Samsung Galaxy S9

In attesa di capire se davvero Samsung svelerà il suo nuovo top di gamma a gennaio al CES di Las Vegas, nuove indiscrezioni chiariscono alcuni dettagli sul comparto software del nuovo Samsung Galaxy S9. Il nuovo flagship coreano, che sarà disponibile anche in una variante Plus come accaduto con S8, arriverà sul mercato con Android Oreo in versione 8.0 e non con la “nuova” 8.1 che, attualmente, ancora non è stata rilasciata in versione stabile ma arriverà solo a dicembre. 

Samsung, quindi, non avrebbe il tempo materiale per affinare al massimo il firmware del nuovo Samsung Galaxy S9 e punterà tutto su Android Oreo 8.0 per poi, eventualmente, aggiornare solo in un secondo momento i suoi top di gamma alla versione più recente di Android. 

Ricordiamo che i nuovi Samsung Galaxy S9 e S9 Plus registreranno il debutto di una nuova interfaccia utente, che dovrebbe chiamarsi Galaxy AI UX, che sarà collegata ad un hardware specifico in grado di sfruttare le potenzialità dell’intelligenza artificiale in diversi settori come, ad esempio, il riconoscimento facciale. 

Come da tradizione, il firmware dei nuovi top di gamma di casa Samsung è estremamente articolato ed i tempi di sviluppo ed ottimizzazione sono molto lunghi, soprattutto se paragonati ad altri smartphone. Il lancio di Android Oreo 8.1 in versione stabile sarà, di fatto, troppo ravvicinano alla presentazione dei nuovi S9. 

Se i rumors di questi giorni si riveleranno corretti, infatti, la casa coreana potrebbe presentare i nuovi Samsung Galaxy S9 e Samsung Galaxy S9 Plus già ad inizio gennaio, in occasione del CES 2018 di Las Vegas, per poi avviare le vendite tra fine gennaio e inizio febbraio, prima quindi dell’avvio del Mobile World Congress.

Ulteriori dettagli sui futuri top di gamma di casa Samsung emergeranno, in ogni caso, nel corso dei prossimi giorni. Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti.