 Megapixel con sistema Autofocus.Samsung Galaxy Note 8 dual camera

Sul fronte audio, invece, si parla di un nuovo sistema di diffusione stereo tramite altoparlante in posizione bassa e di un nuovo chip audio di decodifica che incrementa non solo la qualità ma anche la potenza sonora d’uscita. Come per S8, inoltre, il bundle prevederà la concessione degli esclusivi auricolari stereo filari made in AKG.

La batteria, invece, rappresenterà un modulo integrato non rimovibile da 3.500mAh e garantirà ben oltre la piena giornata di utilizzo. Tra l’altro, come sulle attuali proposte top di gamma della linea Galaxy S8, il device potrà contare sul supporto alla ricarica rapida Quick Charge 4.0 (versione Snapdragon) e Adaptive Fast Charge (versione Exynos) sia per la modalità filare che tramite dock wireless charging (anche se in quest’ultimo caso si è scoperto che la funzione risulta disabilitata di default per ragioni di sicurezza).

Galaxy Note 8: produttività e nuova S-PenSamsung Galaxy Note 8 S-Pen

Come di consueto, Samsung giocherà la carta della produttività e dell’interazione facilitata tramite S-Pen con nuove ed annesse funzioni software correlate. Sarà possibile contare quindi su un pennino digitale più preciso ed attento alle esigenze dell’utente business. Inoltre, varie fonti specificano la possibilità di un componente con altoparlante audio integrato da utilizzarsi per leggere direttamente le note attraverso motore di sintesi vocale dedicato. In aggiunta, sono in molti a pensare che S-Pen possa disporre di un sistema che inneschi una vibrazione alla ricezione di una notifica (quando posto fuori dal suo alloggiamento) o dopo l’estrazione dalla sua sede predefinita.

Una questione importante è stata rimessa poi nelle mani degli ingegneri di casa Samsung, i quali hanno preventivamente abbandonato i loro buoni propositi sulle implementazioni in-screen per i moduli di scansione intelligente delle impronte digitali sul frontale.

In questo caso, una serie di difficoltà tecniche ed una cattiva fedeltà nella gestione del colore a schermo hanno fatto desistere gli interessati dall’integrazione diretta, spostando il focus su un componente dedicato da prevedersi sul retro del device in posizione strategica.Note 8 Dual Camera

Ad ogni modo, nel corso delle ultime ore nuovi render hanno descritto una disposizione spaziale del componente che rispecchia quella già vista per Galaxy S8. Di fatto, stando a quanto emerso dalle immagini, la localizzazione del componente potrebbe non introdurre un sensore al di sotto delle due fotocamere in prossimità della zona centrale retro-scocca. Certamente sarebbe stata la scelta migliore, ma in merito si attende ancora la risposta ufficiale di Samsung.

Galaxy Note 8: sicurezza

Sul piano della sicurezza, invece, non si avrà a che fare con particolari stravolgimenti ma si conterà invece sull’implementazione dei moduli già previsti su S8 per l’IRIS Scanner, il sistema intelligente per il Facial Recognition, il lettore per le impronte digitali ed il pulsante Home virtuale sensibile alla pressione. Anche in questo caso si parlerà del sistema di isolamento certificato IP68 contro polveri sottili ed immersioni per un tempo limite di 30 minuti a profondità massime di 1,5 metri in acqua.

Galaxy Note 8: softwareSamsung Galaxy Note 8

Sul piano della gestione del sistema si conterà sull’ultima versione aggiornata per Android Nougat in revisione 7.1.1 con apposte personalizzazioni dedicate e supporto al nuovo sistema di assistenza vocale Samsung Bixby rev.2.0, che potrà essere attivato unicamente tramite gesture swipe verso destra in HomeScreen. Perché l’attivazione dell’assistente avverrò soltanto attraverso l’interfaccia grafica? Lo abbiamo scoperto di recente attraverso l’analisi di nuove informazioni in cui si descrive la totale estromissione del pulsante fisico.

Come visto, quindi, Note 8 non porterà a particolari rivoluzioni tecniche rispetto all’attuale generazione top di gamma Galaxy S8 e Galaxy S8+ Plus, ma si limiterà ad affinamenti tecnici che estendono la produttività mobile e Desktop Android, con l’utilizzo di accessori come Samsung DeX,  accessori dedicati alla realtà virtuale come Samsung Gear VR 2017 e Samsung Gear 360 2017 per le foto e le riprese video a 360 gradi.

iPhone 8: cosa aspettarsiiPhone 8

Decisamente diverso il discorso iPhone 8 per il quale si parla di un device straordinariamente rivoluzionario in tutti i sensi. Secondo le dichiarazioni del CEO della compagnia di Cupertino, Tim Cook, ampio spazio sarà dato al contesto della realtà aumentata mobile e a tutte le previste ottimizzazioni tecniche e estetiche conferite al decennale della serie iPhone.

iPhone 8: display

Per quanto riguarda il display si parla di unità Super AMOLED diversificate in dimensioni (4.7″, 5.5″ e 5.8″) per iPhone 7S, iPhone 7S Plus ed iPhone 8. I pannelli verranno forniti direttamente da Samsung Electronics, secondo quanto stabilito in sede comune dagli accordi commerciali, e consentiranno un’implementazione bezelless che aumenta la superficie interattiva a vantaggio di un device compatto perfetto per la multimedialità e la produttività.

In merito al display, ad ogni modo, gli analisti nutrono seri dubbi in merito all’implementazione di unità Edge Screen. La causa sarebbe da imputare in questo caso alla scarsità di forniture da parte dei partner, sebbene Apple abbia in serbo alcune sorprese per i prossimi display flessibili da rilasciarsi nel 2018 con la nuova generazione iPhone.

iPhone 8 displayPer il momento, comunque, la speranza è che Apple provveda ad una seria rimodulazione del design per il frontale dei propri smartphone, in linea con i render che nel corso di questi mesi hanno popolato i vari siti web online, ove si è concessa l’esclusiva su un componente decisamente accattivante. Potrebbe trattarsi di pannelli Super AMOLED Edge-Type aspect ratio 20:2 o 2.25:1 con risoluzione @2.800×1.242 pixel e cornici decisamente ridotte. Inoltre, non mancherà nemmeno il supporto ad una nuova funzione tap-to-wake che consente di risvegliare il dispositivo con un semplice tocco senza passare per il riconoscimento facciale, il PIN code o altro sistema di autenticazione e sblocco.

iPhone 8: cosa c’è sotto il cofanoiPhone 8 prestazioni

Per quanto riguarda le dotazioni tecniche per i futuri iPhone 8 si parla di sistemi SoC made in TSMC rev.A-11 con frequenza limite @2.74GHz e coprocessore matematico M-11 a 10 nanometri con supporto a dotazioni di memoria RAM da 3-4GB e ROM da 32/128/256GB.

La vera novità si giocherà soprattutto nel campo della multimedialità, dove ai due obiettivi Dual-Cam 12+12 Megapixel con dual-OIS dedicato si affiancherà anche una sezione 3D-Ready per la gestione degli ambienti per la realtà aumentata attraverso una terza fotocamera che potrebbe anche fungere da proiettore di ologrammi tridimensionali. Il modulo frontale, invece, sarà rappresentato da una soluzione standard da 8 Megapixel della quale se ne disconoscono al momento le specifiche tecniche essenziali ed alla quale sarà affiancata anche una soluzione che consente lo sblocco facilitato del device tramite analisi del volto.iPhone 8 fotocamera 3D

La società di Cupertino ha puntato all’incentivazione dei propri sistemi di pagamento Apple Pay anche qui in Italia. A quanto pare, comunque, la compagnia intende prevedere anche l’adeguamento dei sistemi Nucleo NFC (Near Field Communications) per la visualizzazione di informazioni contestuali a luoghi e oggetti. In aggiunta, grazie a questi nuovi sistemi sarà possibile effettuare il pairing semplificato degli Apple Watch con i nostri smartphone.

Altrettanto interessante sarà la valutazione dei sistemi di ricarica e della batteria (ancora ignota). In particolare si discute in merito a nuovi sistemi per la ricarica wireless e il Fast Charging.

iPhone 8: sicurezza

Sul fronte della sicurezza, come già accennato, non mancheranno nuovi sistemi per il riconoscimento facciale 3D (a quanto pare esclusivi), IRIS Scanner e sensore per il riconoscimento delle impronte digitali.

Per quanto concerne il sistema di scansione delle impronte digitali impervia il dibattito. Di fatto, come indicato sopra, c’è chi afferma che Apple sia intenzionata ad estromettere completamente il componente in ragione delle analoghe difficoltà incontrate da Samsung per l’implementazione a schermo su Note 8. La parte avversa, invece, individua il componente in un’apposita area dedicata chiamata Function Area all’interno dell’unità principale di visualizzazione. Non è comunque da escludere una potenziale implementazione sul retro in linea con le proposte concorrenti.

iPhone 8: funzioni IA e ecosistema virtuale iOS 11iPhone 8 Siri

Tim Cook si è espresso senza riserve in merito alla possibilità di portare avanti i lavori di perfezionamento nel campo dell’interattività virtuale intelligente nel contesto mobile. Dopo aver discusso in merito all’implementazione della fotocamera 3D parliamo anche del nuovo motore IA Siri Vocal Assistant, che si arricchisce di nuove voci, sistemi di traduzione istantanea e supporto esterno per l’interazione con app di terze parti.

Sebbene l’ultima Conferenza Internazionale per gli sviluppatori Apple (WWDC 2017) non abbia contribuito a portare alla nostra attenzione nuove funzioni per l’app Siri, è altamente probabile che l’assistente possa contare su un’interazione più immediata con iOS 11, grazie a nuovi comandi ad attivazione vocale che rendano superflua l’attivazione manuale tramite pulsante Home.

In aggiunta, il nuovo ecosistema iOS 11 potrebbe prevedere anche l’utilizzo di nuove funzioni Apple Maps nel contesto dell’esplorazione ambientale 3D direttamente da iPhone.

Samsung Galaxy Note 8 vs iPhone 8: specifiche e confronto

Di seguito forniamo un resoconto tecnico sulle specifiche dei due contendenti in carica per il ruolo di assoluti top di gamma della categoria smartphone.

Scheda Tecnica Samsung Galaxy Note 8Samsung Galaxy Note 8

Display: Pannello Capacitivo Multi-Touch Edge Super AMOLED W-QHD (QHD+) 4K Resolution con diagonale da 6.3 pollici @2960×1440 pixel con rivestimento protettivo Cornig Gorilla Glass di 5a generazione e cornici ridotte al minimo

Processore: Octa-Core System Qualcomm Snapdragon 835/836 10nm (mercato USA) e Samsung Exynos 8895 (Mercato Europa)

GPU: Adreno 540 (per Snapdragon 835); Mali-G71 MP20 (Per Exynos 8895)

Memoria RAM: 6GB

Memoria ROM: 128GB con processo tecnologico UFS 2.1 e supporto per espansione esterna tramite slot separato per microSD Card fino a 256GB

SIM Card: Nano-SIM

Fotocamera Principale Posteriore: 12+12 Megapixel Dual-Lens Technology con sistema di stabilizzazione ottica di immagine separato (dual-OIS), HDR e sistema di messa a fuoco automatica laser @f/1.7, tecnologia Dual Pixel

Fotocamera Principale Anteriore: 8 Megapixel

Fotocamera Secondaria Anteriore: riconoscimento facciale intelligente per l’autenticazione

Connessioni: LTE 24 bande, WiFI ac doppia banda 2.4GHz/5GHz, NFC, Bluetooth 5.0 ed USB 2.0 Type-C reversibiile, GPS con GLONASS Geo-System, Beidu e Galileo GPS GEO-System (Europa)

Sensoristica: Luminosità ambientale, Proximity sensor, scanner biometrico per le impronte digitali, accelerometro, giroscopio, bussola, IRIS Scanner, Rapid Wireless Charger

Altro: Assenza di pulsanti fisici sul frontale, sistema di impermeabilizzazione IP68 (1.5 metri di profondità per un massimo di 30 minuti in acqua), Samsung Pay, Jack cuffie tradizionale, cuffie AKG in dotazione, S-Pen con altoparlante audio integrato, Samsung Bixby Vocal Assistant

Batteria: 3.500mAh non removibile con funzione ricarica rapida Quick Charge 4.0 (USA) e Fast Adaptive Charge (UE)

Sistema Operativo: Android 7.1.1 Nougat con supporto alle personalizzazioni proprietarie Samsung Experience UI

Scheda Tecnica iPhone 8iPhone 8 uscita

Display: Pannello Capacitivo OLED Multi-Touch Edge-to-Edge (per tutte e tre le versioni previste) con tecnologia Super AMOLED Display e diagonali da 4.7, 5.5 e 5.8 pollici con risoluzione d’uscita @2.800×1.242 pixel e cornici ridotte al minimo (bezelless design)

Processore: TSMC A-11 + coprocessore M-11 a 10 nanometri

Memoria RAM: 3-4GB

Memoria ROM: 32/128/256GB senza slot esterno per l’espansione

SIM Card: Nano-SIM

Fotocamera Principale Posteriore: 12+12 Megapixel Dual-Lens con tecnologia di stabilizzazione ottica di immagine (dual-OIS), HDR, sistema di messa a fuoco automatica, registrazione video 4K e fotocamera digitale con funzionalità 3D-ready per la gestione degli ambienti Augmented Reality

Fotocamera Principale Anteriore: 8 Megapixel

Fotocamera Secondaria Anteriore:  da utilizzarsi quale sistema di riconoscimento facciale 3D per autenticazione

Sensoristica: Luminosità ambientale, Proximity sensor, scanner biometrico per le impronte digitali su Function Area, accelerometro, giroscopio, bussola, IRIS Scanner, Wireless Charger

Altro: Assenza di pulsanti fisici sul frontale, sistema di impermeabilizzazione IP68 (1.5 metri di profondità per un massimo di 30 minuti in acqua), assenza jack cuffie analogica da 3.5mm

BatteriaDa definire

Sistema Operativo: iOS 11

Prezzo al lancio: superiore ai €1,000 per la variante top di gamma

Si tratterà comunque di due device fuori dalla portata dell’utente medio, da concedersi ad un prezzo che oscilla tra i €1.000 ed i €1.200 per le varianti base. Galaxy Note 8 rispecchierà le fattezze di un Galaxy S8+ Plus business-oriented migliorato nelle funzioni, ma iPhone 8 potrebbe segnare definitivamente un passo in avanti nel panorama mobile di Apple.

In attesa degli eventi ufficiali da tenersi in autunno rispettivamente a cavallo dell’IFA 2017 di Berlino (per Note 8) e nel mese di Settembre 2017 (per iPhone 8) vi invitiamo ad esprimere qui tutte le vostre personali considerazioni al riguardo in attesa di ulteriori informazioni di carattere ufficiale.

FONTE