in ,

Samsung Gear S3 su iPhone: ecco come stanno le cose

A seguito di lunghi mesi di attesa, la sudcoreana Samsung software ha finalmente deciso di prendere posizione in merito al rilascio del suo nuovo ecosistema di gestione iOS per le piattaforme intelligenti degli indossabili da polso di ultima generazione, i Gear S3 nelle versioni Classic e Frontier. Il tutto si realizza mediante l’integrazione delle funzioni applicative fornite da Samsung Gear app.

Ma come stanno veramente le cose? Funziona? non funziona? Con l’aiuto dei colleghi di SamMobile siamo venuti a capo della faccenda. Di fatto, in questa sede, evidenzieremo pregi e difetti del nuovo range di compatibilità verso iOS. Come metro di paragone si utilizza un iPhone 7 Plus ed un Gear S3.

Come già visto in altra sede, il sistema funziona sia con gli ultimi smartwatch che con quelli di generazione precedente, ovvero sia i Gear S2, nonché i Gear Fit 2. Una volta disposto il pairing, pertanto, sarà necessario concedere le dovute autorizzazioni all’applicazione Samsung di gestione in merito a calendario, contatti, posizione e foto.

Una volta accettate le condizioni di utilizzo possiamo accedere semplicemente al nostro account Samsung e procedere all’utilizzo dell’app, dalla quale scaricare watchfaces, app e prendere possesso dei dati sul monitoring del nostro stato di salute. Samsung Gear S3 Classic Software

Visto e considerato che Samsung Gear S3 include in dotazione microfono ed altoparlante, questo può essere utilizzato anche per effettuare e ricevere le chiamate. Può fungere da sistema vivavoce Bluetooth, grazie alla presenza del protocollo apposito, quando accoppiato ad uno smartphone. Tuttavia, su iPhone, non abbiamo l’opzione Low Energy Bluetooth.

Una volta impostato il tutto, ecco che cosa si è scoperto nel corso di una normale sessione di test e di utilizzo:

  • Stabilità in connessione: Non sappiamo se si tratti di un problema legato specificatamente ad iOS o un bug applicativo di Gear S app, ma lo smartwatch fa registrare disconnessioni continue dalla rete. Le fasi di disconnessione si registrano addirittura in fase di installazione ed aggiornamento app. Per poter ricollegare l’indossabile è necessario, di volta in volta, ri-accedere all’app ed effettuare nuovamente l’accesso. Un problema davvero enorme, per il quale si attende un immediato riscontro su un potenziale aggiornamento.
  • Notifiche: Le notifiche risentono pesantemente delle limitazione intrinseche di iOS. Una limitazione che rimarrà tale sino al momento in cui Apple non si deciderà a rilasciare le API agli sviluppatori di terze parti.
  • Galaxy Apps Store: Come facciamo ad installare app ed implementare le nostre watchfaces preferite su iPhone? Esistono due modi. Il primo è quello di utilizzare il repository web del Galaxy Apps all’interno dell’app Gear S. Il secondo è accedervi direttamente dall’orologio da polso intelligente. Le prove condotte per l’installazione dei prodotti non hanno sempre riportato il risultato sperato. Infatti, nello specifico, alcune app ed alcune skin non sono state installate correttamente. Inoltre, allo stato attuale, pare che il software non sia ottimizzato per tutte le lingue, facendo riscontrare una certa predominanza dell’idioma locale, a scapito dell’usabilità della piattaforma.
  • Quadranti: In questo caso valgono le stesse considerazioni fatte a proposito dell’installazione e dell’usabilità delle applicazioni.
  • Galleria: La funzione di inoltro immagini funziona davvero bene, niente da dire. Si selezionano le foto che vogliamo inviare dall’iPhone al Gear S3 ed il tutto si risolverò in una manciata di secondi.
  • Lettore musicale: In tal caso la situazione si complica. Di fatto, in tali casi, è necessario accedere ad una risorsa web ove indicare l’indirizzo IP che si presenta sul display dell’orologio, prima di poter accedere alle nostre playlist. Smartwatch e telefono devono risiedere all’interno del medesimo network WiFi e, vista la natura di iOS, è molto improbabile che la situazione registri un mglioramento.
  • Samsung S-Health: Visto e considerato che il sistema smartwatch può considerarsi a tutti gli effetti come un componente standalone, risulta chiaro che questo rispecchia una certa indipendenza rispetto all’utilizzo del telefono e, pertanto, è possibile procedere allo storage dei dati sul nostro stato di salute senza alcuno sforzo aggiuntivo. Indossiamo il device al polso ed è fatta. Funziona, in questo caso, allo stesso modo di una controparte FitBit o MisFit su iPhone.
  • Find my Gear: La funzione Trova il mio Gear  consente di ritrovare , attraverso l’applicazione principale di gestione, il nostro smartwatch in caso dovessimo smarrirlo o ci venisse sottratto. La funzione opera a dovere. Nessun problema.

gear s3 italiaQuesti, sostanzialmente. sono i pregi ed i difetti riscontrati nell’utilizzo di questa nuova applicazione iOS per Samsung Gear S3 smartwatch. Sostanzialmente, il grosso del problema si ha in merito alla stabilità di connessione che, come indicato, non garantisce la piena affidabilità del sistema nel contesto iOS. Le notifiche, pertanto, potrebbero andate perse a causa dell’unpairing random con l’app di gestione su smartphone. Di fatto, almeno per il momento, in fase operativa, diversi problemi sono stati riscontrati negli alert per le email in arrivo ed i messaggi. Problemi che si sommano al’impossibilità di accedere all’archivio di contenuti per app e quadranti.

Nel complesso possiamo dire che l’esperienza di utilizzo migliora notevolmente nell’utilizzo interno all’ecosistema Android, così come visto in passate occasioni. L’accesso alle notifiche, come auspicabile e facilmente intuibile, è sicuramente il caposaldo di utilizzo di un sistema mobile smartwatch, e, pertanto, non si può certo soprassedere in merito alla questione. Urge, in tal caso, un processo di aggiornamento da parte di Samsung ed una predisposizione alle concessioni di utilizzo delle funzioni integrative da parte del team di developer di Apple.

Speriamo che tutti questi iniziali inconvenienti vengano presto risolti con successive revisioni software. Ad ogni modo sappiate che, se intendete acquistare uno di questi smartwatch Samsung, vi sono dei problemi che, per ora, non consentono piena operatività con i sistemi iPhone.

Hai un Gear S3 ed un iPhone abbinato? Ti va di descrivere qui la tua personale esperienza di utilizzo? Usa il box per commentare.

LEGGI ANCHE: Samsung Gear S3: come configurarlo per funzionare su iPhone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

galaxy s8 foto ghostek ufficiale

Samsung Galaxy S8: le prime novità con la cover “Ghostek”

store

A Milano apre un nuovo Apple Store: a dir poco rivoluzionario