twitter 280 caratteri tutti

Dopo la notizia sulla pubblicazione di un tweet da ben 35.000 caratteri da parte di due hacker, nelle scorse ore, finalmente Twitter ha deciso di dare la possibilità a tutti di creare tweet da 280 caratteri. Il social network celeste si è sempre contraddistinto dalle altre piattaforme simili, a partire dal suo debutto, per la possibilità di scrivere messaggi con un limite massimo di 140 caratteri.

Col tempo, però, Twitter si è impegnato nell’offrire ai suoi utenti delle soluzioni per comunicare in maniera molto più facile. Ad esempio, dai 140 caratteri aveva escluso sia le immagini che i link. La società aveva già provato in passato ad aumentare sensibilmente il limite dei caratteri in un tweet ma l’iniziativa è stata automaticamente rifiutata dagli iscritti poiché era proprio quella la sua caratteristica che lo contraddistingueva da Facebook & Co.

twitter 280 caratteri tutti

Twitter: ora è possibile pubblicare tweet da 280 caratteri

Recentemente, il social network celeste aveva iniziato a testare la possibilità di pubblicare messaggi da 280 caratteri. In base a quanto dichiarato dalla stessa società, questo limite sarebbe il giusto compromesso per permettere agli utenti di comunicare senza cambiare la vera natura della piattaforma. Dopo una serie di prove, durante diversi mesi, il servizio ha deciso di introdurre questa importante novità a tutti.

I 280 caratteri, dunque, saranno il nuovo standard accessibile dagli iscritti alla rete sociale. In realtà, questa novità non sarà sicuramente importante per gli utenti cinesi, giapponesi e coreani poiché la loro scrittura non richiede l’utilizzo di molte lettere e segni. Durante i test, Twitter ha constatato che il nuovo numero massimo di caratteri ha permesso agli iscritti di potersi esprimere con maggiore libertà senza incorrere nei limiti previsti dai 140 caratteri.

L’azienda, tuttavia, ha fatto notare che, durante le prove effettuate, soltanto il 5% dei tweet inviati erano più lunghi di 140 caratteri e solo il 2% superavano i 190, dunque la natura della piattaforma non dovrebbe essere snaturata. L’esperienza di lettura della timeline, poi, non dovrebbe variare di molto con tale introduzione rispetto a prima. Ora che la novità può essere utilizzata da tutti gli scritti di Twitter, sarà interessante vedere come verrà accolta e se verrà sfruttata al 100%.