windows 10

La software di Redmond ha rilasciato la nuova versione Windows 10 Insider Preview build 16199 per PC nel Fast Ring, nel corso di queste ultime ore. Si tratta di una Beta Preview del prossimo grande aggiornamento Redstone 3, che la società rilascerà sul finire dell’anno in corso.

Le note di rilascio, generalmente, si accompagnano ad alcuni screenshot esemplificativi, che meglio descrivono quelle che saranno, o potranno essere, le novità in arrivo. Ad ogni modo, nell’ultimo comunicato ufficiale, Microsoft ha commesso un passo falso, concedendo l’esclusiva sul nuovo Control Center.

L’immagine mostra le sembianze della nuova icona in taskbar per Windows 10, rappresentata da un ingranaggio, allo stesso modo del riferimento per le Impostazioni di Sistema. Secondo quanto riferito da WindowsCentral, di fatto, si tratterebbe proprio della nuova funzione che garantisce l’accesso al Control Center.

Si tratta di una feature ben specifica, che punta alla realizzazione di un ambiente grafico più pulito e lineare, libero da quante più icone possibili. Infatti, il nuovo Control Center avrà il compito di portare al minimo le icone presenti nell’Action Center, destinandogli un apposito spazio dedicato.

La nuova sezione ospita diverse nuove Impostazioni Rapide, come la gestione veloce del WiFI, della modalità  Aereo e di quella Tablet. Sarà possibile anche modificare direttamente il livello di illuminazione del display, o accedere alle finestre in modalità estesa per la gestione dei Setting di sistema, delle reti, dei monitor e delle connessioni VPN. Windows 10 Control Center

I nuovi pulsanti hanno più spazio, e risultano ben più visibili ed accessibili rispetto a quanto offerto dall’attuale layout GUI di Windows 10 Creators Update. Secondo alcune indiscrezioni dell’ultim’ora, Microsoft potrebbe prendere in considerazione un cambio di nomenclatura per l’Action Center che, in luogo di una rimodulazione verso il basso del numero di funzioni, potrebbe diventare semplicemente il nuovo “Centro Notifiche”.

Le ultime build pubbliche Windows 10 garantiscono accesso al nuovo Control Center, anche se questo risulta disattivato di default. Comunque, al momento, appare chiaro che il lavoro di ottimizzazione è ancora agli esordi, visto che non si può certo parlare di un lavoro completo e ben fatto.

 

Come se non bastasse, il nuovo Control Center non è una certezza, visto che Microsoft potrebbe ritornare sui suoi stessi passi, in luogo di un feedback utente che manifesti la scarsa propensione degli Insider ad accogliere le nuove funzionalità. Il design e la struttura, inoltre, potrebbero ricevere un gran numero di modifiche da qui alla versione finale, sempre secondo il volere degli utenti.

Voi che cosa ne pensate? Vi sentite di promuovere il nuovo sistema? A voi la parola.

FONTE