Nella giornata di oggi, Samsung ha dato il via ufficiale alla fase di beta test dell’aggiornamento ad Android Oreo 8.0 per il Samsung Galaxy S8 ed il Samsung Galaxy S8 Plus, i due smartphone che, insieme al Galaxy Note 8, costituiscono la proposta della casa coreana per la fascia alta del mercato.

La versione beta della Samsung Experience 9.0 (l’ex Touch Wiz UI) basata su Android Oreo arriverà come aggiornamento tramite OTA agli utenti che hanno installato l’app Samsung+ o Samsung Members e che desidereranno provare in anteprima il nuovo update. 

Samsung Galaxy S8

E’ importante sottolineare come, almeno per il momento, il programma di beta testing di Android Oreo per Samsung Galaxy S8 e S8 Plus sia riservato, esclusivamente, alla Corea del Sud, agli USA ed al Regno UnitoCome previsto nei giorni scorsi, quindi, l’Italia, almeno in questa prima fase di test, non è inclusa tra i Paesi in cui Samsung ha deciso di testare il nuovo aggiornamento.

Come facilmente intuibile, l’aggiornamento ad Android Oreo è un vero e proprio major update e, quindi, il pacchetto da scaricare sarà decisamente pesante (1.4 GB). Oltre alle novità di Android Oreo, inoltre, la nuova versione della Samsung Experience presenterà diverse caratteristiche inedite. 

Samsung, infatti, ha introdotto nella sua UI diverse novità per la tastiera integrata, per il pannello delle notifiche e la schermata Home oltre alla funzione Samsung Dual Messenger  che permette di installare una copia di un’app di messaggistica per utilizzare due account in contemporanea. 

Novità in arrivo anche per Samsung DeX, la funzione che trasforma lo smartphone in un vero e proprio mini PC con un ambiente desktop per sfruttare al massimo le potenzialità di un display più grande, per lo schermo Edge e per Samsung Cloud. 

Nel suo comunicato ufficiale con cui viene annunciato l’avvio del programma di beta test, Samsung non ha specificato le tempistiche con cui prevede di rilasciare l’aggiornamento ad Android Oreo per Samsung Galaxy S8 e S8 Plus. L’update dovrebbe essere pronto per l’inizio del prossimo anno. Ulteriori dettagli emergeranno, in ogni caso, già nei prossimi giorni.