Wiko si è resa partecipe al Mobile World Congress 2017 di Barcellona attraverso le sue nuove line-up di terminali per i mercato smartphone. La società è riuscita a portare all’attenzione del pubblico terminali economici adatte a tutte le tasche ed a tutte le esigenza, ma anche dei veri e propri top di gamma del segmento mobile phone.

Wiki uPulse e Pulse Lite sono i cuori pulsanti della categoria entry-level della compagnia. Si tratta chiaramente di soluzioni economiche adatte a coloro che si approcciano per la prima volta alla telefonia mobile Smart e costituiscono una valida alternativa ai polifunzionali top di gamma che richiedono, in quanto tali, un esborso in denaro decisamente superiore. In tal caso si ha il miglior compromesso tra prezzo e prestazioni/affidabilità a livello base.

Wiko UPulseWiki UPulse

Il Wiki UPulse si fonda su uno chassis realizzato in metallo spazzolato su scocca unibody in tre colori (oro rosa, antracite e argento). In primo piano il display dall’ampia diagonale da 5,5 pollici e con risoluzione HD @1280×720 pixel. Sotto il cofano la dotazione prevede un SoC Quad-Core cadenzato ad 1.3GHz per il quale non si conosce al momento la provenienza. In aggiunta il sistema di potenza conta sull’azione di un modulo RAM integrato da 3GB ed uno storage memory davvero ragguardevole da 32 o 64GB eventualmente espandibili fino ad ulteriori 128GB su slot esterno per microSD Card dedicato.

Lato multimediale il sistema è popolato da una fotocamera frontale in soluzione Single-Cam e risoluzione da 13 Megapixel con tecnologia Auto-scene Detection che determina la miglior qualità possibile delle immagini in base alle condizioni di luminosità della scena. La Cam anteriore per il selfie si affida invece ad una più modesta 8 megapixel con funzioni di screen flash per gli autoscatti al buio e filtri in real-time. Per quanto riguarda la batteria ci troviamo al cospetto di una 3.000mAh che in combinazione con Android Nougat out-of-the-box e la modesta dotazione visuale e di potenza offre un ottimo margine di autonomia.

La disponibilità per il nuovo terminale è stata fissata in Italia per il prossimo mese di Giugno 2017 ad un prezzo consigliato di €199.Wiko UPulse Lite

Il Wiki UPulse Lite non differisce esteticamente e costruttivamente dal precedente ma riporta il tutto in una scocca di dimensioni leggermente più compatte. Con il suo schermo da 5,2 pollici risulta essere infatti un device davvero contenuto sotto il profilo delle dimensioni. Anche in questo caso la risoluzione del pannello si mantiene sullo standard HD. Come nel caso precedente si disconosce il vendor del processore pur conoscendo la frequenza operativa base stabilita sugli 1.3GHz. Lo storage interno è stavolta più modesto e conta su una ROM da 16GB per l’archiviazione dati. Anche le fotocamere sono le stesse, rispettivamente da 13 ed 8MP.

Wiko UPulse Lite sarà venduto qui in Italia a partire dal prossimo mese di Giugno 2017 ad un prezzo solo leggermente inferiore rispetto al modello base, ovvero sia appena €179.99 e nelle medesime colorazioni: oro rosa, antracite e argento.

Che cosa ne pensate di questi smartphone economici? In attesa di ulteriori informazioni al riguardo e di una scheda tecnica completa vi invitiamo ad esprimere il vostro punto di vista. Intanto rifacciamoci gli occhi con i nuovi top di gamma Wiko WIM e WIM Lite. Che cosa hanno di particolare questi telefoni per essere classificati come top di gamma? Scopriamoli.

Wiki WIMWiko WIM

Wiko WIM rappresenta l’assoluto top-end delle line-up della casa madre ed è il primo device a riportare in dotazione l’utilizzo di un doppio modulo camera posteriore. Il comparto multimedia si fonda infatti sulle implementazioni fornite da un sistema con camera Sony IMX 258 da 13 Megapixel per entrambe le soluzioni. Un modulo cattura la luce e l’altro raccoglie i dettagli della scena perle ombre ed i contrasti. L’apertura focale è in questo caso di f/2.0 ed a supporto della dotazione troviamo un Flash LED Dual-Tone.

Il nuovo cameraphone Wiko processa l’immagine attraverso la nuova tecnologia Qualcomm Clear Sight, introdotta già lo scorso autunno e destinata a ricreare il funzionamento dell’occhio umano secondo lo schema fisico di coni e bastoncelli che catturano informazioni su luce e colore. Le foto in tal caso sono di qualità decisamente elevata ed allo scopo di porre un netto miglioramento nella gestione qualitativa dell’immagine la casa madre francese si è avvalsa anche della consulenza degli esperti di DXO per le procedure di ottimizzazione delle immagini e dei video, in quest’ultimo caso grazie a Vidhance.

La stessa qualità fotografica riscontrata con la fotocamera principale la si ritrova tale e quale per la selfie-cam con sensore dedicato da 16 Megapixel e Flash Led integrato.

Il comparto di potenza tiene conto del nuovo ed esclusivo Qualcomm Snapdragon 626 SoC e di un display da 5.5 pollici Full HD @1920×1080 pixel. Di seguito tutte le specifiche tecniche correlate al prodotto:

  • Display: 5,5 pollici FHD 1080p
  • SoC: Qualcomm Snapdragon 626 CPU octa-core 64-bit (8x ARM Cortex-A53 @ 2,2 GHz)
  • GPU: Adreno 506
  • Modem LTE Cat. 6
  • Memoria RAM: 4 GB
  • Memoria ROM: 32 o 64 GB di storage interno eventualmente espandibile via microSD per un massimo di 128 GB
  • Multimedia: Doppia fotocamera posteriore da 13 MP RGB + 13 MP BW, Flash LED dual-tone, apertura f/2.0, Sony IMX258, PDAF, lenti 5P, filtro Optical Blue;
    Fotocamera anteriore 16 MP con flash LED
  • Scanner di impronte digitali, NFC
  • Batteria: 3.200 mAh con supporto alla ricarica rapida Qualcomm Quick Charge 3.0 (60% di carica in appena 30 minuti)
  • Sistema Operativo: Android Nougat con apposte personalizzazioni Wiko UI

Wiko WIM sarà disponibile in Italia a partire dal prossimo mese di Giugno 2017 ad un prezzo consigliato di €399.99 e nelle colorazioni: Nero, bianco e oro, con finitura opaca, carbon e cromata per un totale di nove combinazioni colore.

Wiki WIM LiteWiko WIM Lite

Nella fascia top di gamma abbiamo anche la versione alleggerita del WIM originario visto sopra. In tal caso si passa dal sistema di punta e scatta Dual-Cam ad un più modesto Single-Cam che mantiene comunque la dotazione di sensori e la collaborazione con DxO e Vidhance per la resa qualitativa. Il display è stavolta da 5 pollici sempre in Full HD. Nessuna variazione per il SoC, lo storage interno e la batteria che in questo caso estende sensibilmente l’autonomia in luogo di un display più piccolo e dell’assenza del secondo modulo camera.

Di seguito un dettaglio sulla dotazione tecnica di questo terminale:

  • Display: 5 pollici FHD 1080p
  • SoC: Qualcomm Snapdragon 626 CPU octa-core 64-bit (8x ARM Cortex-A53 @ 2,2 GHz)
  • GPU: Adreno 506
  • Modem LTE Cat. 6
  • Memoria RAM: 4 GB
  • Memoria ROM: 32 o 64 GB di storage interno eventualmente espandibile via microSD per un massimo di 128 GB
  • Multimedia: Fotocamera posteriore da 13 MP + Flash LED dual-tone, apertura f/2.0, Sony IMX258, PDAF, lenti 5P, filtro Optical Blue;
    Fotocamera anteriore 16 MP
  • Scanner di impronte digitali, NFC
  • Batteria: 3.200 mAh con supporto alla ricarica rapida Qualcomm Quick Charge 3.0 (60% di carica in appena 30 minuti)
  • Sistema Operativo: Android Nougat con apposte personalizzazioni Wiko UI

Anche in questo caso la software house ha apposto ai sistemi Google Android alcune peculiari personalizzazioni che includono una Smart Left Page 2.0 che offre un prospetto sui contatti e le app più utilizzate ed una modalità con Parental Control che inibisce l’accesso a determinate app e funzionalità pericolose per i più piccoli.

Il nuovo smartphone sarà venduto in Italia nello stesso periodo di tutti gli altri visti finora e quindi nel mese di Giugno 2017 ad un prezzo di listino di €249.99 nelle due previste colorazioni Black, White abbinabili a finiture lucide ed opache per un totale di 4 combinazioni colore differenti. Che cosa ve ne pare di questi smartphone e di quanto presentato quest’anno al MWC 2017? A voi tutti i commenti.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy S7 è il miglior smartphone al MWC 2017