Il Tiangong-1, lanciato nel 2011, sta per tornare sulla Terra. Il satellite cinese è fuori controllo dal marzo dello scorso anno, l’impatto con il nostro pianeta è imminente.

Un oggetto che pesa otto tonnellate e mezzo sta per schiantarsi sulla Terra, ma non c’è da avere paura, perché pochi pezzi dovrebbero toccare il suolo. Scopriamo insieme perché.

I portavoce cinesi nel 2016 hanno comunicato alle Nazioni Unite la perdita di contatti con il Tiangong-1, prevedendo l’impatto con la Terra tra ottobre 2017 e aprile 2018. Jonathan McDowell, astrofisico di Harvard, ritiene però che il periodo da considerare sia inferiore, l’oggetto non si farà attendere.

satellite cinese tiangong 1 terra

Al momento infatti l’oggetto si trova al di sotto dei 300 chilometri d’altezza, atmosfera più densa e probabilità di caduta in costante aumento. McDowell si aspetta che l’oggetto casa entro pochi mesi, tra fine 2017 e prime settimane del 2018. Poche possibilità che piccoli frammenti dell’oggetto possano restare intatti e colpire la Terra ad alta velocità.

Parliamo di un oggetto piuttosto piccolo, lo scopo0 del veicolo infatti era quello di fungere da prototipo per le future esplorazioni spaziali cinesi. Come abbiamo detto, gli scienziati non temono circa gli effetti della caduta, è ritenuto improbabile che l’oggetto cada in un’area densamente popolata.