Stai cercando uno smartphone che ti permetta di portare la qualità dei tuoi selfie su un altro livello? La risposta alla tua richiesta potrebbe essere Wiko Wim, il nuovo telefono intelligente che riveste un ruolo centrale nel contesto dei camera-phone medio gamma dell’emisfero Android.

Nel corso di queste ultime settimane abbiamo avuto modo di stilare un’analisi comparativa dei migliori smartphone 2017 ad oggi in commercio senza però concentrarci nello specifico sugli aspetti del punta e scatta frontale, che conoscono nella proposta Wim della società francese Wiko un nuovo degno protagonista.

Conosciuta per un rapporto qualità/prezzo imbattibile, Wiko si propone con uno smartphone medio gamma decisamente ambizioso sotto il profilo della multimedialità. Si tratta di un prodotto il cui listino esula da quanto fino ad oggi proposto dalla società, ma i previsti €400 di esborso hanno sicuramente un loro perché.smartphone Wiko

In uno chassis elegante ed anonimo costruito attorno ad una solida lastra di alluminio spazzolato si consolida la potenzialità di un sistema decisamente performante sotto il profilo hardware. Alle previste e lussureggianti colorazioni Black, Gold e Blue/Green l’azienda contrappone un cuore Qualcomm SoC per le revisioni Snapdragon 635 dei chip con annessi 4GB di memoria RAM di sistema ed uno spazio di archiviazione da 64GB eventualmente espandibile dall’esterno tramite apposito slot per microSD Card.

Il pannello di visualizzazione, una classica unità phablet-mode in tecnologia AMOLED con diagonale assoluta da 5.5 pollici, è realizzata secondo un form factory costruttivo standardizzato secondo il formato 16:9 ed è accompagnato da una risoluzione d’uscita complessiva Full HD @1920×1080 punti. Le dotazioni base si completano sotto il profilo delle potenzialità elaborative e della sicurezza con l’aggiunta di un apposito sistema di gestione controllato degli accessi tramite fingerprint scanner disposto sul frontale giusto in prossimità del riferimento fisico al tasto Home.

Ciò che colpisce, ad ogni modo, è il segmento multimediale verso cui si corrisponde una dotazione principale Dual-Lens Cam con obiettivo RGB da 13 Megapixel + 13 Megapixel in modalità MonoCromatica da utilizzarsi per conferire profondità alla scena bilanciando opportunamente ed in automatico i livelli di contrasto e luminosità. Ma le novità per questo straordinario smartphone Wiko non finiscono qui. 

Ciò che stupisce, infatti, è la presenza coordinata di un’unità di scatto frontale con sensore da ben 16 Megapixel . In questo caso è chiaro che i selfie riporteranno una qualità decisamente fuori dall’ordinario ed addirittura superiore rispetto alle più blasonate tecnologie implementate a bordo delle unità top di gamma 2017.

Per quanto concerne il comparto software si terrà conto di una distribuzione Google OS aggiornata alle ultime revisioni firmware disponibili per le distro Android Nougat in versione 7.1.1 personalizzate dal costruttore su UI grafica di nuova concezione. In particolare, grazie ad una customizzazione sommaria sarà possibile ottenere l’accesso rapido alle funzioni di sistema. Un esempio di questo nuovo livello di implementazione è fornito dal sistema Smart Left Page che fornisce il prospetto a una serie di schede che mostrano gli ultimi contatti utilizzati, le app preferite, le condizioni meteo, gli eventi e le notizie più recenti. Il tutto con il minimo dispendio di risorse in memoria ed a livello energetico.Wiki Wim smartphone

Ottima anche la gestione iniziale in fase di prima configurazione che propone ora una serie di app ed eventuali giochi da installare prima del’iscrizione al servizio clienti (si richieda la contestuale registrazione di un profilo). Ottima la fluidità generale di tutto il sistema sotto stress, grazie al sistema combinato SoC+RAM che garantisce performance accettabili anche per task piuttosto complessi.

Altrettanto valida la batteria, che muove le redini di un sistema ben congeniato fino a tarda sera senza la necessità di richiedere ricariche “mordi e fuggi”. Ricariche che possono essere portate a termine in tempi piuttosto brevi, considerando che si sarà in grado di raggiungere il 60% di carica in appena mezz’ora. Un’ora e 30 minuti, invece, per portare la batteria da 0% a 100%.

Accettabile la qualità degli scatti realizzati attraverso il sistema principale posteriore Dual-Camera che offre prestazioni adeguate in condizioni di buona luminosità esterna. Al buio, o con scarso fattore di illuminazione, invece, gli scatti appaiono spenti e privi di dettaglio (situazione comune a soluzioni della stessa fascia di mercato).Wiko Wim smartphone selfie

Si tratta di un prodotto di eccellente fattura, da vedersi come il giusto equilibrio tra qualità e prestazioni. Stavolta, ad ogni modo, la società è stata fin troppo pretenziosa per quanto concerne il fattore prezzo. Nella stessa fascia di mercato, infatti, non mancano certo proposte altrettanto valide e con numerosi valori aggiunti alle dotazioni ed alle implementazioni software di supporto. Ciononostante si tratta del prezzo di listino base e non sarà difficile trovare questo Wiko Wim ad uno street price accettabile. 

Tu che cosa ne pensi di questo nuovo smartphone? Ti ha convinto? Spazio a tutte le tue personali considerazioni al riguardo.