Syberia: The World Before

Syberia: The World Before è stata ufficialmente lanciata, dopo la presentazione a Marzo su PC, anche sulle principali console di vecchia e nuova generazione, andando così a comprendere tutti i sistemi attualmente a disposizione degli utenti. Come gira su Xbox Series X? vediamolo nella nostra recensione completa.

 

Trama, un piccolo riassunto

Della trama vi parliamo in maniera approfondita nella nostra recensione (cliccate qui per leggerla), proponendovi un piccolo riassunto, possiamo solamente dire che Kate è stata imprigionata dall’Ombra Bruna, i criminali neonazisti, fuggendo da quest’ultimi, il personaggio si ritrova nella cittadina di Voghen, dove incontra Dana, una donna di cui ha visto un ritratto su un treno abbandonato. Ha inizio quindi una storia intricata ricca di colpi di scena e di notizie sconvolgenti, che ci porterà a conoscere in maniera approfondita un elevato team di personaggi della cittadina, riuscendo anche a controllarli direttamente.

 

Grafica

L’aspetto più importante della nostra prova su Xbox Series X va a toccare sicuramente la grafica del titolo recensito, l’applicazione dedicata per la console di nuova generazione permette di godere di ottimizzazioni ad hoc, che migliorano notevolmente l’esperienza complessiva. Il frame rate è stabile in ogni situazione, anche nelle aree ricche di dettagli e di texture, dimostrando una estrema piacevolezza nell’esperienza complessiva.

dettagli tuttavia non sempre sono così precisi, in alcuni contesti abbiamo notato una perdita di nitidezza e di precisione del contorno dei soggetti, che stona con tutto l’ambiente, in genere fortemente dettagliato e preciso. La conta poligonale è discreta, allineata con un titolo della sua stessa fascia, i modelli dei personaggi non presentano difetti di alcun tipo, discorso leggermente diverso per quanto riguarda le animazioni facciali, troppo basilari e quasi totalmente esenti da qualsivoglia espressione anche minima.

La telecamera presenta gli stessi difettucci della versione PC, con stacchi non sempre così comodi e belli da vedere, tanto da rendere il personaggio difficile da controllare. Le ambientazioni sono dall’altro lato tanto spettacolari da permettere di superare senza difficoltà tutti i problemi che vi abbiamo appena elencato, grazie anche al supporto di una colonna sonora unica nel proprio genere (realizzata da Inon Zur).

 

Gameplay

Syberia: The World Before è una avventura grafica che porta l’utente ad esplorare con i personaggi i vari scenari entro i quali vengono posti, cercando di risolvere puzzle (ambientali e non solo), ma anche esplorando alla ricerca di documenti ed informazioni da raccogliere. Dotato di longevità più che allineata con gli standard del settore, parliamo di circa 12 ore, riesce a mantenere sempre elevata l’attenzione dell’utente grazie a dialoghi mai eccessivamente banali, e tutta la serie di indizi che il giocatore deve scovare nei documenti trovai nelle scene.

L’esplorazione rappresenta il punto cardine dell’intera esperienza, grazie anche all’eccezionale dualismo tra Dana e Kate, arricchita da missioni secondarie che puntano ad estendere la longevità, ponendo attenzione sulla caratterizzazione degli NPC che vivono all’interno dell’ambiente di gioco.

 

Syberia: The World Before – conclusioni

In conclusione l’adattamento di Syberia: The World Before per console, in particolare Xbox Series X, risulta essere ben fatto e congeniale alle attese del consumatore, non si nota uno stacco diretto con i titoli precedenti della serie, dimostrando comunque un filo conduttore che può accompagnare l’amante della saga stessa, strizzando l’occhio a coloro che incrociano Syberia per la prima volta. Graficamente molto valido presenta gli stessi difetti che abbiamo elencato su PC, nonostante tutto è un’esperienza da vivere e provare, perfettamente allineata con il prezzo finale richiesto per l’acquisto.

Syberia: The World Before 

8

Trama

8.0/10

Grafica

7.5/10

Gameplay

8.0/10

Longevità

8.0/10

Ambientazione

8.5/10

Pros

  • Ambientazioni di spessore
  • Gameplay avvincente
  • Trama mai ripetitiva
  • Frame rate stabile

Cons

  • Piccoli cali nei dettagli
  • Telecamera non sempre precisa