whatsapp (2)

Tramite Whatsapp è possibile inviare, oltre che messaggi testuali, foto e video, anche dei veri e propri documenti per esempio creati con le applicazioni Office per Microsoft o Pages per quanto riguarda Apple, oppure con un aggiornamento recente anche file PDF. Questi documenti possono essere presi anche da archivi in cloud, se è presente un’applicazione simile sul nostro smartphone. A volte infatti Whatsapp può essere utilizzato persino per mandare fatture o bollettini di pagamento. Per inviare questo tipo di file basta tappare sul + a sinistra della barra di testo in una chat qualsiasi, a quel punto si aprirà un menu a tendina che ci darà la possibilità di scegliere che tipo di file inviare.

Stato di Whatsapp

Oltre ad avere uno stato permanente testuale chiamato anche “biografia”, Whatsapp ha integrato al suo interno un sistema di stati per tutto simile a quello per esempio di Snapchat o Instagram, dando la possibilità agli utenti di pubblicare una foto o un messaggio di testo visibile temporaneamente dai propri amici, oppure pubblicamente per chiunque abbia il vostro numero. Scorrendo verso l’alto mentre si visualizza uno stato è possibile rispondervi direttamente.

Whatsapp Desktop Client

La maggior parte degli utenti usa quest’applicazione tramite il proprio smartphone, ma è disponibile anche tramite il sito di Whatsapp oppure un vero e proprio client che va sul proprio PC. Dopo l’installazione vi sarà richiesto di scannerizzare un QR code all’interno di Whatsapp, e questo gli permetterà di collegarsi all’account presente sullo smartphone. A questo punto sarà possibile messaggiare dal computer, a patto però che il telefono non sia troppo scarico o direttamente spento.

Formattazione del testo

Su Whatsapp è possibile formattare il testo in tre modi: corsivo, in grassetto e barrato.
Per modificare il formato del testo in corsivo, bisogna inserire un trattino basso in entrambi i lati del testo (es. _testo_), mentre per il grassetto bisogna inserire un asterisco in entrambi i lati del testo (es. *testo*) ed infine, per il testo barrato, è necessario inserirvi alle estremità due tilde, il simbolo di punteggiatura spagnolo, in questo modo (~testo~). Questo può risultare utile nel caso si voglia scrivere un messaggio di testo più lungo e che deve essere formattato e mandato a molte persone, per esempio nel caso di un invito ad una festa.

Come accertarsi di essere stati bloccati da qualcuno

Di norma Whatsapp non vi dirà mai se siete stati bloccati da qualcuno. In questo caso esistono alcuni segni rivelatori e un metodo certo per farvi capire se siete stati bloccati o meno. Di solito, ad un account bloccato può sparire l’immagine di profilo, la biografia o lo stato temporaneo, e l’ultimo accesso. Per essere assolutamente sicuri del blocco è però possibile creare un gruppo e cercare di aggiungere la persona che sospettate avervi bloccato. Se uscirà un messaggio di errore, allora sarà la conferma definitiva.