Samsung Galaxy S8 vs LG G6

La data di presentazione delle nuove proposte top di gamma del segmento smartphone 2017 è ormai alle porte sia per Samsung Galaxy S8 che per LG G6, le cui rispettive specifiche forniscono una panoramica iniziale sulla naturale evoluzione delle tecnologia mobile lato design e lato prestazioni.

Si tratterà di soluzioni che ben si scosteranno da quelle che attualmente attirano l’attenzione degli utenti. Per entrambi sono stati previsti sistemi di visualizzazione bezeless con cornici ridottissime ed implementazioni hardware all’ultimo grido. Dei due terminali si sa ormai quasi tutto, anche la data di presentazione che per Samsung Galaxy S8 è slittata quest’anno al di fuori del contesto del Mobile World Congress 2017 di Barcellona che ospiterà invece il top di gamma di LG Electronics.

Samsung Galaxy S8Galaxy S8

I riflettori sono puntati su uno smartphone la cui presentazione è stata stabilita in data 29 Marzo 2017 a New York in apposito evento. Dopo i recenti casi di esplosione che hanno portato ai richiami ed al definitivo abbandono del merchandising di Note 7 la società ci riprova proponendosi più serrati controlli ed una dotazione che consenta di lasciarsi alle spalle la faccenda Note 7.

Il ritardo infatti si deve proprio alla necessità di migliorare il controllo qualità provvedendo a serrati test di verifica delle condizioni di affidabilità. Ad ogni modo l’attesa sarà ripagata a fronte di un terminale per il quale si prevede un parco funzioni interessante e specifiche di rilievo.

Si parte dal sistemi SoC (System-on-a-chip) realizzato da Qualcomm in collaborazione con il team di ingegneri Samsung Electronics che hanno previsto la creazione di un microprocessore 10nm targato Qualcomm Snapdragon 835 che prevede non soltanto un netto miglioramento del fattore di potenza ma anche consumi ridotti e la compatibilità con i nuovi modem LTE ed il supporto alla ricarica rapida giunto ora alla revisione 4.0.

Lato design avremo a che fare con un device che offre il miglior rapporto screen-to-bosy oggi possibile per uno smartphone (circa 80%). Le versioni previste, così come riferito, dovrebbero essere da 5.8 e 6.2 pollici con un rapporto d’aspetto differente che consentirà di estendere lungo la linea verticale il form factory del terminale, offrendo un perfetto utilizzo delle applicazioni in portrait come i browser ed in landscape per i video e le immagini.

In tal senso risulta chiaro che l’ingombro generale del device viene ridotto in larghezza. Di fatto si dice che il modello da 5.8 pollici riporterà lo stesso ingombro dell’attuale Samsung Galaxy S7 Flat con display da 5.1 pollici. Davvero notevole.

Un altro importante miglioramento è da riscontrarsi nell’utilizzo delle funzioni intelligenti per l’assistente vocale Samsung Bixby. Realizzato da ViV Labs, società responsabile dello sviluppo di Siri per Apple device, il nuovo sistema IA porterà ad un nuovo paradigma di utilizzo che potrà essere applicato al riconoscimento degli oggetti ed alla scansione OCR dei caratteri.

A differenza del meno prestante Samsung Voice, il nuovo assistente riporterà spiccate doti di velocità e precisione, oltre che una certa informalità nella gestione delle richieste utente.

Tornando al display è curioso notare come secondo l’opinione di molti la società sia ora intenzionata ad implementare una sorta di sistema 3D Touch che ricalchi le orme del tanto discusso Force Touch per i dispositivi Apple. In questo frangente, quindi, si auspica la creazione di una soluzione che garantisca l’accesso ad una molteplicità di funzioni tramite il controllo del sensore di pressione posto alla base del display.

Come dimostrato da recenti immagini, inoltre, il sistema di scansione intelligente per le impronte digitali non troverà posto alla base del pannello di visualizzazione ma sarà collocato nella back cover accanto al modulo fotocamera posteriore in soluzione unica e precisamente alla sua destra in posizione sopra elevata lungo l’asse orizzontale.

In ultimo ma non meno importante, il fatto che con Samsung Galaxy S8 sarà possibile creare un PC personale che ricalchi l’utilizzo dei sistemi Continuum di Microsoft per i suoi Lumia. Una soluzione verso cui molte aziende si sono avvicinate in passato senza successo ma che ha ora modo di esistere in luogo di un aumento sostanziale delle specifiche e quindi della potenza elaborativa.

Ecco, qui di seguito, una scheda riassuntiva delle specifiche del prodotto:

  • Display: Pannello Capacitivo Multi-Touch Super AMOLED Quad-HD 4K Resolution Pressure Sensitive con diagonale da 5.8 e 6.2 pollici @2560x14400p e rivestimento protettivo Cornig Gorilla Glass di 5a generazione a cornici ridotte
  • Processore: Octa-Core System Qualcomm Snapdragon 835 10nm
  • Memoria RAM: 4/6GB DDR4X System
  • Memoria ROM: 64GB con tecnologia UFS 2.0 e previsto slot per espansione microSD Card esterno
  • SIM Card: Formato Nano-SIM
  • Fotocamera Principale Posteriore: 12 Megapixel tecnologia di stabilizzazione ottica di immagine (OIS), HDR e sistema di messa a fuoco automatica @f/1.7 con tecnologia Dual-Pixel
  • Fotocamera Secondaria Anteriore: 8 Megapixel
  • Sistema di impermeabilizzazione IP68 fino ad 1.5metri per massimo 30 minuti
  • Sensoristica/Funzionalità: Luminosità ambientale, Proximity sensor, scanner biometrico per le impronte digitali sul retro, accelerometro, giroscopio, bussola e sistema di connessione Samsung DEX in modalità Desktop
  • Batteria: non removibile con funzione ricarica rapida Qualcomm Quick Charge 4.0
  • Sistema Operativo: Android 7.0 Nougat con supporto alle personalizzazioni proprietarie Samsung Experience OS

LG G6

LG G6

LG Electronics non ha dovuto affrontare il flop Note 7 come per Samsung ma ha fatto registrare un record negativo di incassi con il suo LG G5, causa un design modulare non proprio apprezzato da tutti. Ad ogni modo la divisione smartphone di LG intende farsi perdonare il mezzo flop proponendo un device completamente nuovo realizzato in un mix di vetro e metallo.

Dopo aver espresso il suo dissenso nei confronti dell’adozione di un sistema modulare che ricalcasse le specifiche viste con i device di quinta generazione la società ha promesso un device a misura d’utente. Di fatto i terminali accolgono ora i feedback di coloro che cercano un telefono impermeabile, compatto e ricco di funzionalità.

In primo luogo, quindi, viene abbandonato il concetto di batteria estraibile prevedendo invece un supporto completamente integrato. Il design Premium fa da sfondo ad un sistema di visualizzazione che conta su una notevole riduzione delle cornici che garantisce in questo caso un fattore di estensibilità della superficie utile di contatto dell’oltre il 90%, addirittura meglio di Galaxy S8.

In questo caso non avremo a che fare con un ingombrante 6.2 pollici ma quindi con un device che allo stesso modo offre un’ampia superficie interattiva che si completa con l’adozione di un nuovo rapporto schermo in 18:9 che abbandona il classico approccio 16:9 a garanzia di un sistema di utilizzo indirizzato espressamente al multitasking ed alle previste funzioni Multi-Screen previste con l’avvento di Android Nougat.

Il telefono, così come l’S8, sarà quindi più alto e più stretto e garantirà un utilizzo in daily-use sempre affidabile sotto il profilo dell’ergonomia. L’altra grande novità sarà corrisposta dall’integrazione dirette dell’assistente vocale Google Assistant basato sull’utilizzo delle reti neurali intelligenti. Sarà di fatto il primo telefono non Pixel a poter contare su questa nuova integrazione. L’interazione sarà fluida e dinamica e garantita da un sistema molto più colloquiale che garantirà risposta rapide a tutte le nostre richieste.

In aggiunta LG Electronics è voluta andare in contro alle richieste dell’utenza proponendosi attraverso un nuovo sistema di impermeabilizzazione basato sugli attuali standard di conformità IP68 che prevedono una tenuta stagna per immersioni in acqua dolce fino ad 1.5 metri di profondità e per un tempo massimo di 30 minuti.

Presente anche un sistema multimediale che conta su una doppia fotocamera posteriore con obiettivo grandangolare ed il jack analogico da 3.5 mm volutamente estromesso da molti competitor tra cui Apple con i suoi ultimi iPhone 7.

Per la prima volta LG ha l’occasione di attuare una rivalsa sul connazionale proponendo in anticipo quella che sarà la rivoluzione del settore smartphone che si concretizzerà a partire dal mezzogiorno del 26 Febbraio 2017 sul palco del MWC 2017.

Purtroppo c’è una nota dolente riguardo l’adozione dei sistemi a microprocessore integrati che corrisponderanno agli attuali Qualcomm Snapdragon 821. L’adozione degli ultimi ritrovati della tecnologia 10nm voluti per la revisione SD835 saranno infatti ad esclusivo appannaggio delle soluzioni Samsung smartphone 2017 che hanno di fatto saturato la richiesta del fornitore californiano. Ad ogni modo possiamo anche scendere a questo compromesso in luogo di una rimodulazione del prezzo di vendita.

Ecco, qui di seguito, le specifiche tecniche da volersi per il nuovo top di gamma sudcoreano:

  • Display: Pannello Capacitivo Multi-Touch Quad-HD 2K @2880x1440p Resolution con diagonale da 5.7 pollici e rivestimento protettivo Cornig Gorilla Glass a cornici ridotte ed aspect ratio 18:9
  • Processore: Octa-Core System Qualcomm Snapdragon 821 14nm
  • Memoria RAM: 6GB LPDDR4 System
  • Memoria ROM: 64GB con previsto slot per espansione microSD Card esterno
  • SIM Card: Formato Nano-SIM
  • Fotocamera Principale Posteriore: Dual-Lens
  • Sistema di impermeabilizzazione IP68 fino ad 1.5metri per massimo 30 minuti
  • Sensoristica/Funzionalità: Luminosità ambientale, Proximity sensor, scanner biometrico per le impronte digitali sul retro, accelerometro, giroscopio, bussola e sistema Google Assistant Voice, audio analogico su jack da 3.5mm
  • Batteria: non removibile
  • Sistema Operativo: Android 7.0 Nougat con supporto alle personalizzazioni proprietarie

Secondo te qual’è il perfetto candidato a ruolo di top di gamma smartphone 2017? Sceglieresti il Galaxy S8 o LG G6? A te tutte le considerazioni del caso.

LEGGI ANCHE: Galaxy S8, svolta di Samsung: avrà batteria giapponese