Spotify vuole assumere Obama come Presidente delle Playlist

Ormai Donald Trump sta per solcare la soglia della Casa Bianca con Barack Obama che, invece, sta facendo le valigie. Il futuro lavorativo dell’ex presidente degli Stati Uniti d’America è però già al centro delle cronache, tanto è vero che il popolare portale di streaming musicale Spotify ha proposto ad Obama un nuovo incarico: Presidente delle Playlist.

Barack Obama, Spotify lo vuole assumere

A strizzare l’occhio al colosso musicale fu proprio lo stesso Barack Obama qualche tempo fa, durante un’intervista ai microfoni della BBC: l’ex presidente alla domanda su quale sarà il suo futuro lavorativo rispose scherzosamente di voler lavorare da Spotify. Una palla colta immediatamente al balzo dal CEO della società svedese Daniel Ek, il quale ha twittato una proposta ad Obama, quella di Presidente delle Playlist.

Sul sito del portale di streaming musicale – nella sezione dedicata alla posizioni lavorative aperte – compare infatti fra quella di “Presidente delle Playlist”.

Barack Obama, offerta di lavoro da spotify

Ecco cosa c’è scritto nell’inserzione: ” Spotify è in crescita a livello globale, e siamo ora alla ricerca di un Presidente delle Playlist. Chi coprirà questa posizione dovrà supervisionare i nostri editori musicali e il team delle playlist attraverso gli uffici in tutto il mondo. Spotify ha iniziato la sua attività in Svezia nel 2006, ma ora siamo in oltre 60 paesi. Come organizzazione, siamo pieni di speranza, e sempre aperto al cambiamento”

I requisiti per poter accedere a questa posizione non lasciano spazio a dubbi: per poter fare questo lavoro si deve aver guidato, per otto anni, una nazione importante e aver vinto il premio Nobel per la Pace.

LEGGI ANCHE
Spotify Mac: pieno supporto ai controlli intelligenti della TouchBar
Apple Music: Traguardo da 20 milioni di iscritti per il rivale di Spotify

Obama è da sempre molto attivo sui social network ed è uno dei politici più vicini al mondo della musica. Su Spotify è registrato solo dal 2015 ma a condiviso già diverse playlist, che vanno da John Coltrane a Frank Sinatra.


Approfondisci con: in ,
FONTE: