Samsung Electronics rappresenta una realtà di portata internazionale che opera ad ampio raggio nel contesto del mondo Hi-Tech che abbraccia non soltanto il segmento mobile phone ma anche quello dell’intrattenimento, delle telecomunicazioni terrestri, dell’automotive e del nuovo paradigma Smart per le case intelligenti.

Dopo la presentazione dei suoi nuovi piani per il lancio della piattaforma Samsung Bixby 2.0, annunciata sul finire della settimana e votata ora ad un utilizzo più intelligente delle funzioni di assistenza vocale, il colosso sudcoreano dell’elettronica mondiale si prepara a mettere in atto una manovra strategica che introdurrà un vero campione di innovazione nel campo della telefonia mobile applicata alle moderne tecnologie hardware e nuovo processi software IA. 

I piani di sviluppo per i prossimi Samsung Galaxy S9 sono già iniziati da tempo, e nel rispetto della filosofia della casa madre, tengono conto di una serie di innovazioni basate sul futuro e sulle promesse fatte in occasione del lancio delle attuali piattaforme top di gamma per le serie Samsung Galaxy S8 e Samsung Galaxy Note 8 che, a causa di tempistiche piuttosto ristrette e problematiche tecniche di sorta, non hanno concesso l’esclusiva su una serie di funzioni che, invece, avranno certamente modo di esistere con i prossimi top-level phone 2018, per i quali si è addirittura indicato un netto anticipo sui tempi di rilascio in luogo di mercato che presto conoscerà un temibile iPhone X.Samsung Galaxy S9

Per quanto concerne le mancate implementazioni auspicate per le unità di ultima generazione nel contesto della fascia alta Galaxy S8/Note 8 si è fatto a lungo discutere a proposito dei sistemi in-screen per la scansione biometrica intelligente delle impronte digitali degli utenti. In molti, secondo una serie di indiscrezioni e report, hanno indicato un potenziale arrivo delle funzionalità soltanto in occasione della presentazione dei device next-gen della line-up Samsung Galaxy Note 9.

Ad ogni modo, secondo quanto recentemente riferito, pare che la situazione possa drasticamente mutare a favore di un’implementazione anticipata che non veda un’introduzione esclusiva delle funzioni sulla linea di device business-phone next-gen per Note 9.

Di fatto, secondo quanto riferito dalle varie fonti e dai vari rumor di corridoio, pare che il sistema di scansione del fondo oculare IRIS Scan (portatosi avanti in occasione del lancio della sfortunato Samsung Galaxy Note 7) possa essere definitivamente abbandonato a favore di un’implementazione esclusiva delle funzioni fingerprinting scanner a schermo già con la prossima generazione Galaxy S9.

Si tratterebbe di una funzionalità davvero interessante da affiancare a nuovi sistemi d scansione facciale tridimensionale per il Facial Recognition Sensor Tracking del volto che, in luogo di una revisione tecnica, si migliorerà ponendosi a stretto contatto delle innovazioni iPhone X di quest’anno, ora nettamente avanti in termini di innovazione, precisione ed ottimizzazione rispetto alle controparti dirette Android.

L’utilizzo combinato di detti sistemi, ed ancor più una predisposizione in-screen preferenziale per le unità di scansione delle impronte, potrebbero rendere di fatto superflua l’adozione dell’IRIS Scan in luogo di un componente che risulta molto più accessibile ed user-friendly rispetto ad un passato che ha visto una sua collocazione posteriore decisamente troppo poco affidabile e che ha sollevato di certo non poche polemiche, domande e perplessità.Samsung Galaxy S9

A questo punto la situazione è decisamente controversa e vede schierarsi da un lato coloro che cercano in uno smartphone un prodotto che offra una molteplicità di scelte e di funzioni e dall’altro gli utenti che puntano alla semplicità, all’immediatezza nell’accesso ai propri device e ad una scrematura che consenta di avere maggior spazio fisico per ulteriori implementazioni ad alto contenuto tecnologico. 

Per il momento, e questo è piuttosto chiaro, si tratta di pure e semplici speculazioni di circostanza che presto potrebbero trovare un riscontro diretto da parte di Samsung, che certamente non mancherà di esprimersi al riguardo.

Allo stato attuale, tutto ciò che sappiamo sul nuovo terminale in uscita può essere riassunto in quella che è la sua scheda tecnica provvisoria che si completerà nel giro di qualche settimana con nuove interessanti informazioni. Seguiteci per ulteriori aggiornamenti su Samsung Galaxy S9+ Plus e Galaxy S9. 

Scheda Tecnica Provvisoria Samsung Galaxy S9

samsung-galaxy-s9
 

Display: Pannello Capacitivo Multi-Touch Optic Super AMOLED Quad-HD+ Resolution borderless con diagonale da 5.7 (Standard Edition) e 6.3 pollici (Plus Edition) @2.960×1.440p con rivestimento protettivo di supporto Cornig Gorilla Glass di nuova generazione

Processore: Octa-Core System Qualcomm Snapdragon 845 (USA) o Exynos 9 con processo produttivo standard a 7nm  (Europa)

GPU: Adreno 540

Memoria RAM: 4/6GB LPDDR4X System

Memoria ROM: 64/128GB con tecnologia UFS 2.1 e slot esterno per l’espansione opzionale di memoria

SIM Card: Formato Nano-SIM Card

Fotocamera Posteriore: 21+16 Megapixel Dual-Cam Technology con sistema di stabilizzazione multipla ottica di immagine (dual-OIS dedicata), HDR, sistema di messa a fuoco automatica laser e supporto allo slow motion @1.000fps

Fotocamera Anteriore: 8+8 Megapixel con sistema attivo per il Facial Recognition

Connessioni: 4G LTE Categoria 16 a 24 bande + 5G Carrier technology, WiFi ac doppia banda su portanti radio 2.4GHz/5GHz, NFC, Bluetooth 5.0 ed USB 2.0 Type-C reversibiile, GPS con GLONASS Geo-System, BeiDou System e Galileo

Sensori: Luminosità ambientale, Proximity sensor, scanner biometrico per le impronte digitali in-screen, accelerometro, giroscopio, bussola e sensore ad effetto Hall

Batteria: 4.000/5.000 mAh non removibile con funzione ricarica rapida Samsung Adaptive Charge

Sicurezza: scanner intelligente integrato per le impronte digitali a schermo, fotocamera IR Blaster per scansione del fondo oculare IRIS Scan da 3.7 MegaPixel frontale, sistema di tracciamento dei caratteri antropometrici per la ricostruzione della struttura del volto

Funzioni Esclusive: Samsung DeX (Interfaccia adattiva mini-PC), Smart Connect (controllo Smart Home Domotica)

Sistema Operativo: Android 8.0 Oreo con supporto alle personalizzazioni proprietarie Samsung Experience UI next-gen

Sito ufficiale: Samsung.com (in aggiornamento)