Sony rappresenta un’indiscussa protagonista del panorama dell’innovazione multimediale, da portarsi avanti attraverso i suoi ultimi prodotti appartenenti al segmento delle TV LCD Ultra HD con sistema operativo Android. Stiamo parlando del Sony TV XE93, per il quale la casa madre ha realizzato un nuovo video sample.

Si tratta di una soluzione davvero innovativa, forte di tecnologie come la Slim Backlight Drive+ con struttura LED Quad-Edge, diretta eredità delle soluzioni in uso per le revisioni Sony TV XD93. I tagli dimensionali messi a disposizione dal costruttore sono sostanzialmente due: 55 pollici e 65 pollici.

Sotto il cofano troviamo in potente microprocessore 4K HDR X1 Extreme che rispecchia le fattezze di quello viso per gli LCD della serie ZD9 e per gli OLED A1. Allo scopo di migliorare l’immagine sul profilo del dettaglio e della qualità, come ovviamente ci si potrebbe aspettare, troviamo una serie di tecnologie correlate utili allo scopo.

Prima fra tutte l’HDR “object-based”, secondo cui il processore analizza ogni singola immagine provvedendo ad un’accurata correzione degli elementi di contrasto e del colore per ogni oggetto, in modo tale da ottimizzare la massimo l’immagine finale. Una tecnologia che, in modo del tutto analogo, viene adoperata per i contenuti video in standard SDR (Standard Dynamic Range) e la loro conversione in HDR (High Dynamic Range) tramite un metodo di upscaling.sony android tv xe93

Il Super Bit Mapping 4K HDR, poi, consente di uniformare le transizioni rendendole meno nette e mettendo in risalto le sfumature colore. Il sistema integrato a microprocessore ha, in tal caso, il compito di porre in analisi le sorgenti immagine ad 8-bit (Full HD) o a 10-bit (Ultra HD) per poi portarle sui 14-bit, realizzando la creazione di un sistema di mappatura dei colori che vada oltre i livelli predefiniti dallo standard.

Il sistema integrato dispone anche del doppio database per upscaling e riduzione del rumore. I TV Sony, quindi, consentono di portare sia contenuti SD che HD o Full HD alla risoluzione prevista per il 4K, risolvendo il rumore di conversione dovuto al processo di scaling verso l’alto.

Non mancano anche tecnologie note come il Triluminos per l’ottimizzazione della riproduzione del colore ed il 4K X-Reality Pro per la cura del dettaglio. Completa il parco delle dotazioni X-tended Dynamic Range PRO, in uso sia per l’SDR che per l’HDR, ed in grado di accentuare ed attenuare secondo contesto i livelli di luce in zone predefinite del display, attraverso un complesso algoritmo di analisi del fattore di retroilluminazione. Non mancano, infine, i supporti per l’HDR10 ed il Dolby Vision.

Ricordiamo, in tal caso, che HDR10 sta per subire, pare proprio oggi, un adeguamento funzionale ai metadati dinamici da volersi per l’HDR10+, mentre il Dolby Vision offre già questa possibilità integrativa che va a migliorare i livelli di illuminazione dei pixel fotogramma per fotogramma secondo contesto.

E voi che cosa ne pensate di queste nuove soluzioni volute per i televisori Sony? Avete dato un’occhiata al video rilasciato dalla compagnia per l’occasione? Diteci pure che cosa ve ne pare.

LEGGI ANCHE: Sony ha finalmente un lettore Blu-ray 4K, ecco le sue principali qualità