“Taci, il nemico ti ascolta!”. Anche tramite una Smart Tv Samsung! Certe notizie le credevamo ormai estinte insieme alla Guerra Fredda. Non solo quelle relative alla costruzione di muri, che stanno di nuovo comparendo come funghi tra i Paesi europei per bloccare il flusso di migranti provenienti da Africa e Medio Oriente. Bensì, anche le notizie riguardanti lo spionaggio. Sappiamo, ad esempio, quanto abbia rivelato Edward Snowden su questo campo. Ma anche quanto detto dal super latitante Julian Assange, fondatore del sito che fa tremare i potenti: Wikileaks. D’altronde, la tecnologia odierna si presta benissimo allo spionaggio, visto che ormai ci circonda in ogni dove. Anche e soprattutto in casa.

E così anche una normale Smart Tv Samsung può trasformarsi in una spia in favore della CIA. E’ quanto sta trapelando da nuove rivelazioni proprio di Wikileaks. Vediamo in che modo e quali modelli sono coinvolti.

wikileaks, CIa spiava con smart tv samsung

 

La Smart Tv Samsung serie F8000 hackerata dalla CIA per spiarti

Come riporta Sammobile, WikiLeaks ha fatto trapelare nuovi spiazzanti documenti che rivelano alcuni metodi adoperati dalla CIA – acronimo di Central Intelligence Agency – per manipolare i dispositivi elettronici e trasformarli in insospettabili spie. I documenti descrivono come gli Stati Uniti e le sue agenzie alleate siano in grado di aggirare la cifratura di applicazioni come WhatsApp e Signal mediante un dispositivo Android, irrompendo anche nelle crittografie. C’è poi un programma in particolare chiamato Weeping Angel che utilizza le Smart TV Samsung della serie F8000. In che modo? Manipolando il microfono del televisore al fine di registrare le conversazioni da lì nell’ambiente domestico del povero malcapitato.

smart tv samsung cia

Come la CIA spia dalle Smart Tv Samsung

Passando a informazioni più tecniche, secondo quanto rivela Wikileaks il programma ha lavorato solo su alcune versioni del firmware dello stesso televisore, in particolare sui televisori che eseguono versioni firmware 1111, 1112 e 1116. Non ci sono riusciti dal firmware 1118 in poi. La CIA stava altresì lavorando a un metodo per evitare che i televisori hackerati si potessero aggiornare e superare così la loro manipolazione. Nulla poi vieta di credere che la CIA abbia manipolato Smart Tv più recenti oltre a quelle di altre marche. Samsung, dal canto suo, ha già incassato un sacco di critiche quando ha rivelato nel 2015 che alcuni dei suoi televisori intelligenti ascoltavano le conversazioni.

Leggi anche: Galaxy S8 svelato da Samsung Internet Beta: ecco il percorso da seguire per vederlo

Samsung non ha ancora commentato questa notizia. Certo, si aggiungerebbe ad altri problemi del colosso coreano. Come gli scandali governativi o il caso brevetti con Apple. Inoltre, gli occhi sono puntati anche su altri dispositivi, come gli smartphone e i cosiddetti frigoriferi “intelligenti”. Gli stessi che ci dicono cosa ci serve per la spesa. E, a detta degli esperti, forniscono dati utili per le indagini di mercato. L’altra faccia della medaglia chiamata progresso.