In occasione del roll-out delle attuali piattaforme Microsoft aggiornate alle release Fall Creators Update 2017, la società di Redmond si era detta disposta alla concessione delle esclusive funzionalità Timeline risoltesi poi, come visto a seguito delle dichiarazioni dei portavoce e del successivo rilascio pubblico, in un nulla di fatto.

Si era parlato, in particolare, di una funzionalità da indirizzare al comparto della produttività e dell’interazione facilitata con le funzionalità del sistema operativo. In breve, si era discusso a proposito di un sistema in grado di garantire il ripristino rapido delle attività in corso di svolgimento, in una sorta di meccanismo che puntasse ad emulare una sorta di “macchina del tempo” attraverso cui accedere nuovamente ai contenuti delle sessioni di lavoro avviate.

Una funzione che non è prevenuta con l’ultimo Redstone 3, ma per la quale se ne hanno tracce in quelle che sono le attuali Build Release Preview che la società sta concedendo in uso agli sviluppatori ed agli utenti regolarmente iscritti al circuito Insider Preview del Fast Ring Microsoft.windows 10 timeline redstone 4Nel corso di queste settimane abbiamo seguito da vicino l’evolversi delle concessioni applicaitve e funzionali in relazione ai firmware e quindi alle novità portate avanti con le versioni Build 17035 e Build 17040 che hanno offerto una panoramica sul prossimo aggiornamento di Primavera, senza però menzionare alcunché circa la presenza ed il livello di ottimizzazione da corrispondere alle funzioni Windows 10 Timeline.

Solo ad oggi, infatti, si scopre che il rinvio della feature Timeline ed il tempo di attesa per la concessione di utilizzo delle rispettive funzioni sta venendo meno in luogo di una corrisposta ottimizzazione che concederà finalmente l’esclusiva con il prossimo update.

Con le ultime Build Preview, di fatto, gli utilizzatori hanno riscontrato le prime tracce di questa straordinaria nuova concessione che fa capo ad una nuova voce materializzatasi nel contesto delle Impostazioni della Privacy, ove si dimostra l’esistenza di un’opzione direttamente correlata alla Dashboard in cui è stato possibile prendere visione di tutti i dati che entreranno a far parte della Timeline.windows 10 timeline previewAd esempio, gli user potranno trovare la propria posizione, effettuare ricerche di tipo testuale o anche vocale. Tutti elementi che saranno accessibili e gestibili tramite la nuova funzione correlata dell’OS, che giungerà al prossimo step evolutivo nel periodo a cavallo tra il mese di Marzo 2018 ed il mese di Aprile 2018, quando alla fase di implementazione funzionale e debug seguiterà il rilascio vero e proprio del pacchetto pubblico.

Nel rispetto dei criteri sulla privacy, e dei relativi dubbi ultimamente oggetto di accanite discussioni di portata internazionale, la società concederà piena libertà all’utente di procedere nel trattamento completo dei dati concessi e quindi nella possibilità di poter procedere ad una loro completa dismissione dai server e dai sistemi.

Gli elementi, di fatto, potranno essere raccolti soltanto dietro l’esplicito consenso dell’interessato, che ha piena facoltà di rescindere le concessioni in ogni momento. Intervenendo dalle Impostazioni della Privacy, infatti, si potranno disattivare le relative opzioni per la telemetria dei dati correlati.

Ci siamo quasi. Il previsto arrivo delle funzionalità Timeline di Windows 10 è ormai imminente. Resta da capire come, esattamente, sarà possibile interagire con le nuove funzionalità e quali altri livelli e layer interattivi saranno da prevedesi in vista dell’uscita ufficiale del prossimo Windows 10 Redstone 4.

Seguiremo da vicino l’evolversi della questione ed il processo di aggiornamento che porterà, a breve termine, al rilascio delle future versioni aggiornate di sistema. Resta sintonizzato sui nostri canali e sul nostro sito web per ottenere nuove informazioni e dettagli. Reputi utile l’utilizzo di una funzione simile o sei preoccupato dagli eventuali risvolti negativi derivanti da un’analisi del tuo operato con documenti, immagini e contenuti multimediali? A te tutte le considerazioni del caso.