Tinder non ha certo bisogno di presentazioni. Tinder Select invece sembrerebbe una novità destinata a far parlare di se per molto tempo.

Se non siete aggiornati sul dating online, Tinder funziona in maniera molto semplice: vedete la foto di un ragazzo od una ragazza (a seconda dei vostri gusti) e decidete se vi piace o meno, trascinando la sua foto a destra o a sinistra. Se anche l’altra persona ha deciso che le piacete, potete cominciare a chattare attraverso la app, dopodichè quello che succede succede.

la schermata di attivazione di tinder select

Tinder select dovrebbe funzionare allo stesso modo, soltanto che le persone che compongono il Network sono selezionate in base alla loro ricchezza. In pratica è come Tinder, solo che potreste incontrare persone come Gianluca Vacchi, Chiara Ferragni, Dan Blitzerian, o magari Cristiano Ronaldo, Gianluigi Buffon, o magari anche Tim Cook, Ceo di Apple, o Evan Spiegel, Ceo di Snapchat.

Come entrare in Tinder Select

La cosa più semplice è che apriate una Startup, la vendiate per un minimo di 50 milioni di euro, usiate una parte di quei soldi per migliorare il vostro aspetto fisico, e nel frattempo aprite un blog in cui convincete tutti di essere felici e realizzati.

L'invito a Tinder Select

Il problema vero è che Tinder Select è solo su invito: Tinder vi seleziona, vi manda un invito e, se accettate, potete selezionare sulla vostra App l’opzione “select”, che vi da appunto accesso al “Privè” di Tinder. Altra cosa interessante è che se ricevete una mail direttamente dal team potete invitare un amico, ma se ricevete l’invito da un amico non potete invitare nessuno. La cerchia di iscritti è quindi estreamente ristretta, e molto difficile da espandere.

Tinder Select è una Bufala?

Ora, appena ho sentito parlare della notizia, l’ipotesi “notiza virale a scopo commerciale” è la prima cosa che mi è venuta in mente, e dopo una giornata passata ad investigare sul tema non mi è ancora passata. Quello che sappiamo di sicuro è che esiste, e che sta facendo parlare di Tinder come quasi mai era successo. Quindi, anche se fosse come si racconta, il retrogusto di “operazione commerciale” è decisamente marcato (e perfettamente lecito ed ammirabile).

tinder select schermata

Cosa sappiamo di Tinder Select

Decisamente poco. TechCrunch ci ha rivelato che il colore della App è il Blu, contrapposto al rosso di Tinder. Altra caratteristica di Tinder Select è che l’invito arriva via mail, con un link a select.gotinder.com.

Tinder Select, solo su invito

Ovviamente ci siamo andati subito. ed appare una tipica pagina 404, che significa “pagina non trovata”. La cosa interessante è che font e colori richiamano la visual identity di Select.

la pagina di invito di tinder select

Per capire se fossimo davanti ad una trovata pubblicitaria abbiamo fatto una prova, e verificato se quella non fosse la pagina 404 di tutto il sito. Non lo era, gotinder.com non ha una pagina standard per l’errore 404, quindi quella su cui siamo arrivati è effettivamente la pagina di Tinder Select.

A questo punto l’unica cosa da fare era esaminare il codice sorgente della pagina.

codice sorgente della pagiona web di tinder select

Come vediamo, la pagina è generata da due Javascript. Il primo File è quello che definisce font ed altri aspetti estetici della pagina, ed è presente in tutte le altre pagine del sito. Poco interessante.

Il secondo file Bundle.js invece, racchiude il segreto di Tinder Select.

Tinder Select è reale, e probabilmente non è solo per ricchi

Per farvela breve, che stiamo diventando noiosi, esiste effettivamente, sul sito di Tinder, una pagina che da accesso ad una versione “esclusiva” della app, e lo fa sempre tramite Facebook.

Nel codice abbiamo trovato questi “brandelli” di testo, che lo confermano in pieno.

"Tinder Select is by invitation only. \"
"Members gain access to a curated community of the most popular
Tinder users and other Select members around them.\"
"SIGN IN TO ACTIVATE\"

Il codice era in realtà molto sporco (ma comprendeva anche API Facebook e script open source necessari all’autenticazione, quindi potrebbe non essere colpa degli sviluppatori di Tinder), ma sufficientemente chiaro da farsi qualche idea.

Altra cosa interessante è che sappiamo da tempo di un rating che Tinder assegna ai suoi utenti, chiamato Tinder Elo Score, non visibile agli utenti ma utilizzato internamente all’app. Più che una versione per utenti facoltosi e Vip, Tinder Select sembrerebbe essere più una versione “premium” dedicata ha chi ha i punteggi più alti, una sorta di premio per gli utenti più attivi e diligenti.

La mia, personalissima, opinione è che in realtà si tratti del Sandbox (La S che compone il logo della app è infatti anche l’iniziale di Sanbox) utilizzato dagli sviluppatori per sperimentare nuove funzioni, ovvero una versione ad accesso limitato creata a solo scopo di test. Convertire il Sandbox in “Privé” potrebbe essere un’ottima idea, oltre ad una geniale trovata di marketing.