Fifa 23

Nuovo anno e nuovo capitolo della saga di simulazione calcistica più amata al mondo, stiamo ovviamente parlando di Fifa 23, il più recente titolo di Electronic Arts, arricchito con nuovi contenuti, ed una grafica in parte rinnovata. Vediamolo nel dettaglio con la nostra recensione completa.

 

Grafica

Il comparto tecnico si avvicina ogni anno al realismo vero e proprio, tanto da essere quasi indistinguibile da una partita reale, un plauso agli sviluppatori per la loro estrema capacità di rendere sempre più sottili le differenze. Quanto affermiamo lo notiamo sin da subito anche sul campo di gioco, le zolle iniziano a sparire, i punti di battuta dei calci piazzati lasciano solchi importanti, la rete della porta gode di movimenti molto più naturali, e sopratutto la tifoseria sembra davvero partecipare alla partita attivamente.

Nell’attesa di arrivare un giorno ad un Fifa pensato esclusivamente per le console next-gen, apprezziamo fermamente gli enormi passi in avanti compiuti nel realismo, come anche nella caratterizzazione dei volti dei calciatori più famosi al mondo. Le meccaniche rasentano la perfezione, con simulazioni fluide e mai macchinose. Proprio le animazioni sono state migliorate per merito della HyperMotion2, una tecnologia utilizzata da Electronic Arts per ‘copiare’ da due partite reali, ben 6000 animazioni, implementate di conseguenza nel titolo virtuale, offrendo un realismo ai massimi livelli.

La colonna sonora è ricca di brani di successo e famosissimi, che vi faranno letteralmente cantare mentre state giocando. La telecronaca, ovviamente in italiano, è stata affidata ancora a Pierluigi Pardo e Daniele Adani, una coppia infallibile che ci accompagna ormai da qualche anno.

 

Gameplay

Il gameplay di Fifa 23 apre le porte verso un ritmo più lento e compassato, meno frenetico e di impatto, ma più votato al gioco di squadra, piuttosto che a valorizzare le caratteristiche e particolarità dei singoli. Una novità interessante è il cosiddetto tiro potente, una meccanica che permette di scagliare veri e propri missili terra-aria, ma che allo stesso tempo richiede un determinato intervallo temporale affinché si ricarichi completamente.

Molto buone sono state anche le modifiche apportate nella gestione della difesa, è più complesso riuscire a bloccare l’avanzata avversaria, sia grazie ad una indeterminatezza ed imprevedibilità delle meccaniche, che proprio al maggiore realismo di cui vi parlavamo poco prima. Nel complesso il gameplay di Fifa 23 è assolutamente godibile, migliorato rispetto ai capitoli precedenti, ed affinato proprio a tal punto da rendere l’esperienza più divertente e tecnica, sopratutto nella costruzione da squadra.

 

Modalità di gioco

Il capitolo corrente cambia pochissimo in termini di modalità di gioco, con un focus importante sulle due soluzioni più richieste ed utilizzate dai giocatori: Carriera Football Ultimate Team (FUT).

Con la carriera l’utente si ritrova a poter scegliere tra un Giocatore o l’Allenatore. Nel primo caso gli sviluppatori hanno scelto di permettere di giocare solamente alcuni momenti delle varie partite che, combinati con le scelte attuate al di fuori delle stesse, permettono di acquisire punti esperienza e personalità, atti a sbloccare bonus unici, perfetti per rendere più personalizzato il personaggio stesso. Attivandola in modalità Allenatore, invece, troviamo una grande novità: l’analista dei trasferimenti. Questi non è altro che un membro atto a studiare la buona riuscita dei nostri investimenti (o cessioni), valutandone l’esito finale. Non manca ovviamente l’editor iniziale, e tutte le funzionalità che abbiamo apprezzato in Fifa 22, sebbene con una interfaccia rinnovata completamente.

Football Ultimate Team non porta con sé grandissime novità, se non l’introduzione del crossplay tra le console della stessa generazione, andando difatti a migliorare la sfida con utenti di tutto il mondo. Al netto di tutto quanto era già presente sul precedente capitolo, troviamo i Momenti, una sorta di missioni secondarie, le quali possono essere completate solamente soddisfacendo determinati requisiti; coloro che riusciranno a superarli, riceveranno le “stelle“, utilizzabili a loro volta per ricompense o pacchetti di carte, ed il sistema d’intesa. Se vorrete creare la giusta amalgama tra l’undici titolare, vi basterà prestare attenzione alle varie similitudini tra gli stessi, non più i legami; sono stati limitati, invece, i cambi di ruolo, i vari giocatori potranno occupare al massimo quattro posizioni in cambio (una principale e tre secondarie, al massimo).

Le restanti modalità sono legate al Calcio d’inizio, la cosiddetta partita rapidaVolta Football, con minigiochi in Arcade o Battaglie, veri e propri scontri con l’IA, ed ovviamente Pro Club (i punti XP guadagnati in Volta potranno essere utilizzati in quest’ultima modalità).

 

Fifa 23: conclusioni

In conclusione Fifa 23 è un capitolo che non può mancare nelle librerie degli appassionati di calcio di tutto il mondo, il passo più grande è stato compiuto nel realismo, siamo rimasti piacevolmente colpiti dal livello raggiunto, e speriamo vivamente che Electronic Arts continui a lavorare duramente al suo perfezionamento. Molto buone anche le modifiche nel gameplay, con cambi di visuale, l’introduzione di accorgimenti nei calci piazzati, e la scelta di favorire il gioco di squadra, piuttosto che l’individualismo.

I lati negativi sono più che altro legati alla decisione di non modificare le modalità di gioco, restando ancorati ai fasti del passato.

 

Fifa 23

69 euro
8

Grafica

8.5/10

Modalità di gioco

7.0/10

Gameplay

8.5/10

Carriera e FUT

8.0/10

Pros

  • Sempre più realistico
  • Alcuni miglioramenti nella Carriera
  • Gameplay rinnovato
  • Graficamente inecceppbile

Cons

  • Sempre le stesse modalità